portiere Michele Filannino
portiere Michele Filannino
Calcio

L'ultimo volo del portiere Michele Filannino, Barletta ricorda questo atleta d'altri tempi

Fondatore della Scuola Calcio Brasilia, «buono e generoso, ha dato tanto agli altri»

Due giorni fa le esequie di Michele Filannino, portiere e fondatore della Scuola Calcio Brasilia che molti a Barletta conoscono e stimano. Un atleta d'altri tempi venuto a mancare all'affetto dei suoi cari all'età di 65 anni, dopo alcuni anni di sofferenza per un male incurabile.

Proprio nella città della Disfida tanta gente si è stretta attorno alla famiglia durante la messa dei funerali officiata due giorni fa da don Francesco Doronzo nella Chiesa di Santa Maria degli Angeli. Una persona mite ed equilibrata, un papà esemplare, come l'ha ricordato la figlia Antonia : «È stato buono e generoso, un padre amorevole. Lo è stato per tutta la sua vita, anche nella malattia. Ha conosciuto la vera sofferenza e nonostante la malattia lo stesse divorando, il suo cuore e la sua tempra non hanno mai ceduto di un passo».

Non da meno, i commenti da parte di tutto l'ambiente calcistico: «un'atleta di sani principi e valori, un portiere di carattere e di personalità, ha dato tanto agli altri», come l'hanno descritto alcuni dei suoi compagni di squadra da Paolo Cariati a Emanuele Di Benedetto, Tonino Musti, Franco Quarto, Giovanni Scassano, Ruggiero Di Cuonzo, gli allievi della prima Scuola Calcio Brasilia fondata insieme al fratello Ruggiero a Barletta e i tifosi, in particolare quelli di Canosa che l'hanno conosciuto e stimato durante la lunga militanza con la maglia rossoblu.

Dal 1979 al 1987 è stato il portiere della S.S. Canosa, elegante e longilineo, titolare inamovibile, otto anni indimenticabili per quanto fatto vedere in campo, parate mozzafiato e fior di reti sventate, e fuori per la sua signorilità: dal Campionato di Serie D–Girone E, all'Interregionale - Girone L, alla semifinale di Coppa Italia dell'81-82, a quelli di Promozione fino all'ultimo disputato nell'86-87 al campo "S. Marocchino", in terra battuta sotto la presidenza del compianto dottor Pasquale Malcangio, come riporta l'almanacco "Canosa nel Pallone. Frammenti di Storia", scritto da Michele Di Ruggiero, Marino Pagano e Bartolo Carbone, pubblicato nel 2009. La maglia numero 1 indossata da Michele Filannino che l'ha onorata con classe e carisma, passione e dedizione, doti umane e sportive radicate nell'animo di pochi, che resteranno per sempre nei ricordi e nei cuori rossoblu.
Il portiere Michele Filannino nella sua squadraIl portiere Michele Filannino nella sua squadra
  • Grandi campioni
Altri contenuti a tema
Lea Pericoli: «Il mio tennis, tanta passione e pochi soldi» Lea Pericoli: «Il mio tennis, tanta passione e pochi soldi» In attesa della Fed Cup Italia-Tapei, l’intervista alla signora del Tennis
1 Verso Italia-Taipei, a Palazzo Della Marra la presentazione della Fed Cup Verso Italia-Taipei, a Palazzo Della Marra la presentazione della Fed Cup Tra gli interventi anche la campionessa Lea Pericoli
Italia-Svezia a Barletta, maxischermo a piazza Aldo Moro per una grande festa azzurra Italia-Svezia a Barletta, maxischermo a piazza Aldo Moro per una grande festa azzurra "Piazza Azzurri" di Telenorba fa tappa nella città della Disfida
Quella volta che Muhammad Ali incontrò Pietro Mennea Quella volta che Muhammad Ali incontrò Pietro Mennea Il mondo saluta il pugile più grande di tutti i tempi, scomparso oggi dopo una lunga malattia
Al circolo Tennis di Barletta torna il challenger "Città della Disfida" Al circolo Tennis di Barletta torna il challenger "Città della Disfida" Montepremi di 42.500 euro, "Hugo Simmen" ancora tempio della terra battuta
Un bambino di nome Pietro Mennea diventa freccia del sud in via Chieffi Un bambino di nome Pietro Mennea diventa freccia del sud in via Chieffi Secondo giorno di riprese, tanti i curiosi per la fiction Rai
La Giunta lancia un concorso di idee: il monumento a Pietro Mennea si farà La Giunta lancia un concorso di idee: il monumento a Pietro Mennea si farà Passa anche il piano triennale del fabbisogno del personale 2013-2015
Pietro Mennea, una fiaccolata per ricordare la "Freccia del Sud" Pietro Mennea, una fiaccolata per ricordare la "Freccia del Sud" Corteo illuminato da Piazza Aldo Moro alla Cattedrale Santa Maria Maggiore
© 2001-2019 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.