Computer
Computer
In Web Veritas

Attenti alle truffe online e ai profili fake, soprattutto in tempo di Covid

Le raccomandazioni diramate dalla Polizia di Stato

La terribile emergenza sanitaria legata al Covid-19 non ha purtroppo messo freno all'egoismo e alle truffe. Soprattutto in questo periodo in cui le persone si sentono più fragili e insicure, e in molti vivono anche il dramma di un disagio economico senza precedenti, occorre fare doppiamente attenzione alle possibili truffe: in particolare bisogna porre massima allerta per quanto riguarda il web e il social network, visto che a causa della pandemia e dello smart working molti utenti inesperti si trovano a navigare senza l'adeguata consapevolezza nei confronti de normali pericoli di internet, come profili fake, email di phishing, pop-up aggressivi e così via.

Preziose raccomandazioni vengono condivise quotidianamente dalla Polizia di Stato proprio su Facebook, dall'account di Agente Lisa.

Ecco uno degli ultimi suggerimenti dedicati in particolare alle persone anziane, molto fragili sia nella vita reale e sia sul web, dove magari potrebbe essere facili vittime di raggiri o di vere e proprie truffe.

«I truffatori vogliono impossessarsi dei vostri soldi e per farlo utilizzano due strade, di persona o online. In entrambi i casi vi spingono ad abbassare le difese. Ad esempio cercano di impaurire gli anziani parlando di qualcosa fatto dal figlio, come un grave incidente con colpa. Oppure vi sventolano sotto il naso la possibilità di un facile guadagno. Di recente ho letto su Facebook che hanno creato un falso profilo di un sindaco dove lo stesso prometteva € 500 per ogni nuovo amico. Una sorta di bonus destinato a chi attraversava un momento delicato per via del #COVID19. Un escamotage per arrivare alle carte di credito e ai conti delle vittime del raggiro. Tenete quindi sempre alta la guardia ed aiutate i vostri anziani a difendersi condividendo con loro le nostre iniziative antitruffa».
  • Polizia di Stato
  • Social network
Altri contenuti a tema
Danni al bar della stazione. Minore scappa da comunità, ora in carcere Danni al bar della stazione. Minore scappa da comunità, ora in carcere Il giovane è stato ritrovato a Barletta. La polizia lo ha portato all’IPM “Fornelli” di Bari
Furto in stazione a Barletta: nei guai due minorenni Furto in stazione a Barletta: nei guai due minorenni I due ragazzi erano stati già più volte segnalati all’Autorità Giudiziaria per altri reati
Prostituzione minorile in strutture ricettive della Bat: arresti della Polizia di Stato Prostituzione minorile in strutture ricettive della Bat: arresti della Polizia di Stato Per la gestione dell'attività venivano utilizzate utenze telefoniche dedicate, inserite in appositi annunci on line
Passaporti in città, nuova postazione mobile nella stazione di Barletta Passaporti in città, nuova postazione mobile nella stazione di Barletta Questa mattina l’inaugurazione: costante l'impegno della Questura per rispondere alle esigenze dei cittadini
La Polizia di Stato celebra la Madonna dello Sterpeto La Polizia di Stato celebra la Madonna dello Sterpeto Ieri mattina l'omaggio alla Santa Patrona
Segue un'anziana nel sottopassaggio di via Milano, poi la rapina Segue un'anziana nel sottopassaggio di via Milano, poi la rapina Arrestato un barlettano di 27 anni: la donna è stata spinta per terra per rubarle la borsa
1 "Questa è una rapina, demm i sold": arrestato barlettano "Questa è una rapina, demm i sold": arrestato barlettano Aveva tentato la rapina all'ufficio postale impugnando un cacciavite
Furti e rapine, scattano avvisi orali e fogli di via: coinvolti alcuni barlettani Furti e rapine, scattano avvisi orali e fogli di via: coinvolti alcuni barlettani Emesse in totale sul territorio provinciale 36 misure di prevenzione a carico di soggetti socialmente pericolosi
© 2001-2024 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.