Palazzo di Città
Palazzo di Città
Scuola e Lavoro

Stato di agitazione del personale del Comune di Barletta

La nota congiunta di FP Cgil, Cisl FP e Uil FPL

Le segreterie territoriali delle organizzazioni sindacali , , UIL FPL, hanno proclamato uno stato di agitazione del personale del Comune di Barletta e hanno inviato il seguendo documento al sindaco, al prefetto e al segretario generale del Comune.

«Nonostante le diverse rassicurazioni verbali avute durante gli ultimi incontri di delegazione trattante - scrivono i referenti dei sindacati Cannone (FP CGIL), Depalo (CISL FP) e Barnabà (UIL FPL) - hanno proclamato lo stato di agitazione del personale, per le seguenti motivazioni:
  • mancato pagamento della produttività (performance) relativa all'anno 2019;
  • mancata erogazione ticket sostitutivi servizio mensa;
  • mancato pagamento salario accessorio fondo risorse decentrate anno 2020;
  • mancato confronto sulla modifica degli assetti organizzativi dell'ente;
  • criticità irrisolte sull'attuazione delle misure di prevenzione e protezione sui luoghi di lavoro con particolare riferimento alle misure anti covid-­19.
Elementi che stanno procurando non poco disagio al personale, per le evidenti ripercussioni di natura economica sulle retribuzioni, già fortemente erose dal mancato rinnovo del contratto di lavoro. Una situazione complessiva che rischia di esacerbare ulteriormente il già pessimo stato delle relazioni sindacali all'interno dell'Ente, tanto che le scriventi Organizzazioni Sindacali hanno deciso di intraprendere ogni e qualsiasi azione per la risoluzione delle vertenze in atto.

Pertanto, le scriventi Segreterie Territoriali, facendosi interpreti del disagio dei dipendenti del Comune di Barletta, hanno aderito alla richiesta di proclamare lo stato di agitazione del personale e chiedono, quindi, alla S.V. l'attivazione delle procedure di conciliazione previste dall'art. 2 comma secondo della Legge 146/90e s.m.i.».
  • Sindacati
Altri contenuti a tema
Asl BT, incontro con le organizzazioni sindacali Asl BT, incontro con le organizzazioni sindacali Sul tavolo con la nuova dirigenza temi di natura organizzativa, contratti, dotazioni e precariato
Asl Bt: CGIL, CISL e UIL dichiarano lo stato di agitazione Asl Bt: CGIL, CISL e UIL dichiarano lo stato di agitazione Le dichiarazioni dei sindacati
Risorse decentrate, la Funzione Pubblica Cisl scrive al Comune di Barletta Risorse decentrate, la Funzione Pubblica Cisl scrive al Comune di Barletta Il delegato Depalo rimarca le mancate intese per il fondo risorse 2021
Provincia Bat: proclamato lo stato di agitazione Provincia Bat: proclamato lo stato di agitazione Le motivazione riguardano le inadempienze e i ritardi nell’applicazione di accordi contrattuali. Intervengono i sindacati.
Stragi nei luoghi di lavoro, i sindacati incontrano il Prefetto della Bat Stragi nei luoghi di lavoro, i sindacati incontrano il Prefetto della Bat Venerdì mattina, Cgil, Cisl e Uil hanno tenuto presidio sotto il palazzo di governo
Covid, 20mila lavoratori agricoli della Bat esclusi dai ristori. Sabato mobilitazione a Barletta Covid, 20mila lavoratori agricoli della Bat esclusi dai ristori. Sabato mobilitazione a Barletta I sindacati: «Servono misure urgenti per i lavoratori agricoli»
Liste d’attesa e cabina di regia Covid: Cgil, Cisl e Uil Bat chiedono incontro alla Asl Liste d’attesa e cabina di regia Covid: Cgil, Cisl e Uil Bat chiedono incontro alla Asl «Su questi temi legati all’offerta sanitaria nella Bat serve un confronto rispetto a tempi e criticità»
Emergenza Covid, i sindacati contro Lopalco: «Meno televisione e più confronto» Emergenza Covid, i sindacati contro Lopalco: «Meno televisione e più confronto» «Con una ospitata televisiva in meno, riuscirebbe a trovare anche il tempo per ascoltare cosa hanno da dire le nostre organizzazioni»
© 2001-2022 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.