Barletta 1922 - Audace
Barletta 1922 - Audace
Calcio

Coppa Italia Dilettanti: il Barletta 1922 travolge per 4-0 l’Audace

L’undici di Mister Farina si qualifica per il turno successivo della fase regionale

Un Barletta 1922 cinico, solido e spietato rifila un secco 4-0 all'Audace nella stracittadina di ritorno valevole per il primo turno della fase regionale di Coppa Italia Dilettanti. Un risultato netto, inequivocabile che la dice lunga sulla forza dell'organico biancorosso, guidato da Francesco Farina, che si candida ad un ruolo di protagonista assoluto del campionato di Eccellenza Pugliese 2020/21.

A parziale attenuante dei ragazzi di mister Beppe Iannone, l'espulsione del centravanti Musa Leigh ed un probabile mani in area non visto dall'arbitro Lovascio di Molfetta sul finire del primo tempo, quando comunque si era sul 2-0 per il Barletta 1922. Rispetto alla gara d'andata, terminata sull' 1-1, Farina ridisegna la squadra con Telera al posto di Colucci, l'under Boiano al posto di Gasbarre e soprattutto opta per un attacco più agile e fantasioso con Varsi dal primo minuto al posto di Di Rito, a far compagnia a Loiodice e Morra. Stesso undici dell'andata invece per l'Audace, con la sola eccezione di Ragno in luogo dell'assente Guacci.

La gara ha inizio con 10 minuti di ritardo a causa di un rogo di sterpaglie proprio nei pressi del terreno di gioco dell'impianto "Fausto Coppi" di Ruvo di Puglia. La gara ha inizio con un Barletta subito deciso a far sua l'intera posta in palio. Al 8' Ganci recupera palla sulla tre quarti avversaria e serve l'accorrente Telera, il quale dalla destra lascia partire un traversone che Loiodice buca clamorosamente, sulla palla si avventa però capitan Massimo Pollidori che con un preciso rasoterra batte Cilli e porta in vantaggio il Barletta 1922.

Al 12' su uno schema da calcio piazzato Loiodice si presenta solo davanti a Cilli , il quale è bravissimo a respingere la conclusione ravvicinata del numero 10 biancorosso.
Al 16' Musa Leigh e Milella vengono a contatto, con il numero 4 biancorosso che rimane dolorante a terra. Si accende un parapiglia con l'attaccante nigeriano dell'Audace e Varsi che non se le mandano a dire, costringendo il direttore di gara ad ammonire entrambi.

Al 22' fallo di Ngracanj su Bonasia al limite dell'area, batte magistralmente Lojodice che firma il raddoppio del Barletta 1922 con un gran destro a giro sul secondo palo sul quale nulla può stavolta Cilli.

I biancorossi sono ormai padroni del campo e della partita, mentre per l'Audace si fa notte al 40' quando Musa Leigh e Aprile vengono nuovamente a contatto. L'arbitro vede un fallo di reazione di Musa Leigh e lo manda anzitempo sotto la doccia tra le vibranti proteste dei suoi compagni di squadra.

Sotto di due gol e di un uomo, i ragazzi di Beppe Iannone sbandano paurosamente, e al 44' Boiano tutto solo in area calcia alle stelle il pallone del 3-0 servitogli dallo scatenato Loiodice. Un minuto più tardi l'Audace conclude il primo tempo recriminando ancora una volta contro la terna arbitrale, questa volta per un probabile tocco di mano in area da parte di un difensore del Barletta.

Nel secondo tempo, pronti via e Varsi lancia in profondità Morra, il quale da destra mette al centro per il comodissimo tap in vincente da parte di Loiodice che pone praticamente fine alla contesa.

Di li al 90' infatti vi è da segnalare soltanto il gol del 4-0 finale da parte del Barletta segnato di testa da Morra su ennesimo assist di uno scatenato Loiodice.
34 fotoBarletta 1922 - Audace
Barletta 1922 - AudaceBarletta 1922 - AudaceBarletta 1922 - AudaceBarletta 1922 - AudaceBarletta 1922 - AudaceBarletta 1922 - AudaceBarletta 1922 - AudaceBarletta 1922 - AudaceBarletta 1922 - AudaceBarletta 1922 - AudaceBarletta 1922 - AudaceBarletta 1922 - AudaceBarletta 1922 - AudaceBarletta 1922 - AudaceBarletta 1922 - AudaceBarletta 1922 - AudaceBarletta 1922 - AudaceBarletta 1922 - AudaceBarletta 1922 - AudaceBarletta 1922 - AudaceBarletta 1922 - AudaceBarletta 1922 - AudaceBarletta 1922 - AudaceBarletta 1922 - AudaceBarletta 1922 - AudaceBarletta 1922 - AudaceBarletta 1922 - AudaceBarletta 1922 - AudaceBarletta 1922 - AudaceBarletta 1922 - AudaceBarletta 1922 - AudaceBarletta 1922 - AudaceBarletta 1922 - AudaceBarletta 1922 - Audace
Elezioni Amministrative 2022
Candidati sindaco
Candidati al consiglio comunale
  • Audace Barletta
  • Asd Barletta 1922
Altri contenuti a tema
Odissea “Puttilli”: l’ASD Barletta 1922 chiama la politica ad un’assunzione di responsabilità Odissea “Puttilli”: l’ASD Barletta 1922 chiama la politica ad un’assunzione di responsabilità Tra squalifiche del campo e questione stadio, inizia in salita l’avventura in Serie D del Barletta
Asta benefica per celebrare il Centenario del Barletta Calcio Asta benefica per celebrare il Centenario del Barletta Calcio Subbuteo Club Barletta dà l'appuntamento a giovedì 19 maggio
Lettera d'amore per il Barletta calcio Lettera d'amore per il Barletta calcio «Il bianco e il rosso sono sempre stati i colori che ho conservato nel cuore»
13 Grazie ragazzi. Grazie Barletta Grazie ragazzi. Grazie Barletta La storia di una società, di un mister, di una curva e di un gruppo di giocatori più forti di tutto e di tutti
Grande stagione per il Barletta: vince anche la Coppa Italia Grande stagione per il Barletta: vince anche la Coppa Italia Vittoria e festeggiamenti a Rieti per la Finale Coppa Italia Eccellenza
Una squadra di Subbuteo dedicata al Barletta 1986/87 in serie B Una squadra di Subbuteo dedicata al Barletta 1986/87 in serie B Al via un'asta benefica per realizzare il progetto in occasione del centenario biancorosso
Centenario biancorosso: il problematico Barletta di Tatò e l’apocalisse Perpignano - Tredicesima parte Centenario biancorosso: il problematico Barletta di Tatò e l’apocalisse Perpignano - Tredicesima parte 2011-2015, dai rimpianti del Barletta di Mazzeo e Schetter, al secondo controverso fallimento
Centenario biancorosso: dopo 15 anni è di nuovo C/1 - Dodicesima parte Centenario biancorosso: dopo 15 anni è di nuovo C/1 - Dodicesima parte 2008-2011, i ragazzini terribili di Sciannimanico e Sfrecola e l’inizio dell’era Tatò
© 2001-2022 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.