BarlettaSanMarco
BarlettaSanMarco
Calcio

Barletta 1922 all’ultimo respiro. Piegato il San Marco in Lamis

I biancorossi continuano a sperare nei play off

Un Barletta 1922 tutto cuore, ma ancora troppo ingenuo, piega il San Marco in Lamis solo nei minuti di recupero grazie ad un calcio di rigore realizzato da un Varsi ancora una volta decisivo, pur entrato a partita in corso. La vittoria dei biancorossi è stata tanto sofferta quanto meritata contro un avversario che, con tutto il rispetto dovuto, è rimasto in partita ben oltre i propri meriti effettivi. Le due reti del San Marco in Lamis sono frutto infatti di un marchiano errore difensivo e di un calcio di rigore parso ai più al quanto generoso.

Agli ordini del signor Palmieri della sezione di Brindisi la gara ha inizio con un Barletta 1922 deciso ad archiviare il prima possibile la pratica garganica, e al 5' è già in vantaggio con una splendida conclusione a giro di Procida da poco dentro l'area di rigore sulla quale nulla può il portiere Ruznic. L'assalto biancorosso continua e all'8' su cross rasoterra di Pignataro, Ruznic toglie letteralmente dai piedi di Procida la palla del comodo due a zero. Al 24' doppia grande occasione per Pignataro, che su assist di Zingrillo, prima si fa ribattere sulla linea una conclusione a botta sicura e poi, sempre su traversone del capitano biancorosso manda fuori di poco. Il San Marco resta a guardare fino alla mezz'ora, quando un colpo di testa dell'aitante Salerno viene bloccato agevolmente dal portiere barlettano Capossele. Al 33' è ancora il Barletta a sfiorare il raddoppio, quando su un diagonale di Procida, Zingrillo manca di un soffio la deviazione vincente. Le squadre vanno così a riposo sull'uno a zero per i padroni di casa. Un punteggio che va decisamente stretto ai ragazzi di Tangorra, sia per la netta superiorità mostrata sul campo, sia soprattutto per il fatto che tre sono i grandi interrogativi che da sempre caratterizzano la storia dell'uomo: esiste Dio? C'è vita nell'Universo? Ma soprattutto: riuscirà il Barletta 1922 a non prendere gol in casa entro il primo quarto d'ora del secondo tempo? A beneficiare questa volta dell'incantesimo di inizio ripresa che puntalmente colpisce chi gioca in casa al Manzi-Chiapulin è il centrocampista del San Marco in Lamis Menicozzo, che su servizio di Salerno, approfitta di un grave errore in uscita della difesa barlettana. Subito dopo Tangorra sostituisce Pizzulli e Diomandè (buona comunque la sua prova) con Gasbarre e Varsi. E sarà proprio quest'ultimo al 68' a procurarsi e a trasformare un calcio di rigore, dopo un'ubriacante serpentina sulla destra.

Tuttavia il Barletta 1922 edizione 2019/2020 non sarebbe se stesso se non si complicasse la vita, e al 73' - a causa di un contatto in area tra Bonasìa e Quaresimale - l'arbitro Palmieri concede la massima punizione in favore del San Marco in Lamis tra le vivaci proteste dei biancorossi. Dal dischetto si presenta Salerno che spiazza inesorabilmente Capossele con un perfetto tiro nell'angolo basso alla sua destra. Ancora una volta tutto da rifare quindi per il Barletta 1922 che nell'ultimo quarto d'ora di gara – grazie anche all'ingresso di Caputo - mette letteralmente alle corde il San Marco in Lamis. Si gioca praticamente ad una porta sola con i biancorossi di Tangorra che, prima sfiorano il gol con un'altra conclusione a giro di Procida deviata in angolo da un difensore, e poi, al terzo minuto di recupero, mettono a segno il gol della vittoria ancora con un calcio di rigore di Varsi, concesso stavolta per un fallo di mano in area del difensore garganico De Cesare su cross dell'indemoniato Caputo.

Finisce così tre a due una gara emozionante in cui il Barletta 1922, pur peccando di concretezza, ha una volta ancora mostrato quel gran carattere che permette ai tifosi biancorossi di credere ancora nei play-off. Un'impresa molto difficile, ma non impossibile tenuto conto che il Corato, secondo in classifica e punto di riferimento per la disputa degli spareggi promozione, pur vincendo contro una tostissima Audace ha dimostrato di essere tutt'altro che invulnerabile.
27 fotoBarletta 1922 all’ultimo respiro. Piegato il San Marco in Lamis
BarlettaSanMarcoBarlettaSanMarcoBarlettaSanMarcoBarlettaSanMarcoBarlettaSanMarcoBarlettaSanMarcoBarlettaSanMarcoBarlettaSanMarcoBarlettaSanMarcoBarlettaSanMarcoBarlettaSanMarcoBarlettaSanMarcoBarlettaSanMarcoBarlettaSanMarcoBarlettaSanMarcoBarlettaSanMarcoBarlettaSanMarcoBarlettaSanMarcoBarlettaSanMarcoBarlettaSanMarcoBarlettaSanMarcoBarlettaSanMarcoBarlettaSanMarcoBarlettaSanMarcoBarlettaSanMarcoBarlettaSanMarcoBarlettaSanMarco
  • Asd Barletta 1922
Altri contenuti a tema
Amarcord biancorosso: il Barletta barlettano del presidente Sfrecola Amarcord biancorosso: il Barletta barlettano del presidente Sfrecola Ricordi degli anni 2006-2008
Amarcord biancorosso. 1980-1984: gli anni dell’inviolabile Stadio Comunale Amarcord biancorosso. 1980-1984: gli anni dell’inviolabile Stadio Comunale Nel giorno più buio del calcio italiano nasce il Barletta delle “furie rosse”
Sport a porte chiuse anche a Barletta Sport a porte chiuse anche a Barletta Il decreto del premier Conte dispone lo svolgimento delle gare a porte chiuse fino al 3 aprile
Eccellenza pugliese 24° turno: gli impegni di Barletta 1922 e Audace Eccellenza pugliese 24° turno: gli impegni di Barletta 1922 e Audace Il Barletta 1922 è obbligato a vincere al "D'Angelo" di Altamura
Eccellenza Puglia, 23° turno. Barletta 1922: vincere e tifare Audace Eccellenza Puglia, 23° turno. Barletta 1922: vincere e tifare Audace L'obiettivo è provare a ridurre le distanze dal Corato
1 Barletta 1922 – Otranto 2-1: Pignataro tiene in vita le speranze play off dei biancorossi Barletta 1922 – Otranto 2-1: Pignataro tiene in vita le speranze play off dei biancorossi Il distacco del Barletta 1922 dai nero verdi coratini è ora di quindici punti
Eccellenza pugliese 21° turno: destini contrapposti per Barletta 1922 e Audace Eccellenza pugliese 21° turno: destini contrapposti per Barletta 1922 e Audace Le due squadre corrono per i play off del campionato di eccellenza
Barletta – Atletico Vieste 2-2: grande rimonta, ma ennesimo grandissimo rimpianto Barletta – Atletico Vieste 2-2: grande rimonta, ma ennesimo grandissimo rimpianto Solo un grande forcing finale ha salvato il Barletta 1922 da una sconfitta praticamente sicura e neanche tanto immeritata
© 2001-2020 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.