Madonna via Chieffi
Madonna via Chieffi
La città

Vandalismo a Barletta, danneggiato monumento alla Madonna in via Chieffi

I vandali si sono accaniti sulle statuette dei tre pastorelli che erano collocate ai piedi della Madonnina

A poco più di un mese dal danneggiamento della targhetta di Piazza Plebiscito, nuovo episodio di vandalismo ai danni di simboli religiosi a Barletta. Questa volta nel mirino dell'imbecille di turno è finita la statuetta della Madonna di Fatima sita in via Chieffi, esattamente nella piazzetta ove si svolge il mercatino rionale.

In particolare i vandali si sono accaniti sulle statuette dei tre pastorelli che erano collocate ai piedi della Madonnina. Una scena vista tante, troppe volte negli ultimi tempi in tutte le zone della città, e non solo a danno di simboli religiosi. Uno scenario di maleducazione mista ad ignoranza, inciviltà e impunità generalizzata che, a giudicare dalle reazioni dei residenti sia dal vivo che sui social, francamente inizia a stancare.

"Con amarezza condanniamo tale gesto[…]nella speranza che i responsabili, ai quali non è difficile risalire, si ravvedano dinanzi a Dio e si scusino con la comunità per la loro biasimevole condotta."

Queste le parole finali del post presente nella pagina Facebook della Parrocchia del Buon Pastore, grazie alla cui comunità la statuetta di Nostra Signora di Fatima vide la luce in loco della vecchia statua della Madonnina, peraltro deturpata a sua volta da un graffitaro evidentemente poco sano di mente.Ora, che alle generalità dei minus habentes autori dell'ennesimo scempio post bagordi da movida non sia difficile risalire è quanto auspicano i residenti in primis, ma anche i cittadini dotati di senno, educazione e soprattutto senso civico. Conoscendo però i nostri metaforici polli, purtroppo siamo abbastanza scettici circa un "loro ravvedimento dinanzi a Dio".

Sarebbe già tanta roba se si riuscisse a beccarli e a fargli pagare i danni. Ma per questo serve l'intervento delle autorità preposte allo scopo quanto meno di riuscire a contenere questi deplorevoli episodi, che sono ormai diventati triste routine.

Per tutto il resto non rimane che appellarsi, se presente, al buon senso delle famiglie di questi giovani disadattati lasciati allo stato brado, affinché stiano un po' meno su whatsapp e si rendano finalmente conto di come stanno crescendo i loro figli .
  • Vandalismo
Altri contenuti a tema
4 Emergenza vandalismo a Barletta Emergenza vandalismo a Barletta Nell’attesa delle istituzioni è il cittadino che deve farsi sentire
1 Atti vandalici alla sede del Consiglio comunale, indaga la polizia Atti vandalici alla sede del Consiglio comunale, indaga la polizia La vetrata è stata mandata in frantumi usando il posacenere in metallo, mentre i vasi sembra siano stati scaraventati al suolo
5 Sottopasso di via Milano, i vandali lasciano gli stessi segni in via Napoli Sottopasso di via Milano, i vandali lasciano gli stessi segni in via Napoli Le immagini immortalano tre ragazzi imbrattare una parete di via Napoli
Vandali in via Milano, il sindaco: «Voi sporcate, noi non ci stancheremo di pulire» Vandali in via Milano, il sindaco: «Voi sporcate, noi non ci stancheremo di pulire» Cannito interviene dopo la segnalazione di questa mattina
5 Sottopasso di via Milano già vittima dei vandali Sottopasso di via Milano già vittima dei vandali Segni spray per imbrattare l'opera inaugurata da poco
1 Ragazzini a spasso sul tetto della scuola incompleta Ragazzini a spasso sul tetto della scuola incompleta La segnalazione di un cittadino: «Aspettiamo che ci scappi il morto?»
2 Lapide in pezzi in piazza Plebiscito, la dura condanna del sindaco Lapide in pezzi in piazza Plebiscito, la dura condanna del sindaco Addetti di Bar.S.A hanno recuperato i pezzi distrutti, interverrà anche un marmista
7 Distrutta la targa dedicata all'Immacolata in Piazza Plebiscito Distrutta la targa dedicata all'Immacolata in Piazza Plebiscito Un altro atto di vandalismo in città, la denuncia di don Sabino Lattanzio
© 2001-2020 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.