Prima pagina di Libero
Prima pagina di Libero
Associazioni

«Cala il Pil ma aumentano i gay», la risposta dell'Arcigay

Lopopolo: «Legare l'identità sessuale al senso di panico per la crisi economica alimenta l'omofobia»

Luciano Lopopolo è risoluto nel definire il titolo d'apertura della prima pagina del quotidiano "Libero", in edicola mercoledì 23 gennaio «una brutta pagina di giornalismo». Il biscegliese, presidente nazionale Arcigay, ha rilasciato a Viva Network dichiarazioni significative e nette: «Il dato economico della caduta del Pil e l'identità sessuale delle persone non c'entrano niente fra loro, a meno che il giornale non disponga di studi, ricerche e dati statistici che pongono in relazione i due elementi e che siano anche sufficientemente autorevoli da rubare due minuti di tempo al lettore».

Secondo Lopopolo «a rendere quell'articolo illeggibile si aggiunge il fatto che apre uno scenario inquietante: costruisce una narrazione negativa delle persone lgbti+ legando l'identità sessuale al senso di panico per la crisi economica. È un processo molto pericoloso che alimenta omofobia culturale e sociale che ogni anno fa vittime».

Il presidente dell'Arcigay ha ritenuto «opportuna una segnalazione all'ordine dei giornalisti che da un lato elabori sanzioni adeguate alla inaccettabile offesa della comunità e dall'altro si attivi a promuovere processi formativi per fare in modo che chi si trovi a raccontare l'identità e la vita delle persone lgbti+ ne abbia almeno gli strumenti minimi».
  • Arcigay
  • Giornalismo
Altri contenuti a tema
Gli allievi del master in giornalismo di Bari in visita alle Istituzioni europee Gli allievi del master in giornalismo di Bari in visita alle Istituzioni europee Un viaggio per conoscere la forza della comunità europea
1 “Canne della Battaglia fa sempre notizia” edizione 2018, oggi la consegna dei riconoscimenti “Canne della Battaglia fa sempre notizia” edizione 2018, oggi la consegna dei riconoscimenti Tra le testate giornalistiche premiate anche BarlettaViva
I 5 Stelle insultano la stampa, i giornalisti pugliesi scendono in piazza I 5 Stelle insultano la stampa, i giornalisti pugliesi scendono in piazza Flash mob questa mattina a Bari. Martellotta (AssoStampa): «Diritto di cronaca e pluralismo istituti tutelati dalla Costituzione»
DigithON 2018, Barletta presente DigithON 2018, Barletta presente Tra le 100 finaliste della "maratona" anche la barlettana "ARTctory"
Giornalismo e informazione, la Regione Puglia finanza 900.000 euro Giornalismo e informazione, la Regione Puglia finanza 900.000 euro Il consigliere Santorsola: «Una norma di legge che garantisce la pluralità dell'informazione regionale»
1 «La verità vi farà liberi»: fake news e giornalismo di pace per Papa Francesco «La verità vi farà liberi»: fake news e giornalismo di pace per Papa Francesco Il messaggio del pontefice per la 52^ Giornata Mondiale delle Comunicazioni Sociali
Giornalisti e influencer cercansi per raccontare la Puglia imperiale Giornalisti e influencer cercansi per raccontare la Puglia imperiale Pubblicato l'avviso regionale per ospitare opinion leader in Puglia nel 2018
Formazione professionale per i giornalisti, si parla di minori e social Formazione professionale per i giornalisti, si parla di minori e social Relatrice la giornalista di BarlettaViva Ida Vinella
© 2001-2019 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.