tennistavolo2
tennistavolo2
Tennistavolo

Tennistavolo, bronzo "nazionale" per l'ACSI ONMIC Lamusta Barletta

Oltre 150 atleti hanno preso parte al Torneo Nazionale a Manfredonia

Mancano ormai tre settimane all'evento pongistico più atteso, più intrigante, più insidioso e più prestigioso della stagione agonistica targata FITET. A quale manifestazione ci si riferisce? Ai Campionati Italiani Individuali di tutte le Categorie che, dal 3 al 17 giugno, faranno ritorno nella loro "location fisiologica", ovvero nel Palatennistavolo "Aldo De Santis" di Terni. Com'è tradizione consolidata, ogni anno (ed anche quest'anno) una serie di eventi agonistici, sia in ambito nazionale che regionale, precede la manifestazione "simbolo" di questa disciplina meglio conosciuta come pong pong.Uno di questi fascinosi eventi ha fatto tappa in Puglia. Sabato 6 e domenica 7 maggio scorsi la città di Manfredonia (Fg) ha ospitato Il Torneo Nazionale Individuale di Quinta Categoria, ultima prova di qualificazione ai Campionati Italiani teste' menzionati (assegnati, come già detto, alla Regione più verde d'Italia).

Centocinquanta atleti, in rappresentanza di tutti i sodalizi italiani di tennistavolo, si sono dati battaglia, fino all'ultimo punto dell'ultimo set, per raggiungere l'ambitissimo podio o semplicemente per conseguire un onorevole piazzamento e rientrare nel ristretto novero delle teste di serie che comporranno il Tabellone finale dei Campionati Italiani in terra umbra. La Polisportiva ACSI ONMIC Ottica Lamusta Barletta ha preso parte al Torneo Nazionale con Vito D'Amore, Maurizio Lamusta, Ruggiero Rutigliano e Mario Sardella.

Il ritorno sul palcoscenico agonistico nazionale (palcoscenico, è quanto mai opportuno ricordare, che il club ACSI ONMIC Lamusta "calpesta" ininterrottamente da ben 36 anni) per il veterano Vito D'Amore non e' stato esaltante ma, senza timore di smentita, rassicurante.L'esperto pongista tranese, in forza al team barlettano dal 2009, non ha avuto uno start "bruciante", vincendo con Checola (Ping Pong Club San Paolo Civitate) ma inciampando sull'ostico Mittiga (Pol .Galaxy Reggio Calabria). Il superamento del girone,come secondo, e' stato possibile grazie alla brillante affermazione sul campano Pane (T.T. Sorrento). Entrato nel tabellone eliminatorio, D'Amore è approdato ai trentaduesimi di finale dove ad attenderlo c'era l'enfant prodige campano (di soli dieci anni!) Calarco. Il match e' stato combattuto, avvincente ma D'Amore si e' dovuto arrendere alla freschezza atletica ed all'eccellente bagaglio tecnico messi in mostra dal giovanissimo avversario. Più che lodevole la prestazione offerta dal "vice -presidente" Maurizio Lamusta, per l'occasione tornato a vestire la divisa da atleta. Il 43enne barlettano,sfoderando la sua calma serafica, ha brillantemente superato il girone di qualificazione,vincendo su Rodolfo Funari (T.T. Trani) e Sicuranza (T. T. Martiri Ariano Irpino). Ininfluente,al fini del superamento del girone, la sconfitta di misura (2 -3) rimediata contro il promettente Giuliano Vangi (T.T. Corato). Nel tabellone ad eliminazione diretta l'atleta - dirigente del club barlettano ha dovuto issare "bandiera bianca" (lui pure ai trentaduesimi di finale) contro la vecchia volpe Gennaro Miranda (Libertas Capua). Le speranze riposte nel talentuoso quindicenne Mario Sardella sono state adeguatamente ripagate.

Il giovane pongista barlettano ha letteralmente dominato il girone di qualificazione,superando nettamente e sorprendentemente il granitico Ruggiero Rutigliano (compagno di squadra in serie D1 e pilastro pregiato del sodalizio barlettano).Sardella ha piegato pure la resistenza del promettente Ciccia ( C.T.T Molfetta) e dell'esperto Gerbasio ( T.T. Salerno). Entrato con pieno merito nel tabellone ad eliminazione diretta, nei trentaduesimi ha sconfitto l'inossidabile Cosimi (T.T. Campibasso) e nei sedicesimi il lucano Vincenzo Ferraiuolo.Giunto agli ottavi di finale, ha dovuto affrontare il leccese Melli (T.T. Salento).Al termine di un confronto equilibrato e ricco di contenuti tecnici, Mario Sardella e' stato costretto ad un'inevitabile capitolazione contro il valente avversario. Grande,anzi grandissima soddisfazione per l'eccellente piazzamento conseguito da Ruggiero Rutigliano.

