Cantiere di via Andria
Cantiere di via Andria
Associazioni

Via Andria, accolto ricorso per l'accesso agli atti del comitato della zona 167

«Una storia che si trascina oramai stancamente da oltre 4 anni, gravando sulle tasche e sulla pazienza dei cittadini»

«Come già evidenziato dal Comitato della zona 167 il giorno 11 ottobre scorso, la vicenda del sottovia di Via Andria ha assunto, nel tempo, tutti i crismi della comparsata che si trascina oramai stancamente da oltre 4 anni, gravando sulle tasche e sulla pazienza dei cittadini ed in particolare sui residenti della zona 167 - si legge nella nota inviata dal gruppo - Avremmo voluto essere smentiti dai fatti, ma evidentemente, anche questa volta gli amministrati hanno mostrato più maturità degli amministratori.

E' notizia delle ultime ore di un ulteriore atto di insensato "scaricabarile" del Sindaco che tenta di riversare ogni responsabilità del nuovo, ma ampiamente prevedibile ritardo della consegna dei lavori, su RFI (Rete Ferroviaria Italiana), titolare del progetto, a poche ore da un altro deprecabile "scaricabarile" ad opera, questa volta, della presidente della commissione istituita ad hoc in seno al consiglio comunale, la quale ha rimandato la responsabilità della assoluta mancanza di efficacia della stessa commissione ai componenti espressione della maggioranza del consiglio comunale.

Noi del Comitato di zona della 167 l'avevamo definito un vero e proprio "psicodramma", una sceneggiata che ha indotto i cittadini a voler capire meglio le criticità, provvedendo per proprio conto, dopo aver riscontrato una totale mancanza di capacità, forse volontà, inerzie varie e bassissimo interesse reale all'interesse collettivo, chiedendo un "accesso agli atti" al Comune di Barletta che, per mezzo di una nota del dirigente del settore edilizia, ing. Lomoro con prot.76122 del 06/10/2023, si premurava di respingere con debolissime motivazioni, costringendo i cittadini liberi, rappresentati dal Comitato di zona 167, a ricorrere alla competente Commissione per l'Accesso ai Documenti Amministrativi presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri che con nota DICA 0034797 P-4.8.1.8.3 del 28/11/2023 accoglieva il ricorso invitando l'Amministrazione del Comune di Barletta ad adempiere considerando fondato il ricorso proposto dal ricorrente Comitato.

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI – Commissione per l'Accesso ai documenti amministrativi
"Il ricorso è fondato e meritevole di essere accolto poiché l'Associazione vanta un interesse qualificato all'accesso richiesto apparendo rientrare nella fattispecie del "cittadini residente" – al quale l'Associazione avente sede nel medesimo Comune viene equiparata. Tale accesso è regolato dalla disciplina speciale di cui a art.10 comma 1 del Dlgs 267/200 che sancisce espressamente il diritto dei cittadini ad accedere a tutti gli atti dell'amministrazione comunale e provinciale (ad eccezione di quelli riservati per espresso indicazione di legge o per effetto di una temporanea e motivata dichiarazione del sindaco o del presidente della provincia che ne vieti l'esibizione) senza alcuna indicazione delle motivazioni della richiesta."

Avevamo, altresì già dichiarato a mezzo stampa che avremmo atteso l'esito del ricorso a cui ci saremmo in ogni caso attenuti, così come avrebbe fatto anche il Comune di Barletta che invitiamo a mettere a disposizione dei cittadini ogni documento oggetto della richiesta in suo possesso.

E' certamente costato fatica, in qualità di cittadini barlettani, fare ricorso ad una autorità sovraordinata perché vi era contemplata la possibilità, affatto remota, che l'intera città avrebbe rischiato una figuraccia in quanto l'esito favorevole al ricorso di semplici cittadini organizzati avrebbe certificato tutta la incapacità della classe dirigente della Città di Barletta che ha assuefatto, altresì, la cittadinanza ad un teatrino che si vuole definire della politica, anche se con la politica, intesa nell'accezione più nobile, non ha proprio nulla a che spartire».

  • Lavori pubblici
  • Comitato di quartiere zona 167
Altri contenuti a tema
14 Recupero ciclovia alla Lega Navale, «a che punto siamo?» Recupero ciclovia alla Lega Navale, «a che punto siamo?» I referenti della lista Emiliano Sindaco di Puglia: «Sono solo mesi e quello che è ben visibile è solamente terra, polvere, un pezzo di strada non ancora asfaltato»
Prezzario regionale delle opere pubbliche: oltre 150 osservazioni dagli ingegneri della Bat Prezzario regionale delle opere pubbliche: oltre 150 osservazioni dagli ingegneri della Bat La maggior parte riguardano l'assenza di voci di prezzo relative a lavorazioni che non trovano necessario riscontro all'interno del prezzario
Riapertura sottopasso via Imbriani, l'Amministrazione spiega i motivi dello slittamento Riapertura sottopasso via Imbriani, l'Amministrazione spiega i motivi dello slittamento «Sottopasso più moderno e accessibile per i cittadini con disabilità»
8 Installato velivolo militare sulla rotonda di via Foggia Installato velivolo militare sulla rotonda di via Foggia Era a disposizione dell’amministrazione da due anni
Dal 3 giugno al via il rifacimento della segnaletica orizzontale Dal 3 giugno al via il rifacimento della segnaletica orizzontale La nota dell'amministrazione comunale
Da domani al via il ripristino dell'area giochi in piazza Federico di Svevia Da domani al via il ripristino dell'area giochi in piazza Federico di Svevia Lo comunica il sindaco Cannito
Il comitato di zona 167: «Cresce l'allarme droga, politica indifferente» Il comitato di zona 167: «Cresce l'allarme droga, politica indifferente» La nota del presidente Giuseppe Di Bari
Baby gang, il comitato di zona167 plaude all’impegno di forze dell’ordine e magistratura Baby gang, il comitato di zona167 plaude all’impegno di forze dell’ordine e magistratura La nota del presidente Giuseppe Di Bari
© 2001-2024 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.