s
s
Territorio

Impianti eolici in mare aperto, Barletta dice no

La realizzazione peserebbe sull’economia e sulla vocazione turistica dell’intero territorio

Il Comune di Barletta ha confermato la contrarietà alle installazioni eoliche off shore nel corso della conferenza di servizi tenuta quest'oggi presso la Capitaneria di porto di Manfredonia sull'istanza presentata dalla società Trevi Energy finalizzata al rilascio della concessione demaniale per la realizzazione di un impianto eolico in mare aperto, denominato "Margherita di Savoia", composto da aerogeneratori localizzato nelle acque antistanti i Comuni di Mattinata, Monte Sant'Angelo, Manfredonia, Zapponeta, Margherita di Savoia e limitatamente Vieste e Barletta sul cui territorio è previsto un attracco con il successivo percorso di una rete di collegamento dal mare verso l'interno.

La totale contrarietà all'iniziativa in quanto in palese contrasto con le politiche di sviluppo turistico e ambientale attuate dalle amministrazioni locali dell'intera zona è stata condivisa da tutti i rappresentanti dei Comuni rivieraschi che hanno raccolto la preoccupazione diffusa nelle proprie comunità per l'impatto che avrebbe l'impianto non soltanto sul paesaggio ma anche sulla flora e sulla fauna presente nelle acque interessate che rischia di essere messa a rischio dalle strutture previste dal progetto.

Nel corso della riunione, l'assessore Giuseppe Gammarota ha richiamato la presa di posizione contraria delle associazioni di categoria degli operatori balneari di Barletta assunta dal sindaco, durante una riunione tenutasi martedì scorso, in quanto la realizzazione del parco eolico off shore rischia di pesare pesantemente sull'economia, fondata anche sulla pesca e sulla nautica, e sulla vocazione turistica dell'intero territorio.
  • Ambiente
  • Mare
Altri contenuti a tema
1 Nicola Palmitessa, "Caro Sindaco... ti scrivo" Nicola Palmitessa, "Caro Sindaco... ti scrivo" «Serve una visione europea della grande e bella città marinara che fu»
1 Caputo: «Il verde in città, questione di punti di vista» Caputo: «Il verde in città, questione di punti di vista» «Alberi secchi, un atteggiamento sconcertante»
1 Tempi duri per l'ambiente, la riflessione di Democrazia Cristiana Barletta Tempi duri per l'ambiente, la riflessione di Democrazia Cristiana Barletta «I piani di tutela scritti sulla carta dagli Enti preposti vanno applicati»
Stop alla plastica usa e getta, ​Barletta manifesta in spiaggia Stop alla plastica usa e getta, ​Barletta manifesta in spiaggia Dopo la pulizia della costa, volontari e studenti hanno disegnato sulla sabbia una balena che rigurgita plastica
Nel mare di Barletta i pescatori potranno raccogliere anche la plastica Nel mare di Barletta i pescatori potranno raccogliere anche la plastica Disponibilità del comune di Barletta ad aderire al percorso avviato da Ager e regione Puglia
Concessioni demaniali, incontro tra le aziende balneari e Forza Italia Concessioni demaniali, incontro tra le aziende balneari e Forza Italia Dario Damiani: «Gli imprenditori devono essere tutelati per poter effettuare i dovuti investimenti»
Monitoraggio ambientale, collaudata a Barletta la centralina mobile Monitoraggio ambientale, collaudata a Barletta la centralina mobile È stata presa in carico da Arpa Puglia e sarà in grado di misurare parametri meteorologici e inquinanti
Sulla Via della Seta italiana, Barletta e le città marinare Sulla Via della Seta italiana, Barletta e le città marinare La riflessione di Nicola Palmitessa del Centro studi "La Cittadella Innova"
© 2001-2019 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.