Con incomparabili umiltà e determinazione, l'iceberg dell'ACSI ONMIC Lamusta Barletta (pongista di serie C1 Nazionale dal 2007 al 2009 e nella stagione 2014 - 2015) ha superato il girone da "secondo" a seguito dello stop rimediato, come già detto, contro "il giovane amico" Mario Sardella.Rutigliano ha nettamente prevalso sui già mezionati Ciccia e Gerbasio. Nei trentaduesimi si e' sbarazzato di Fabrizio Mellino (A.S.D. Stella del Sud Napoli) con un pesante 3 a 0, nei sedicesimi ha travolto con lo stesso score Antonio Lillo ( A.S.D. Maurizio Lembo Monopoli), negli ottavi ha avuto la meglio sul siciliano Francesco Baialardo (ex n. 180 d'Italia negli anni '90 ed attualmente tesserato con la Libertas Zaccagnini), nei quarti non ha dato scampo all'ostico Corrado Ficco (T.T. Salento). Inarrestabile come un ciclone, il trentenne barlettano ha raggiunto le semifinali.Avversario di turno Augusto Tommasone, espertissimo pongista campano in forza all'ASD T.T. Libertas Capua e vice-campione di Seconda Categoria negli anni '70. Rutigliano,tirando fuori un animus pugnandi da giocatore di altissimo livello,ha lottato come un gladiatore su ogni punto. Il match e' stato combattutissimo,equilibratissimo,inequivocabilmente avvincente.Al quinto e decisivo set Rutigliano ha avuto un match point, Tommasone glielo ha annullato, si e' portato in vantaggio e ha chiuso a suo favore l'incontro piu' bello di questo Torneo Nazionale.Un pizzico di amarezza per una finale "mancata" ma tanta,tantissima gioia per un prestigiosissimo terzo posto conseguito in una manifestazione nazionale.E,soprattutto, un altro trofeo nella gia' nutrita bacheca di un sodalizio,quello barlettano,abituato da ben 36 anni a vivere emozioni "nazionali".
  • Tennistavolo
Altri contenuti a tema
Tennistavolo: in campo tutte le squadre targate ACSI ONMIC Lamusta Tennistavolo: in campo tutte le squadre targate ACSI ONMIC Lamusta Maurizio Lamusta: «Sognare è legittimo, lottare con umiltà e determinazione è un preciso dovere»
ACSI ONMIC Lamusta impegnata su due fronti ACSI ONMIC Lamusta impegnata su due fronti Due impegni agonistici, uno a squadre e l'altro individuale, hanno caratterizzato lo scorso weekend
L'ACSI ONMIC Ottica Lamusta si aggiudica il recupero in serie D1 L'ACSI ONMIC Ottica Lamusta si aggiudica il recupero in serie D1 Dopo due ore di gara, il team barlettano è riuscito nell'ardua impresa di espugnare il "campo minato"
Tennistavolo, secondo turno positivo per l'ACSI Barletta Tennistavolo, secondo turno positivo per l'ACSI Barletta Maurizio Lamusta: «Le insidie di questo Campionato Nazionale sono tantissime, il team ne è consapevole»
1 Tennistavolo, partono i Campionati a Squadre Tennistavolo, partono i Campionati a Squadre Una vittoria ed una sconfitta per le tre formazioni della Polisportiva ACSI ONMIC Barletta
Tennistavolo, primo impegno nazionale per l'ACSI ONMIC Lamusta Tennistavolo, primo impegno nazionale per l'ACSI ONMIC Lamusta Novità per gli imminenti impegni sportivi
L'ACSI ONMIC Lamusta Barletta conosce le avversarie in C1 nazionale L'ACSI ONMIC Lamusta Barletta conosce le avversarie in C1 nazionale «Ad astra si giunge esclusivamente per aspera»
Sono trascorse soltanto tre settimane dallo "start" della nuova stagione FITET 2017 -2018 Sono trascorse soltanto tre settimane dallo "start" della nuova stagione FITET 2017 -2018 Ma la macchina organizzativa e' gia' al lavoro
© 2001-2017 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.