Massimo Margiotta
Massimo Margiotta
Calcio

Ternana – Barletta, ecco i voti

Bene Margiotta e Bellomo, male la difesa

Dossena voto 5.5: mandato in campo quasi a furor di popolo al posto dello sciagurato Tesoniero, il numero dodici della squadra biancorossa convince fino ad un certo punto. Sicuramente dà più certezze del suo illustre collega anche se mostra anch'egli qualche incertezza in qualche occasione di troppo, soprattutto in occasione del goal di Tozzi Borsoi dove le correnti di pensiero si dividono tra chi pensa che abbia le sue responsabilità e tra chi pensa che forse qualcuno lì in difesa ha dormito.

Perico voto 6: eccessivi pericoli dalle sue parti non arrivano, si rende pericoloso di una bella discesa nel corso del primo tempo che porta alla conclusione Caccavallo. Fin qui gli si rimproverava lo scarso apporto in fase offensiva che puntualmente oggi il terzino biancorosso ha cercato di colmare proponendosi a più riprese nella manovra d'attacco.

Anselmi voto 5: si fa trovare impreparato assieme al compagno di reparto Lucioni in occasione dell'unica vera e propria palla goal della Ternana. Nell'azione del primo goal, l'attaccante Tozzi Borsoi ha tutto il tempo di scivolare, rialzarsi, e calciare a rete la palla che darà il là alla quinta sconfitta stagionale. Fin lì la partita del capitano biancorosso era circoscritta ad un mero lavoro di controllo degli attaccanti della Ternana il quale quest'oggi non erano proprio irresistibili (35' s.t. Baraldo s.v.).

Lucioni voto 5.5: mezzo voto in più per qualche pericolo che come sempre crea in fase offensiva. Infatti in ogni partita nel tabellino delle occasioni fallite non può mancare la firma del "Lucio" biancorosso, guardare infatti al minuto 13' del primo tempo, quando il difensore biancorosso sfiora il goal dell'ex mandando alto un bel suggerimento di Bellomo. Non immune da colpe anch'egli in occasione dei due goal al pari del collega Anselmi.

Masiero voto 5: la novità se vogliamo e che quest'oggi il terzino biancorosso non ne combina un'altra delle sue, ma nel contempo l'erede di Oddo si rende protagonista di una partita anonima. Pericoli dalle sue parti non arrivano molti, e quando arrivano pensa bene di entrare con un entrataccia che gli costa anche il cartellino giallo. Il risultato alla fine, è, che non si riesce a trovare neanche la sua ombra in una qualche azione biancorossa in fase di attacco.

Agnelli voto 5.5: molto meglio quest'oggi rispetto alle precedenti uscite. Tiene bene il centrocampo per buona parte del primo tempo, o meglio nella parte di gara in cui il Barletta ha schiacciato la Ternana nella sua metà campo.
Alla distanza la squadra di casa viene fuori, è il mediano biancorosso naufraga assieme a tutta la squadra biancorossa.

Menicozzo voto 6: ancora una partita di sostanza da parte del centrocampista biancorosso. Non si risparmia in copertura, cosi come non disdegna di proporsi in fase di attacco anche se con scarsi risultati vedere il minuto 27 del primo tempo quando tenta la gran botta da fuori mandando la palla fuori di qualche metro.

Rajcic voto 6: non proprio una partita all'altezza del suo nome, ma il giocatore croato non si risparmia mai. Sempre nel vivo dell'azione, tante le azioni che partono dai suoi piedi, cosi come tanti sono i palloni recuperati a centrocampo dal giocatore biancorosso.
Che la sua presenza è di fondamentale importanza lo si avverte al minuto 23 del secondo tempo quando lascia il posto ad un evanescente Simoncelli (23 s.t. Simoncelli s.v.).

