Giotto
Giotto
Religioni

“L’ignoto genera paura, il mistero genera stupore”

La riflessione domenicale di don Vito Carpentiere

Dal vangelo secondo Giovanni

In principio era il Verbo,
e il Verbo era presso Dio
e il Verbo era Dio.
Egli era, in principio, presso Dio:
tutto è stato fatto per mezzo di lui
e senza di lui nulla è stato fatto di ciò che esiste.
In lui era la vita
e la vita era la luce degli uomini;
la luce splende nelle tenebre
e le tenebre non l'hanno vinta.
Veniva nel mondo la luce vera,
quella che illumina ogni uomo.
Era nel mondo
e il mondo è stato fatto per mezzo di lui;
eppure il mondo non lo ha riconosciuto.
Venne fra i suoi,
e i suoi non lo hanno accolto.
A quanti però lo hanno accolto
ha dato potere di diventare figli di Dio:
a quelli che credono nel suo nome,
i quali, non da sangue
né da volere di carne
né da volere di uomo,
ma da Dio sono stati generati.
E il Verbo si fece carne
e venne ad abitare in mezzo a noi;
e noi abbiamo contemplato la sua gloria,
gloria come del Figlio unigenito che viene dal Padre,
pieno di grazia e di verità.
Dio, nessuno lo ha mai visto:
il Figlio unigenito, che è Dio
ed è nel seno del Padre,
è lui che lo ha rivelato.

"L'ignoto genera paura, il mistero genera stupore". Questa espressione semplice mi pare illuminare particolarmente il brano del vangelo proposto in questa seconda domenica dopo Natale. Il contesto rimane quello dell'Incarnazione del Signore, solo che nelle domeniche e feste successive lo guardiamo sotto angolature differenti. Se la notte di Natale l'attenzione è stata posta sul fatto della nascita, la domenica successiva abbiamo visto la realtà della famiglia di Nazaret, il primo gennaio la maternità di Maria, oggi puntiamo lo sguardo, più che sul fatto in sé, sul Mistero dell'Incarnazione. E il Mistero non è da confondere con ciò che è ignoto. E', invece, ciò che ci supera senza schiacciarci, ci sovrasta senza annientarci, poiché ciò che esso è ci viene partecipato: "A quanti lo hanno accolto ha dato il potere di diventare figli di Dio". Come? "Il Figlio, che è nel seno del Padre, è lui che lo ha rivelato". Durante l'ultima cena, Giovanni poserà il suo capo sul seno di Cristo. Vuoi comprendere il mistero di Dio? Metti da parte le pretese e posa amorevolmente il tuo capo sul petto di Cristo. "Quando le parole non bastano all'amore…".

[don Vito]
  • Religione
Altri contenuti a tema
25 aprile: festeggiamenti per la Madonna di Canne e S.Ruggero Vescovo 25 aprile: festeggiamenti per la Madonna di Canne e S.Ruggero Vescovo Si terrà la messa dalle ore 11.00 alle ore 12.00 a cui seguirà la processione con le effigi
Le donazioni dell'Arciconfraternita del Santo Legno della Croce di Barletta Le donazioni dell'Arciconfraternita del Santo Legno della Croce di Barletta Le iniziative in vista dell'Immacolata e del Santo Natale
Fra Gianluca Catapano diventerà sacerdote: la celebrazione a Barletta Fra Gianluca Catapano diventerà sacerdote: la celebrazione a Barletta Si terrà domenica con la presenza di Mons.Leonardo D’Ascenzo
Cerimonia per commemorare i defunti nella mattinata del 2 novembre Cerimonia per commemorare i defunti nella mattinata del 2 novembre Il 4 novembre si terrà la giornata dell’Unità nazionale e delle Forze Armate
31 A Barletta il battesimo dei Testimoni di Geova avviene in mare A Barletta il battesimo dei Testimoni di Geova avviene in mare La cerimonia della comunità barlettana si è svolta sul lungomare Mennea
Don Ruggero Caputo, presto sarà reso pubblico il decreto di Venerabilità Don Ruggero Caputo, presto sarà reso pubblico il decreto di Venerabilità Il documento è stato ritirato questa mattina dal cardinale Monterisi
Padre Antonio Dibenedetto, è scomparso nel casertano il sacerdote di Barletta Padre Antonio Dibenedetto, è scomparso nel casertano il sacerdote di Barletta Tornava quando possibile nella sua città natale. Immancabile la sua visita alla Parrocchia S. Agostino
Le meraviglie di Santa Lucia, ieri e oggi e il legame tra Barletta e Venezia Le meraviglie di Santa Lucia, ieri e oggi e il legame tra Barletta e Venezia Il contributo del dott. Nicola Palmitessa del centro studi La Cittadella Innova
© 2001-2022 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.