Consiglio comunale
Consiglio comunale
Politica

«A Barletta lotte intestine per accaparrarsi una poltrona»

Il M5S commenta il ritiro di due importanti provvedimenti in consiglio comunale

Elezioni Regionali 2020
«Nell'ultimo consiglio comunale questa Amministrazione ha infranto un nuovo record: il sindaco Cannito e la sua maggioranza hanno ritirato non uno, bensì due provvedimenti portati in Consiglio per l'approvazione. L'assenza del sindaco non ha impedito il raggiungimento di questo avvilente risultato, che va ad aggiungersi alla ormai lunga lista di ritiri e figuracce collezionate sin dal primo giorno di consigliatura». Scrivono così i consiglieri comunali del Movimento 5 Stelle Basile Giuseppe, Maria Angela Carone e Coriolano Antonio.

«Si tratta di due importanti questioni: la prima relativa alla nomina del CDA della casa di riposo Regina Margherita e la seconda sulla variante al PRG che permetterebbe la costruzione di nuovi laboratori nella scuola superiore Cassandro-Fermi-Nervi. Ma, come accade ormai da troppo tempo, quando si tratta di decidere su argomenti controversi che non siano mere prese d'atto o ratifiche, la maggioranza si scioglie come neve al sole, mostrando tutta la sua litigiosità, inconsistenza e incapacità amministrativa.

Veti incrociati, lotte intestine per accaparrarsi una poltrona e rivendicazioni feroci, che nulla hanno a che fare con la buona pratica amministrativa e con l'interesse della città.

Il presidente del CDA della casa di riposo, di nomina regionale, ha avuto l'incarico da circa 6 mesi. Da allora la maggioranza non è riuscita ad accordarsi sulla nomina degli altri componenti del CDA, che spetta al consiglio comunale. Il Vice sindaco ha tentato di giustificare l'ingiustificabile con una pezza peggiore del buco: c'è ancora bisogno di tempo per verificare l'assenza di incompatibilità dei papabili. Nominativi che a noi consiglieri di opposizione sono addirittura sconosciuti.

Per i nuovi laboratori del Cassandro-Fermi-Nervi siamo addirittura al secondo ritiro e questo provvedimento viaggia fra commissioni e consiglio già da ottobre 2018, senza che la maggioranza si sia assunta uno straccio di responsabilità.

Il Movimento 5 Stelle non starà fermo ad assistere a questo spettacolo indegno. Come già annunciato in Consiglio, metteremo in atto tutte le azioni a nostra disposizione per far sì che questi ed altri provvedimenti importanti vengano discussi quanto prima».
  • Consiglio comunale
  • Movimento 5 stelle
Altri contenuti a tema
2 Strisce pedonali colorate davanti alle scuole: la proposta Strisce pedonali colorate davanti alle scuole: la proposta I consiglieri comunali Marzocca e Damato: «Un importante segnale di ripartenza nonché di sicurezza, fiducia e speranza»
1 Il Comune di Barletta paga i debiti, anche se non sembrano i suoi Il Comune di Barletta paga i debiti, anche se non sembrano i suoi Dubbi sono sorti sulla condanna al pagamento da parte del Comune di un debito di 19 mila euro nei confronti di un ex dipendente dell’Asp Regina Margherita
1 Maggioranza in affanno, ma le opposizioni non fanno da palliativo Maggioranza in affanno, ma le opposizioni non fanno da palliativo I numeri che vengono a mancare sono avvisaglie che dureranno il tempo di un’estate
1 Le opposizioni: «Maggioranza inconcludente, rissosa e incapace» Le opposizioni: «Maggioranza inconcludente, rissosa e incapace» I consiglieri di opposizione all'indomani del Consiglio comunale: «Farebbero meglio a spiegare le ragioni dello sgarbo istituzionale»
7 «Maggioranza in ottima salute», ma l'affaire Lasala torna in aula «Maggioranza in ottima salute», ma l'affaire Lasala torna in aula Erano 26 i consiglieri comunali assenti nella seduta di ieri, rinviata ad oggi in seconda convocazione
Consiglio comunale, il 27 giugno l'assise torna in aula Consiglio comunale, il 27 giugno l'assise torna in aula Dopo la seduta nell'auditorium del Liceo Scientifico, i lavori del Consiglio torneranno a svolgersi nell'aula di via Zanardelli
2 Prosegue la querelle sul palazzo della Sfida: «Nessuna illegittimità» Prosegue la querelle sul palazzo della Sfida: «Nessuna illegittimità» La nota dei consiglieri comunali di maggioranza, Giuseppe Losappio, Giuseppe Dipaola, Pier Paolo Grimaldi, Michele Maffione e Salvatore Lionetti
4 Immobile Cantina della Sfida, Di Bari (M5S): «Un'offesa alla dignità di Barletta» Immobile Cantina della Sfida, Di Bari (M5S): «Un'offesa alla dignità di Barletta» La consigliera regionale Grazia Di Bari interviene nella querelle: «Su queste cose gli assessori si dimettono o le giunte cadono»
© 2001-2020 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.