Sconfitta Calcio
Sconfitta Calcio
Calcio

Calciomercato, colpo di scena: Innocenti si sposa con l’Andria

I cugini andriesi raggiungono l’accordo con l’attaccante biancorosso

Tanto tuonò che piovve. Era infatti nell'aria nelle ultime ore l'addio di Re Riccardo Innocenti a quel posto da titolare nell'attacco biancorosso. Chiuso e forse quasi offeso dall'arrivo di un'altra prima donna nel reparto avanzato, ossia Di Gennaro, Innocenti in questi giorni di ritiro si è guardato intorno, valutando tutte le offerte. E quella del presidente andriese Fusiello è stata la più gradita e la più cospicua. Perciò Re Riccardo passa da idolo della curva nord biancorossa a probabile idolo biancoazzurro. Innocenti sarà legato ai cugini andriesi con un contratto annuale, che prevede la possibilità di un ulteriore rinnovo a fine stagione.

Un tradimento che forse gran parte dei tifosi biancorossi non si attendevano dal proprio beniamino. Il bomber di Alfonsine lascia perciò Barletta dopo solo 6 mesi, e dopo aver contribuito alla salvezza del sodalizio di via Vittorio Veneto. Raggianti le parole del presidente in pectore della società andriese, Riccardo Fusiello, che sottolinea l'importanza del colpo Innocenti: «Abbiamo acquistato un calciatore di grande importanza che ha realizzato 15 reti la scorsa stagione tra Taranto e Barletta. Innocenti - gongola Fusiello - rappresenta una certezza avendo, sempre in carriera, mantenuto livelli altissimi». «Riccardo Innocenti - conclude Fusiello - è il regalo che la società fa ai tantissimi sostenitori che hanno sottoscritto l'abbonamento a scatola chiusa ed è invece lo sprone agli altri sportivi andriesi ad abbonarsi».

Riccardo Innocenti sarà dunque un tesserato biancoazzurro, per la gioia di tutta la tifoseria andriese, capitanata dal suo primo grande esponente, lo stesso presidente. Alla gioia però dei cugini andriesi, si contrapporrà sicuramente lo spaesamento e l'incredulità dei tifosi biancorossi, "traditi" dal Re proprio nel momento più bello.
  • SS Barletta Calcio
  • Calcio
  • calciomercato
Altri contenuti a tema
Amarcord biancorosso. 1980-1984: gli anni dell’inviolabile Stadio Comunale Amarcord biancorosso. 1980-1984: gli anni dell’inviolabile Stadio Comunale Nel giorno più buio del calcio italiano nasce il Barletta delle “furie rosse”
1 Covid-19: fermo (senza polemiche) anche il campionato di Eccellenza Covid-19: fermo (senza polemiche) anche il campionato di Eccellenza I giorni dell’emergenza e la dignità del calcio minore
25° turno Eccellenza pugliese: Audace alla ricerca del colpaccio, Barletta 1922 in cerca di stimoli 25° turno Eccellenza pugliese: Audace alla ricerca del colpaccio, Barletta 1922 in cerca di stimoli Due squadre che non hanno quasi più nulla da chiedere al campionato
2 Febbraio 1990: nell’inferno dello Zaccheria, l’Italia conosce Nicola Dibitonto Febbraio 1990: nell’inferno dello Zaccheria, l’Italia conosce Nicola Dibitonto Il giovane portiere barlettano fu indubbiamente protagonista indiscusso di quell’epica pagina di calcio biancorosso
Barletta 1922 e Audace: contro Deghi e San Severo è assolutamente vietato sbagliare Barletta 1922 e Audace: contro Deghi e San Severo è assolutamente vietato sbagliare I prossimi impegni in cui le due squadre barlettane non possono fallire
Picci-Pignataro: storie di gol, passione e sacrificio in un calcio malato Picci-Pignataro: storie di gol, passione e sacrificio in un calcio malato Vicende parallele con protagonisti due bomber di Eccellenza pugliese
L’Audace Barletta torna a convincere, vittoria contro il Trani L’Audace Barletta torna a convincere, vittoria contro il Trani La conquista arriva dopo i due ko consecutivi contro Unione Calcio Bisceglie e Orta Nova
Due svarioni difensivi e un fuorigioco forse inesistente condannano l’Audace Due svarioni difensivi e un fuorigioco forse inesistente condannano l’Audace Al Manzi di Barletta passa meritatamente la Fortis Altamura
© 2001-2020 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.