Open
Open
Territorio

Anche nella Bat al via i saldi invernali dal 5 gennaio

Confesercenti invita a limitare gli acquisti online per sostenere l'economia locale

Partenza regolare in Puglia senza colpi di scena. Dal 5 gennaio al 28 febbraio al via i saldi invernali così come stabilito dal Regolamento regionale n. 14 del 29 maggio 2017, pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione Puglia n. 63 del 31 maggio 2017. I saldi invernali rappresentano un'occasione importante per il settore, visto l'andamento economico della stagione, caratterizzato dallo stato di emergenza Covid-19 che ha rallentato le vendite.

La F.I.S.M.O. Confesercenti provinciale BAT invita i consumatori ad acquistare nei negozi della propria città limitando al massimo l'online per evitare di mettere in ginocchio il settore e non rischiare la desertificazione dei nostri centri urbani. L'esercizio commerciale che intende effettuare vendite di fine stagione o a saldo deve comunicare almeno 5 giorni prima allo Sportello Unico per le Attività Produttive (SUAP): i prodotti oggetto della vendita; la sede dell'esercizio commerciale; le modalità di separazione fra i prodotti offerti in vendita di fine stagione da tutti gli altri a prezzo normale (https://bit.ly/modulo_comuni).

Le regole

  • esporre il prezzo di partenza, la percentuale di sconto e il prezzo finale;
  • i prodotti in saldo devono essere esposti separatamente da quelli a prezzo pieno e devono essere chiaramente indicati.
  • si accettano pagamenti con assegni, carte di credito e bancomat;
  • garantire il rispetto delle norme vigenti in materia di garanzia e resi
  • sostituzione del capo acquistato
  • è possibile la prova dei capi in vendita
  • nello stesso esercizio non è consentito effettuare contemporaneamente forme diverse di vendite straordinarie.
«Il mondo gira più veloce di noi - dichiara Tommy Leonetti, presidente della Federazione Italiana Settore Moda della Confesercenti provinciale BAT - Come categoria avremmo voluto che i saldi partissero a fine febbraio visto che in Puglia il freddo più intenso arriva nei mesi di gennaio e febbraio. E' stata, comunque, una stagione sotto tono. Natale è andato meglio e si spera che i saldi possano portare nelle casse degli esercenti maggiori guadagni. L'obiettivo auspicabile resta lo stesso: uniformare la data di inizio saldi in tutta Italia cercando di posticiparne la partenza , unica strada per poter migliorare. La disgregazione non aiuta il settore».

«I commercianti hanno ragione a voler posticipare la data di inizio dei saldi, ma non si può continuare impunemente ad ignorare quanto avviene intorno al settore dove a farla da padrone sono le vendite online, in promozione tutto l'anno, oltre alle massicce offerte commerciali comunicate costantemente dalla grande distribuzione, per di più essendosi allentata ogni forma di controllo e conseguenti sanzioni in caso di inosservanza della norma. È da tempo che lo affermiamo, ma al nostro interno si comincia a prendere atto che bisogna cambiare strategia ed innovarsi nell'esercizio delle attività commerciali.

Non più unicamente negozi fisici, ma un mix tra essi e la possibilità di prevedere tipi particolari di vendite online, aggregandosi nelle costose attività di comunicazione e di marketing, nell'offerta di servizi all'avanguardia, ampliando in modo eterogeneo la professione di imprenditore. La stessa terminologia "saldi invernali e/o saldi di fine stagione" mostra come siano diventate parole anacronistiche che al solo pronunciarle sembrerebbe di essere entrarti in primavera. Sarebbe ora di costituire un tavolo di studio e riforma a livello nazionale e regionale di norme che non soddisfano più nessuno».

Contrario all'inizio dei saldi a gennaio è invece Daniele Santoro, responsabile Imprenditoria Giovanile della Confesercenti BAT: «I saldi - dice - dovrebbero iniziare almeno a fine febbraio anche se ci troviamo, comunque, pronti ad applicarli. Effettueremo sconti a partire da una scontistica del 30% circa con l'intento di invogliare e agevolare i consumatori ad acquistare merce attuale e di stagione che è ancora possibile indossare in questo periodo».
  • Saldi
  • Confesercenti
Altri contenuti a tema
Francesco Petruzzelli si reca a Roma per contestare le bollette: «Sto combattendo per tutti» Francesco Petruzzelli si reca a Roma per contestare le bollette: «Sto combattendo per tutti» Nel frattempo continuano le proteste anche ad Andria
Caro bollette, in diretta i rappresentanti di Confesercenti Bat e FIEPeT Caro bollette, in diretta i rappresentanti di Confesercenti Bat e FIEPeT Verrà illustrato il documento presentato al prefetto
"Stop al caro bollette", il documento di Confesercenti Bat: «Niente speculazioni sotto forma di aumenti» "Stop al caro bollette", il documento di Confesercenti Bat: «Niente speculazioni sotto forma di aumenti» «Vogliamo capire se a livello nazionale si sta capendo che a subirne le conseguenze maggiori sono le piccole imprese»
Saldi estivi: la data fissata non rispecchia la volontà della Confesercenti Puglia e B.A.T. Saldi estivi: la data fissata non rispecchia la volontà della Confesercenti Puglia e B.A.T. «Avevamo chiesto di posticipare i saldi a fine luglio  e invece non siamo stati ascoltati»
Dal 2 luglio via ai saldi estivi anche a Barletta Dal 2 luglio via ai saldi estivi anche a Barletta La data è stata annunciata dalla Regione Puglia
1 Confesercenti e Confcommercio inviano un documento ai quattro candidati sindaci di Barletta Confesercenti e Confcommercio inviano un documento ai quattro candidati sindaci di Barletta "La provincia B.A.T. ha il più basso livello di sviluppo della Puglia come anche le province del Mezzogiorno"
Confesercenti BAT: «Stato di crisi per le imprese balneari» Confesercenti BAT: «Stato di crisi per le imprese balneari» «È necessario che le forze politiche di maggioranza compiano lo sforzo per arrivare ad un accordo equilibrato»
Occupazione del suolo pubblico: chiesto incontro con i sindaci Occupazione del suolo pubblico: chiesto incontro con i sindaci «Per gli ambulanti ci aspettiamo l’allungamento dell’esonero sino al 31 dicembre, o almeno al 30 giugno»
© 2001-2022 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.