Barletta Calcio Acrobazia
Barletta Calcio Acrobazia
Calcio

Barletta Calcio: stop interno con il Campobasso

L’1 a 1 potrebbe interrompere il cammino nella Coppa Italia di Lega Pro

Nell'incontro disputato questo pomeriggio al "Cosimo Puttilli", valevole per la quinta e ultima giornata della fase a gironi di Coppa Italia Lega Pro, girone I, Barletta e Nuovo Campobasso non vanno oltre l'uno a uno.

Un pareggio che potrebbe scontentare tutti. Le due squadre in campo, che potrebbero non essere tra le migliori seconde aventi diritto al ripescaggio, e anche il pubblico sugli spalti, che riteneva probabilmente lecito attendersi qualche spunto in più dalla gara di oggi pomeriggio. Di qui i diversi fischi che hanno seguito la fine della partita. Alla mancanza di spettacolo ha contribuito anche la pioggia battente caduta su Barletta dalla mattinata, che ha appesantito il terreno di gioco, rendendo difficile il controllo e la gestione del pallone, in particolare nella seconda frazione.

I due tecnici, Sciannimanico e Carannante, tengono a riposo diversi titolari. Il mister biancorosso deve far fronte a diverse defezioni tra squalificati, come Menicozzo, infortunati di lungo corso come Baraldo, D'Allocco e Caccavallo, e gli acciaccati Simoncelli, Infantino e Agnelli. Se a questo si somma il turno di riposo per tre titolari come Tesoniero, Lucioni e Carbonaro, ne vien fuori un Barletta rabberciato, con due '93 ( Ballarino e Napoletano) a comporre la fascia destra, rispettivamente esterno basso e esterno alto. Nel 4-3-1-2 tra i pali gioca Dossena, il "portiere di coppa", in difesa completano il reparto Lanotte a sinistra e Lorusso-Anselmi come coppia centrale, davanti alla difesa Guerri e Rajcic coprono le spalle al vivace Bellomo; l'esordiente Picone e il rientrante Shiba si muovono in attacco.

Il Nuovo Campobasso tiene a riposo qualche titolare, ma propone un gioco d'attacco sin dalle prime battute. Gli esterni alti Cruz e De Falco in fase offensiva spesso affiancano le due punte Murati e Marozzi, trasformando il 4-4-2 in un 4-2-4 offensivo. Gennarelli e Fazio sono i mediani, in difesa da destra a sinistra Giusti, Scudieri, Di Fiordo e Barbato difendono la porta di Ascani, che sostituisce l'ex di turno Furlan.
I primi venti minuti non offrono molto. Da un lato Bellomo e dall'altro De Falco tentano di accendere la luce ma senza successo: le loro conclusioni escono a lato. Al 24' lampo di Bellomo che imbecca Napoletano a destra, il cui tiro-cross viene bloccato in due tempi da Ascani. Per sbloccare la partita, Sciannimanico dispone il Barletta con un 4-2-3-1, con Shiba largo a sinistra e Bellomo più vicino al timido Picone. Ma è il Nuovo Campobasso ad avere l'occasione più ghiotta: al 30' Murati salta Lorusso e serve in profondità Marozzi, il cui tiro è respinto con i piedi da un buon Dossena. Nel Barletta risponde il solito Bellomo: al 31' si libera al limite, ma calcia alto di sinistro, al 35' offre un cioccolatino a Shiba, che entra in area ma spara addosso ad Ascani. Al 40' Lorusso si appoggia a Murati e rimedia un'ingenua ammonizione per proteste. Punizione di seconda sulla quale Fazio appoggia per Cruz, che con un destro teso a mezza altezza infila alla destra di un Dossena in leggero ritardo. Al 41' Nuovo Campobasso in vantaggio.
Il Barletta stavolta reagisce immediatamente, e al 43' da un triangolo Shiba-Rajcic-Shiba sulla sinistra nasce il rigore dell'uno a uno: l'attaccante albanese viene trattenuto alle spalle da Giusti. Dagli undici metri lo stesso Shiba non sbaglia spiazzando Ascani: è uno a uno. Si va all'intervallo con un Barletta in crescita.

