Motovedetta CP845
Motovedetta CP845
Attualità

Al via l'operazione "Mare e laghi sicuri 2024"

La nota della capitaneria di porto

Ha preao il via il prossimo ieri l'operazione estiva della Guardia Costiera che quest'anno avrà una nuova denominazione "Mare e laghi sicuri 2024", proprio per dare rilievo all'importante impegno delle donne e degli uomini del Corpo anche nei maggiori contesti lacustri.

L'operazione, che si svolgerà nel periodo estivo, vedrà impegnati ogni giorno 3.000 donne e uomini del Corpo, oltre 400 mezzi navali e 16 mezzi aerei, nel presidiare gli 8.000 km di coste del nostro Paese, come pure i laghi maggiori italiani. Da più di 30 anni l'attività operativa estiva vede le donne e gli uomini della Guardia Costiera al fianco di bagnanti, diportisti e subacquei che scelgono le coste, i mari e i laghi italiani per il proprio svago. Ma non solo: una particolare attenzione viene rivolta anche alla tutela dell'ambiente, a garanzia del regolare utilizzo della fascia costiera; un'attività - quest'ultima - che ha portato, nella scorsa stagione estiva, a restituire alla libera fruizione dei cittadini aree demaniali illecitamente occupate per oltre 197.872 metri quadrati.

L'operazione, che si protrarrà sino al 15 settembre, vedrà impegnati anche i militari in servizio nei comandi della giurisdizione della Direzione Marittima di Puglia e Basilicata Ionica che si avvarranno dei 60 mezzi nautici dislocati lungo il territorio regionale. Lo scorso anno lungo le coste della Puglia e della Basilicata Ionica 172 furono le persone salvate,50 le unità soccorse, 32000 i controlli effettuati e 36.000 i metri quadri di spiagge illecitamente occupate restituite alla collettività.

Quest'anno gli obiettivi della Guardia Costiera di migliorare la sicurezza delle attività marittime, costiere e balneari, tutelando l'ambiente marino e il connesso sistema economico pugliese lungo i suoi 985 km di costa, saranno perseguiti in linea anche alla legge regionale n. 15/2024, istitutiva della giornata regionale della costa, e al protocollo d'intesa siglato tra la Regione Puglia e il Comando generale delle Capitanerie di porto: un percorso che punta, ad efficientare tale settore attraverso l'organizzazione di sinergie, iniziative, manifestazioni, incontri e tavoli di approfondimento, a promuovere nell'opinione pubblica e nelle giovani generazioni la cultura e la conoscenza del sistema costiero e delle peculiarità connesse alla sua tutela e fruizione, lasciando i riflettori accesi sulla costa tutto l'anno, per diffondere una maggiore attenzione rispetto a questo patrimonio immenso che è il sistema costiero regionale
  • Capitaneria di Porto
Altri contenuti a tema
Esercitazione antincendio e di sicurezza nel porto di Barletta Esercitazione antincendio e di sicurezza nel porto di Barletta È stato simulato un “attentato esplosivo ad un Deposito Costiero"
Capitaneria di Porto di Barletta e WorkAut in Pediatria per una Pasqua di dolcezza Capitaneria di Porto di Barletta e WorkAut in Pediatria per una Pasqua di dolcezza Consegnati ovetti e cioccolatini ai piccoli pazienti
La Capitaneria di Porto di Barletta sequestra a Bisceglie 710 ricci di mare La Capitaneria di Porto di Barletta sequestra a Bisceglie 710 ricci di mare Erano stati pescati da due pescatori sportivi in località Salsello
Cambio al vertice del comando della Capitaneria di Porto di Barletta Cambio al vertice del comando della Capitaneria di Porto di Barletta Arriva il capitano di Fregata Antonino Indelicato
Esercitazione antincendio nella Capitaneria di porto a Barletta Esercitazione antincendio nella Capitaneria di porto a Barletta L’esito dell’esercitazione da ritenersi soddisfacente
Ambiente, Rinaldo Pinto e le associazioni di Barletta in visita alla Capitaneria di Porto Ambiente, Rinaldo Pinto e le associazioni di Barletta in visita alla Capitaneria di Porto Consegnato un alberello da mettere a dimora nel giardino del porto
Salvato un surfista in difficoltà durante il maltempo Salvato un surfista in difficoltà durante il maltempo Vari interventi da parte della Capitaneria di Porto di Barletta nel weekend
Emerge un relitto dal mare a Barletta, interdette attività balneari in un tratto della costa Emerge un relitto dal mare a Barletta, interdette attività balneari in un tratto della costa Intervento della Capitaneria di Porto di Barletta: zona transennata
© 2001-2024 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.