Cgil
Cgil
Scuola e Lavoro

Una petizione per aiutare Barletta

La proposta Cgil di un piano anti-crisi. Presente anche Libera per il tesseramento e contro la compravendita del voto

Sono 14.253 i disoccupati totali, secondo i dati sulla disoccupazione/inoccupazione nel nostro territorio, rispetto a quelli forniti a luglio 2012 dal Centro Territoriale per l'Impiego di Barletta. Per questo, la Cgil ha organizzato una petizione cittadina, per sostenere la "Proposta di un piano anti-crisi per Barletta". Le priorità del piano anti-crisi sono le seguenti: valorizzazione del patrimonio pubblico urbano, extra-urbano e rurale, compresa la relativa manutenzione,valorizzazione dei beni culturali e artistici, riordino di archivi e recupero di lavori arretrati di tipo tecnico o amministrativo, custodia e vigilanza finalizzate a migliorare la fruibilità degli impianti e attrezzature sportive, centri sociali, educativi o culturali gestiti dalla amministrazione comunale.

Gli altri interventi richiesti: recupero delle risorse finanziarie rivenienti dalle spese facoltative del bilancio del Comune, verificando lo stato dei contratti di locazione "passivi" (immobili di proprietà di terzi) ed "attivi" (immobili di proprietà della P.A.), riducendo del 15% tutti i canoni di locazione attualmente corrisposti e non rinnovando i contratti in scadenza, razionalizzando le spese di gestione dei servizi comunali attraverso l'innovazione tecnologica e la semplificazione amministrativa (servizi on line); utilizzo e potenziamento di tutti i sistemi informativi/informatici in possesso del Comune di Barletta per la lotta anti-evasione in collaborazione con l'Agenzia delle Entrate.

Inoltre, è richiesta l'istituzione di "laboratori artigianali", da individuare e assegnare in gestione e in uso gratuito, a cittadini inoccupati/disoccupati, terreni rurali di proprietà comunale ("orti sociali"), istituzione di "laboratori artigianali" definiti in stretta collaborazione con gli istituti statali ad indirizzo tecnico/professionale presenti sul territorio, recupero e destinazione in favore di Lavori di Pubblica Utilità di tipo sociale a carattere temporaneo di tutte quelle risorse residue del Piano Sociale di Zona 2012/2013, pari ad € 2.397.543,46 non utilizzate per varie ragioni.

Ieri in corso Vittorio Emanuele, insieme alla Cgil, c'era anche Libera, per la sua campagna di tesseramento e per sensibilizzare la cittadinanza contro la compravendita del voto. "La libertà di poter scegliere i propri rappresentanti politici, senza scendere a compromessi e senza subire condizionamenti di alcun genere, è un principio fondante della democrazia stessa - ha ricordato Giuseppe Corvasce, presidente della sezione barlettana dell'associazione - E mai come in questo momento, Barletta ha bisogno di un voto libero, indipendentemente dalle convinzioni politiche di ciascuno".

La raccolta firme per il piano anti-crisi proseguirà anche nei prossimi giorni, presso le sedi locali della CGIL.
4 fotoPetizione per piano anti - crisi
Piano anti crisi per BarlettaPiano anti crisi per BarlettaPiano anti crisi per BarlettaPiano anti crisi per Barletta
  • Cgil
  • petizione
  • Tommaso Francavilla
Altri contenuti a tema
4 Oltre 3000 firme contro la costruzione del supermercato accanto al fossato del Castello Oltre 3000 firme contro la costruzione del supermercato accanto al fossato del Castello Domani un sit-in di protesta in via Cafiero: potranno aderire massimo 50 persone su indicazione della Questura
1 Pes Bat: «Qual è lo stato del Contratto Istituzionale di Sviluppo?» Pes Bat: «Qual è lo stato del Contratto Istituzionale di Sviluppo?» Il Pes Bat scrive al Prefetto e al Presidente della Provincia
8 marzo, l'incontro in streaming della Cgil Bat con protagoniste del territorio 8 marzo, l'incontro in streaming della Cgil Bat con protagoniste del territorio La giornata internazionale della donna: «E donna sia…anche in pandemia»
Covid, anche nella Bat è stata avviata la campagna vaccinale per i Vigili del fuoco Covid, anche nella Bat è stata avviata la campagna vaccinale per i Vigili del fuoco Fp Cgil Bat: “Soccorritori che ogni giorno rischiano il contagio”. Il 2 marzo è cominciata la somministrazione
118 nella Bat: passi in avanti per l’internalizzazione del servizio 118 nella Bat: passi in avanti per l’internalizzazione del servizio Approvata la deliberazione della Asl di indirizzo per l’affidamento a Sanitaservice
Pesca, aumento giornate di fermo: preoccupazione della Flai Cgil Bat Pesca, aumento giornate di fermo: preoccupazione della Flai Cgil Bat Nel decreto pubblicato dal Mipaaf sono previste giornate aggiuntive al fermo pesca a strascico nel 2021
Vaccini anti-Covid: «Serve accelerare, altrimenti ci vorranno anni» Vaccini anti-Covid: «Serve accelerare, altrimenti ci vorranno anni» Da Cgil e Spi Bat Biagio D’Alberto e Felice Pelagio analizzano i dati delle prenotazioni nei comuni della Bat
1 Immigrato morto a Barletta, Flai Cgil Bat e Puglia: «Invisibili nell'ombra» Immigrato morto a Barletta, Flai Cgil Bat e Puglia: «Invisibili nell'ombra» L'intervento di Gaetano Riglietti e Antonio Gagliardi
© 2001-2021 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.