Dall'inizio della ripresa due novità tra i biancorossi: dentro Lucioni per Anselmi e Carbonaro per uno spento Napoletano. 4-2-1-3 sulla solfa del Milan di Leonardo. Ma al 47' il Campobasso rischia il colpo grosso con De Falco, imbeccato da una spizzata di Murati, che calcia a giro: fuori di poco. Il Barletta intensifica gli attacchi guidato da Bellomo e un Rajcic in crescita: Shiba e Carbonaro, assistiti dall'ex-barese, non concludono con la giusta cattiveria. Al 59' azione in verticale Carbonaro- Shiba- Picone- Carbonaro, che salta Giusti ma conclude addosso ad Ascani, che respinge con i piedi. Carannante inserisce Visconti in avanti e Minadeo per registrare la difesa: Scudiero scivola a destra. I pericoli del Campobasso nascono tutti da Cruz: al 61' un incerto Lanotte lo perde, ma Dossena sventa in uscita bassa.
Al 69' l'occasione migliore del match: lancio di Guerri, spizzata di Picone, tocco corto all'indietro di Scudiero, interviene Carbonaro che resiste (forse sin troppo) alla trattenuta di Scudiero e calcia in piena area: il suo tiro, sbilenco, viene intercettato da Ascani in due tempi. Risponde 3 minuti dopo Cruz sull'ennesimo errore di Lanotte: palla persa, ripartenza di Scudiero, cross di Visconti e Cruz cicca davanti a Dossena. Nel Barletta esordio del giovanissimo Dinoia che rileva Picone, bloccato da un infortunio muscolare. Shiba diventa la punta centrale, ma è ancora Carbonaro con uno squillo su assist al bacio di Rajcic ad impensierire Ascani: tiro respinto, ma resta il dubbio sulla trattenuta di Di Fiordo. Strocchia lascia correre.
Nel finale, le due squadre sembrano arrendersi alla stanchezza e alla pioggia crescente. L'ultimo squillo è ancora di Carbonaro, con un tiro cross da sinistra che trova Shiba in ritardo sul tap-in. Da segnalare l'espulsione di Lorusso nel recupero per doppia ammonizione e un bel tiro da fuori di Visconti che Dossena blocca plasticamente.

Al fischio finale di Strocchia diversi tifosi barlettani hanno manifestato malumore in tribuna: al centro delle critiche la presenza in formazione di un paio di atleti reputati "inesperti" per la categoria. E si parla già di mercato: la voce più insistente per Gennaio riguarda l'arrivo dell'esperto centravanti Andy Selva, attualmente al Verona.
Barletta: Dossena; Ballarino, Lorusso, Anselmi (46' Lucioni), Lanotte; Napoletano (46' Carbonaro), Guerri, Rajcic ; Bellomo; Picone (75' Dinoia), Shiba. All. Sciannimanico. A disposizione.: Tesoniero, Pinto, Masiero.

Nuovo Campobasso: Ascani; Giusti (61' Minadeo), Scudieri, Di Fiordo, Barbato; Cruz, Gennarelli, Fazio (70' Coppola), De Falco; Murati (61' Visconti), Marozzi. All: Carannante. A disposizione: Furlan, Monti, Calamaio, Sivilla, Visconti.

Marcatori: 41' Cruz (C), 43' Shiba (B) su rigore.

Arbitro: Strocchia, sez. di Nola. Assistenti: Amato- Falanga.

Note: Espulso Lorusso al 90' per doppia ammonizione. Ammoniti Carbonaro, Lorusso, Lucioni, Barbato, Gennarelli. Recupero: 1', 3'. Angoli: 3-2. Campo appesantito dalla pioggia intensa caduta per tutto l'incontro. Temperatura intorno ai 25 gradi.
  • SS Barletta Calcio
  • Calcio
  • Pareggio
  • Coppa Italia Lega Pro
Altri contenuti a tema
6 «Campagna di odio contro la Juve», intervengono i referenti dei fan club pugliesi «Campagna di odio contro la Juve», intervengono i referenti dei fan club pugliesi La nota dei consigli direttivi dopo gli umori risentiti dei soci affiliati
1 Claudio Cassano diventa professionista: la firma sul contratto con l'AS Roma Claudio Cassano diventa professionista: la firma sul contratto con l'AS Roma Claudio Cassano, stella del calcio barlettano, ha firmato il suo primo contratto da professionista con l’AS Roma
Seconda Categoria: ancora inarrestabili Etra e Audace Seconda Categoria: ancora inarrestabili Etra e Audace Continua imperterrito il dominio barlettano nel girone A di Seconda Categoria, con Etra e Audace ancora a punteggio pieno
3 Claudio Cassano si prende la Nazionale Under-20: gol decisivo contro la Repubblica Ceca Claudio Cassano si prende la Nazionale Under-20: gol decisivo contro la Repubblica Ceca Il barlettano segna la rete della vittoria degli azzurrini al minuto 87
Cassano, il fuoriclasse barlettano convocato in Nazionale Under 20 Cassano, il fuoriclasse barlettano convocato in Nazionale Under 20 Il giocatore veste d'azzurro: è tra i 25 convocati del c.t. Nunziata
Barletta-Nocerina, vietata vendita dei biglietti ai residenti in provincia di Salerno Barletta-Nocerina, vietata vendita dei biglietti ai residenti in provincia di Salerno La decisione della Prefettura per il match di domenica
Convocazione in Europa League per il barlettano Claudio Cassano Convocazione in Europa League per il barlettano Claudio Cassano Il barlettano Claudio Cassano si prepara per volare verso Sevilla con la prima squadra dell’AS Roma
Il Barletta fa tris ed è secondo in classifica Il Barletta fa tris ed è secondo in classifica I biancorossi di Farina superano il Francavilla in Sinni molto più nettamente di quanto non dica l’1-0 finale
© 2001-2023 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.