Giovani al lavoro
Giovani al lavoro
Scuola e Lavoro

Garanzia Giovani, il servizio riparte con budget dimezzato

Spina: «Negli ultimi mesi i nostri Centri per l'Impiego sono stati presi d'assalto»

Dopo la sospensione, rivisto dalla Provincia di Barletta - Andria - Trani il provvedimento amministrativo su Garanzia Giovani. Il servizio ripartirà tuttavia con un budget più che dimezzato, per un periodo di sei mesi (non più un anno), fino al 30 giugno 2015, e con una conseguente rimodulazione anche del contratto con la ditta aggiudicataria, la "Talea Srl".

Il contratto rimodulato, infatti, prevede la somministrazione di 4 unità di categoria C.1 (a fronte delle sette unità inizialmente previste); la selezione e l'individuazione del personale per il quale disporre la prosecuzione del rapporto atterrà alla ditta aggiudicataria, che dovrà tener conto delle attitudini e delle capacità mostrate nello svolgimento delle attività, assicurando un rendimento coerente con le previsioni di potenziale rimborso dalla Regione Puglia. Come noto, infatti, le attività dedicate al programma "Garanzia Giovani" trovano copertura finanziaria in uno specifico budget allocato dalla Regione.

«Dopo le diverse sollecitazioni pervenute su "Garanzia Giovani", procedimento che ricordo è stato eseguito prima del mio insediamento a Presidente della Provincia, avevo disposto la sospensione cautelativa del contratto, in modo tale da approfondire l'intera istruttoria – ha affermato il Presidente della Provincia Francesco Spina -. Abbiamo tuttavia preteso che il budget destinato a tale iniziativa fosse dimezzato. Era necessario garantire la continuità del servizio, per evitare che i nostri Centri per l'Impiego non fossero adeguatamente supportati a svolgere i compiti loro assegnati. In questi mesi, infatti, gli stessi uffici sono stati letteralmente presi d'assalto da giovani utenti in cerca di informazioni e chiarimenti, e si prevede che lo stesso accadrà nei prossimi mesi. Inoltre, qualora avessimo revocato il contratto, la Provincia avrebbe rischiato un contenzioso con richiesta risarcitoria da parte della ditta aggiudicataria».

Il Presidente Spina ha poi aggiunto: «essendo nostra premura quella di dimezzare il budget complessivo per il progetto, abbiamo esortato la ditta aggiudicataria ad individuare le quattro unità di personale, tenendo conto del rendimento di questi mesi e delle capacità mostrate nello svolgimento di attività».
  • Provincia Barletta-Andria-Trani
  • Garanzia giovani
Altri contenuti a tema
6 Sbloccato l’iter per la scuola di via Morelli, le parole di Lodispoto e Cascella Sbloccato l’iter per la scuola di via Morelli, le parole di Lodispoto e Cascella Intervengono presidente e vicepresidente della provincia Bat
Minori stranieri non accompagnati, si cercano alloggi nella provincia Bat Minori stranieri non accompagnati, si cercano alloggi nella provincia Bat Pubblicato l'avviso esplorativo dalla Prefettura di Barletta-Andria-Trani
Ritardi nei pagamenti per Garanzia Giovani, la denuncia del M5S Ritardi nei pagamenti per Garanzia Giovani, la denuncia del M5S La consigliera regionale Laricchia chiede spiegazioni
1 Contratti Istituzionali di Sviluppo per la Bat, Damiani: «Opportunità per il territorio» Contratti Istituzionali di Sviluppo per la Bat, Damiani: «Opportunità per il territorio» La nota del senatore barlettano di Forza Italia dopo l'incontro con la ministra Carfagna
Lo sviluppo della Bat nell'agenda di governo: Lodispoto incontra la ministra Carfagna Lo sviluppo della Bat nell'agenda di governo: Lodispoto incontra la ministra Carfagna «Forte attenzione da parte del Governo centrale nei confronti delle esigenze più volte rappresentate dalla nostra provincia»
Next Generation, il Pes elabora un documento per lo sviluppo della Bat Next Generation, il Pes elabora un documento per lo sviluppo della Bat Le proposte saranno presentate domani a Barletta in una conferenza stampa
Concorso provincia, più di 1600 domande per 7 posti di lavoro Concorso provincia, più di 1600 domande per 7 posti di lavoro Pubblicati gli elenchi degli ammessi: si tratta di posti di lavoro a tempo pieno e indeterminato
Maggiori restrizioni per parte della Puglia e per la Bat, arriva l'ok del ministro Speranza Maggiori restrizioni per parte della Puglia e per la Bat, arriva l'ok del ministro Speranza Sarebbe stato positivo il parere espresso dal ministro della Salute rispetto alla richiesta di Emiliano
© 2001-2021 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.