In Web Veritas

Condividi? No, ripubblica, anzi fai girare o diffondi: Facebook cambia, ma per chi?

Esperimento sul social italiano: divisione tra ipercritici, soddisfatti e "Estiquatsisti"

"Ripubblica", "Fai girare", "Divulga", "Fai circolare", "Diffondi", e chi più ne ha più ne metta. In un apparentemente anonimo 8 gennaio, Facebook decide di portare un po' di pepe nella vita social dei suoi utenti italiani e lo fa declinando in diverse salse il tasto "Condividi": alzino la mano quanti dalle prime ore di questa mattina hanno visto scomparire dalla propria newsfeed il tasto di condivisione di post, foto, video e contenuti, in nome di una serie di sinonimi che presto ha scatenato l'ironia dei navigatori del social network di Mark Zuckerberg. Un esperimento che nella sede americana vicino alle acque della baia di San Francisco, in California, hanno evidentemente calcolato nei suoi fattori di rischio, tanto da limitarlo per ora solo alle versioni per pc: se ci si collega a Facebook da dispositivi mobili il tasto 'Condividi' è ancora presente, rassicurando- termine da intendere con l'estrema leggerezza del caso- l'animo dei "social surfers".

"Tecnicamente è la stessa cosa, giuridicamente ha significato differente" ha ironizzato il blogger Ernesto Belisario sul cambio in corsa del terzo tasto più usato del diario virtuale più diffuso del mondo, altri hanno citato il modello epidemico, altri ancora hanno cercato di mettere da parte l'ironia e capire le motivazioni della scelta come in un vero case-study: , in Rete è subito partito il tam tam di tweet finalizzati a capire se la modifica era "ad personam", basata sulla geolocalizzazione oppure sul browser. Al momento sfugge però ogni fondamento scientifico neppure sulla localizzazione. Marito e moglie con due pc diversi collegati allo stesso modem, per esempio, potrebbero aver tranquillamente trovato "ripubblica" e "diffondi" sui loro schermi. Al momento, tra le hit che l'ironia ha scatenato in poche ore, dominano il manifesto funebre con l'addio al Condividi e i "Keep Calm And Circolare" che hanno invaso l'arena virtuale.

La questione appassiona il popolo "geek", suddiviso tra gli ipercritici che lamentano un eccesso di novità, quasi inutile, e i soddisfatti, divertiti dal cambio d'abito di Facebook. Nel mezzo chi aspetta l'arrivo del "non mi piace" e, soprattutto, la fetta più larga di cittadini 2.0, gli "estiquatsisti"- li chiameremmo con un neologismo più triviale che sociale- quelli che tra un "fai girare" e un "divulga", avranno pensato: "Estiquatsi", no?
(Twitter: @GuerraLuca88)
  • Facebook
  • Social network
Altri contenuti a tema
"Download fallito", Whatsapp e Instagram vanno di nuovo down "Download fallito", Whatsapp e Instagram vanno di nuovo down Per molti utenti impossibile scaricare immagini e messaggi vocali
Social di nuovo bloccati: problemi a Facebook, Instagram e Whatsapp Social di nuovo bloccati: problemi a Facebook, Instagram e Whatsapp Migliaia le segnalazioni, soprattutto in Europa
Sulla spiaggia di Barletta fioriscono rifiuti, il racconto di Rosangela su Instagram Sulla spiaggia di Barletta fioriscono rifiuti, il racconto di Rosangela su Instagram «La cosa peggiore è stata vedere l’insostenibile inciviltà e l’indifferenza dei passanti»
Panico da social, Facebook e Instagram down da alcune ore Panico da social, Facebook e Instagram down da alcune ore Disordine negli accessi ai noti social network
Di nuovo #Facebookdown, accesso bloccato per migliaia di utenti Di nuovo #Facebookdown, accesso bloccato per migliaia di utenti Paura degli hacker e bisogno di sicurezza: il social network è nuovamente minacciato
Insegnare la gentilezza ai più piccoli, anche online Insegnare la gentilezza ai più piccoli, anche online I dieci concetti del Manifesto della comunicazione non ostile per bambini
Da grande voglio fare l'influencer, ma occhio alla pubblicità occulta Da grande voglio fare l'influencer, ma occhio alla pubblicità occulta L'Autorità Garante della Concorrenza interviene sul fenomeno di web marketing più richiesto del momento
Cambridge Analytica, anche gli utenti pugliesi potranno chiedere i danni a Facebook Cambridge Analytica, anche gli utenti pugliesi potranno chiedere i danni a Facebook Ecco come partecipare alla class action promossa dal Codacons
© 2001-2019 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.