La senatrice Assuntela Messina incontra Nadia Murad
La senatrice Assuntela Messina incontra Nadia Murad
Politica

Assuntela Messina incontra il nobel per la pace Nadia Murad: "L'italia si impegni contro l'Isis"

Fu picchiata dagli uomini del sedicente stato islamico. Poi, per fortuna, riuscì a fuggire

In Commissione Straordinaria per la Tutela e la promozione dei Diritti Umani del Senato, abbiamo avuto il piacere e l'onore di ospitare in audizione Nadia Murad, attivista per i diritti umani irachena yazida (comunità di etnia curda), nell'ambito dell'indagine conoscitiva sui livelli e i meccanismi di tutela dei diritti umani vigenti in Italia e nella realtà internazionale.

Nadia, insignita del Premio Nobel per la pace 2018, ha una storia che dovrebbe invitare tutti a una profonda riflessione su quanto accade ancora oggi in tante parti del mondo: nell'agosto del 2014, a soli 21 anni, fu rapita e tenuta in ostaggio da parte dell'allora sedicente Stato islamico, insieme con altre 6700 donne yazide. Fu picchiata, ustionata con mozziconi di sigarette e stuprata dagli uomini dell'ISIS. Poi, per fortuna, riuscì a fuggire.

Nadia oggi è una donna libera che si batte come ambasciatrice delle Nazioni Unite per denunciare gli orrendi crimini contro l'umanità che lei stessa ha subìto e per i quali chiede giustizia.

In Iraq, sono ancora oltre 350mila gli yazidi sfollati nei campi profughi, senza identità. Nadia lotta per far sì che al suo popolo sia restituita la possibilità di tornare nella terra natia e ricostruire il Sinjad iracheno, nel nord del Paese. Da oltre un anno, gira il mondo per portare l'eco di una realtà tormentata e per chiedere la risoluzione dei conflitti e la ricostruzione umana, civile, culturale ed economica della sua terra. In qualità di membro della Commissione Diritti Umani del Senato, ritengo urgente e necessario profondere il nostro massimo impegno affinché la Repubblica Italiana aiuti gli yazidi a combattere l'emergenza sanitaria nei campi profughi, per poi farli tornare a casa, e sostenga Nadia a far riconoscere il genocidio del popolo yazida perseguitato dall'Isis"
  • Parlamento italiano
  • Assuntela Messina
Altri contenuti a tema
Cambiamenti climatici, presentata una mozione dalla sen. Messina Cambiamenti climatici, presentata una mozione dalla sen. Messina «Il cambiamento climatico non è solo questione ambientale, ma di sistema: economico, sociale e culturale»
1 Assuntela Messina: «Atto vile lo sfregio alla panchina rossa di Barletta» Assuntela Messina: «Atto vile lo sfregio alla panchina rossa di Barletta» La senatrice dichiara: «Contro la violenza sulle donne ci vogliono risposte concrete, non demagogiche»
"Sblocca cantieri", la senatrice di Barletta Messina presenta due emendamenti "Sblocca cantieri", la senatrice di Barletta Messina presenta due emendamenti «Serve un cambio radicale nel nostro modo di pensare e costruire il vivere comune»
1 Rigenerazione urbana, nota della senatrice di Barletta Assuntela Messina Rigenerazione urbana, nota della senatrice di Barletta Assuntela Messina «Trasformare luoghi degradati in centri di aggregazione sociale»
Vince alle Olimpiadi di Italiano, i complimenti della senatrice Messina Vince alle Olimpiadi di Italiano, i complimenti della senatrice Messina «Ha saputo portare in alto il nome della nostra città»
La Sen. Messina ricorda in aula le vittime pugliesi delle Fosse Ardeatine La Sen. Messina ricorda in aula le vittime pugliesi delle Fosse Ardeatine 19 storie protagoniste di gesta eroiche vissute da uomini liberi
1 Messina: «Costruiamo un mondo più ecologico e sostenibile per le future generazioni» Messina: «Costruiamo un mondo più ecologico e sostenibile per le future generazioni» L'intervento della senatrice barlettana per il “Circular Economy Network”
1 Sui passi di Pietro Mennea, in Senato ricordato il campione di Barletta Sui passi di Pietro Mennea, in Senato ricordato il campione di Barletta L'intervento della senatrice barlettana Assuntela Messina
© 2001-2019 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.