E E C B FAC E E FBB
E E C B FAC E E FBB
Politica

«Troppe le promesse non mantenute a Barletta»: la nota di Rocco Tarantino

Una riflessione circa la situazione politica nella città della Disfida

Elezioni Regionali 2020
«Da un anno circa, stiamo osservando nella politica Barlettana gli stessi soggetti politici da sempre incollati alle poltrone degli incarichi consiliari, attuare ancora una volta strategie e guerre di gruppi dentro e fuori il consiglio comunale. Da ciò deriva un instabilità fissa e persistente nell'amministrazione della nostra città creata a colpi di assenze astensioni e ricatti istituzionali utili solo a estorcere gli interessi personali di alcuni ledendo di fatto il lavoro di amministrazione cittadina propedeutico al miglioramento economico e sociale della città e dei cittadini - afferma in una nota stampa il portavoce e segretario della Democrazia Cristiana di Barletta Rocco Tarantino».

«Ogni giorno cittadini bisognosi di aiuto e giustizia ci chiamano lamentando il fatto che consiglieri ed amministratori in campagna elettorale hanno loro promesso mari e monti in cambio del voto e il giorno dopo agendo in maniera disgustosa ed incoerente hanno negato ogni contatto fisico con i propri elettori, tradendo così ogni regola morale ed istituzionale legata alla fiducia ed all'incarico politico ed amministrativo ottenuto. Questa situazione incresciosa non può continuare oltre, bisogna che i cittadini capiscano che per ottenere i loro diritti ed il benessere sociale che serve a far crescere le loro famiglie dovranno mirare ad altri obbiettivi alla prossima tornata elettorale amministrativa. Bisogna troncare i legami ormai consolidati di una politica che essendo ormai da innumerevoli anni stantia e legata agli stessi nomi agli stessi personaggi ed agli stessi entourage si è trasformata da classe politica in una lobby tesa come enunciavamo sopra a difendere posti di comando interessi e carriere personali. I cittadini tendono a dare la colpa di tutto ciò che di negativo succede nella nostra città alla figura del Sindaco ma in realtà secondo il nostro punto di vista in questo momento il Dott. Mino Cannito è continuamente vessato dalle richieste pressanti di attenzioni particolari di taluni soggetti politici che intralciano così facendo i suoi indirizzi di amministrazione atti a costruire una città migliore ascoltando i bisogni dei cittadini. Pertanto rivolgendoci al nostro sindaco chiediamo una maggiore fermezza nel far prevalere le necessità cittadine alle lamentose questue delle liste che lo circondano. La valutazione dell'utilità del lavoro svolto degli assessori deve garantire la loro presenza in giunta e non certamente la loro capacità di raccattare voti in campagna elettorale, questa è la prima regola indiscutibile a cui una buona amministrazione ed una politica trasparente non può soprassedere. Inoltre vogliamo aggiungere che la nostra città provata da anni ed anni di amministrazioni sedentarie dalla politica non convenzionale ha un bisogno assoluto di assessori tecnici, delegati ai vari settori in base a competenze specifiche e di un ingente rinforzo logistico degli uffici comunali ormai deserti e privi del personale indispensabile al movimento della macchina amministrativa della nostra città.

Ricordiamo ad ognuno che ogni errore commesso riguardo la scelta degli amministratori peserà sulle spalle dei cittadini sia come sgravio economico che come disagio sui servizi. Speriamo che questa nostra nota non rimanga inascoltata e che il sale del senno possa subentrare nelle menti ormai deviate dalla fame di potere di chi predilige la politica ormai vetusta e incapace legata agli interessi a quella nobile, costruttiva e fattiva rivolta ai reali bisogni della città e dei cittadini di Barletta».
  • Consiglio comunale
Altri contenuti a tema
3 Immobile della Sfida, il Consiglio comunale dice sì alla prelazione Immobile della Sfida, il Consiglio comunale dice sì alla prelazione Sono stati venti i voti favorevoli espressi, questo pomeriggio, dall'assise cittadina
Consiglio comunale, domani si torna in aula Consiglio comunale, domani si torna in aula Convocazione alle ore 9: si parlerà di debiti fuori bilancio, immobile di via Cialdini e spazzamento meccanizzato
2 Strisce pedonali colorate davanti alle scuole: la proposta Strisce pedonali colorate davanti alle scuole: la proposta I consiglieri comunali Marzocca e Damato: «Un importante segnale di ripartenza nonché di sicurezza, fiducia e speranza»
1 Il Comune di Barletta paga i debiti, anche se non sembrano i suoi Il Comune di Barletta paga i debiti, anche se non sembrano i suoi Dubbi sono sorti sulla condanna al pagamento da parte del Comune di un debito di 19 mila euro nei confronti di un ex dipendente dell’Asp Regina Margherita
1 Maggioranza in affanno, ma le opposizioni non fanno da palliativo Maggioranza in affanno, ma le opposizioni non fanno da palliativo I numeri che vengono a mancare sono avvisaglie che dureranno il tempo di un’estate
1 Le opposizioni: «Maggioranza inconcludente, rissosa e incapace» Le opposizioni: «Maggioranza inconcludente, rissosa e incapace» I consiglieri di opposizione all'indomani del Consiglio comunale: «Farebbero meglio a spiegare le ragioni dello sgarbo istituzionale»
7 «Maggioranza in ottima salute», ma l'affaire Lasala torna in aula «Maggioranza in ottima salute», ma l'affaire Lasala torna in aula Erano 26 i consiglieri comunali assenti nella seduta di ieri, rinviata ad oggi in seconda convocazione
Consiglio comunale, il 27 giugno l'assise torna in aula Consiglio comunale, il 27 giugno l'assise torna in aula Dopo la seduta nell'auditorium del Liceo Scientifico, i lavori del Consiglio torneranno a svolgersi nell'aula di via Zanardelli
© 2001-2020 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.