Presentazione allestimento De Nittis
Presentazione allestimento De Nittis
La città

De Nittis, ingresso gratuito nella Pinacoteca per il 175° anniversario dalla nascita

L'accesso a Palazzo della Marra sarà consentito dalle ore 9 alle 19

Giovedì 25 febbraio, in occasione del 175° anniversario della nascita di Giuseppe De Nittis, l'Amministrazione comunale ha disposto l'ingresso gratuito per l'intera giornata a Palazzo Della Marra, nella Pinacoteca dedicata al grande artista.

Dalle ore 9 alle 19 (chiusura biglietteria alle 18.15) sarà possibile apprezzare la collezione di opere che Léontine Gruvelle donò alla città. Saranno adottate tutte le prescrizioni anticovid.

«Un passo importante – dichiara l'assessora alla Cultura Graziana Carbone – si compie per riavvicinarci alla normalità e approfondire la conoscenza di un indiscusso esponente della pittura mondiale a cui Barletta ha dato i natali. I visitatori avranno modo di ammirare il nuovo allestimento inaugurato lo scorso settembre, denominato "Rileggere De Nittis, oggi", progettato e curato dallo storico d'arte Renato Miracco. Le installazioni sui due piani del Palazzo Della Marra esaltano la dimensione artistica ottocentesca parigina e londinese documentata dalle opere del pittore, che nella vitalità di questi poli culturali ed economici dell'epoca sviluppò il proprio talento».

Per l'assessore al Turismo, Oronzo Cilli «l'ammirazione da tributare a De Nittis è a ragion veduta inesauribile. L'appuntamento di giovedì deve amplificare la riflessione sulla grandezza intellettuale di un uomo dal pensiero moderno, emancipato, ma anche della elegante "compagna, amica, modella e moglie" Léontine, così definita nel suo celebre Taccuino, che invito a leggere o rileggere. Quelle suggestive pagine, infatti, svelando la quotidianità dei luoghi favoriti dall'impressionista, ci narrano l'origine dei capolavori che proprio Léontine, con il lascito testamentario, volle affidare alla città di Barletta per eternare nel panorama artistico internazionale il nostro concittadino».
  • Giuseppe De Nittis
  • Palazzo della Marra
Altri contenuti a tema
Il nuovo allestimento della pinacoteca di Barletta e la passione per De Nittis Il nuovo allestimento della pinacoteca di Barletta e la passione per De Nittis L'incontro con il curatore Renato Miracco
Barletta in zona gialla, riaprono i musei Barletta in zona gialla, riaprono i musei Tornano fruibili le visite al castello, Palazzo Della Marra e Cantina della Sfida
7 Quadri di De Nittis sui palazzi della periferia di Barletta, arriva la proposta Quadri di De Nittis sui palazzi della periferia di Barletta, arriva la proposta L'iniziativa del Laboratorio di immaginazione urbana
De Nittis 1846-2021, Barletta si prepara al 175° anniversario della nascita De Nittis 1846-2021, Barletta si prepara al 175° anniversario della nascita Ecco le iniziative dell’associazionismo culturale
175 anni dalla nascita di De Nittis, le sue origini negli atti dell'epoca 175 anni dalla nascita di De Nittis, le sue origini negli atti dell'epoca Il contributo del Direttore dell'Archivio di Stato di Bari, Barletta e Trani, Michele Grimaldi
La ripartenza nei luoghi della cultura: oggi riapre Palazzo della Marra a Barletta La ripartenza nei luoghi della cultura: oggi riapre Palazzo della Marra a Barletta Con il passaggio della Puglia in zona gialla riaprono i luoghi della cultura
Puglia in zona gialla, riaprono i luoghi della cultura a Barletta Puglia in zona gialla, riaprono i luoghi della cultura a Barletta Per il momento saranno aperti al pubblico soltanto dal lunedì al venerdì
Balconata Palazzo della​ Marra: una (brutta) storia nella storia Balconata Palazzo della​ Marra: una (brutta) storia nella storia Intervento del giornalista Nino Vinella
© 2001-2021 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.