Bellomo voto 6.5: il suo dirimpettaio Bizzarri prova a stargli dietro senza successo, al punto che sarà stato ben vivo negli incubi del difensore rossoverde. Il listino parla di una traversa – l'ennesima per la squadra biancorossa – oltre ai tanti palloni messi sui piedi di Margiotta.
Vera spina nel fianco della difesa della Ternana, il giocatore biancorosso è sicuramente uno dei pochi acquisti azzeccati della campagna estiva messa a segno dalla dirigenza di Via Veneto. Il 4-3-3 non è il suo modulo, ma Margiotta è il suo partner ideale, con cui quest'oggi ha dimostrato avere una buona intesa.

Caccavallo voto 5: aldilà di qualche occasione, l'attaccante biancorosso quest'oggi ha disputato una gara troppo sottotono rispetto alla gara di Nocera inferiore e rispetto alla gara contro il Foggia. L'impegno non è mancato ma al contempo si è rivelato essere poco incisivo in fase d'attacco, estraniandosi il più delle volte dalla manovra d'attacco(15'.s.t. Infantino voto 6).

Margiotta voto 6,5: se il portiere della Ternana Visi, non avrebbe estratto quella magia dal cilindro sul suo tiro nel primo tempo, forse la gara avrebbe preso un'altra piega. Nonostante tutto il mai domo "el puntero" ha letteralmente fatto impazzire la difesa avversaria, lottando su tutti i palloni e facendo venire i brividi e piu riprese alla squadra gialloverde.

Sciannimanico voto 4.5: Non si sa ancora se arriverà a Domenica, ma sta di fatto che in tanti hanno capito che i giocatori acquistati nella precedente campagna acquisti sono poco congeniali al suo 4-3-3, ma l'unico che sembra non averlo capito è proprio lui.
È ovvio che il modulo da lui adottato penalizza in modo particolare Bellomo e Agnelli, oltre ad esporre a cattive figure i due terzini Perico e Masiero, i quali ad oggi hanno mostrato diverse difficoltà in fase difensiva. Vista la buona intesa mostrata quest'oggi da Margiotta e Bellomo non sarebbe un reato ipotizzare un 4-4-2 con Bellomo appena dietro Margiotta, e con un centrocampista in più sulla linea mediana al fianco di Agnelli, e quindi Rajcic e Caccavallo impiegati come laterali di centrocampo.


  • SS Barletta Calcio
  • Calcio
  • Campionato
Altri contenuti a tema
1 Barletta-Matera 2-0. Finalmente tre punti. Finalmente una squadra Barletta-Matera 2-0. Finalmente tre punti. Finalmente una squadra Biancorossi vittoriosi dopo tre mesi di turbolenta agonia
Barletta in casa del Gallipoli con l’obbligo dei tre punti Barletta in casa del Gallipoli con l’obbligo dei tre punti Biancorossi a caccia di un successo che manca dal 12 novembre
Giuseppe Venanzio dal Barletta alla Fidelis Andria Giuseppe Venanzio dal Barletta alla Fidelis Andria Il classe 2005 barlettano lascia i biancorossi e si accasa ai federiciani
1 Claudio Cassano, il gioiello del calcio barlettano che gioca in serie B Claudio Cassano, il gioiello del calcio barlettano che gioca in serie B Intervista al numero 10 del Cittadella
Gol, gioco, Gravina battuto e quinto posto: Barletta ora dicci chi sei Gol, gioco, Gravina battuto e quinto posto: Barletta ora dicci chi sei Gialloblu murgiani battuti e zona playoff agganciata, ma il bello (o il brutto) arriva ora con gli scontri diretti
Barletta-Gelbison 0-0. Bel gioco, ma pochi gol: un film già visto Barletta-Gelbison 0-0. Bel gioco, ma pochi gol: un film già visto Biancorossi sempre più solidi e sicuri, ma ancora troppo sterili
Claudio Cassano, arriva il primo gol stagionale con il Cittadella Claudio Cassano, arriva il primo gol stagionale con il Cittadella Il talento barlettano esulta per la prima volta con la maglia granata
Prima categoria: Etra e Audace Barletta nel girone A Prima categoria: Etra e Audace Barletta nel girone A Tanto Gargano e qualche nome piuttosto illustre per le squadre barlettane
© 2001-2024 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.