Intervista al candidato sindaco Mino Cannito
Intervista al candidato sindaco Mino Cannito
Speciale

Speciale elezioni amministrative 2018, Mino Cannito: passione e impegno per Barletta

L’intervista al candidato sindaco in chiusura della campagna elettorale

Domani sera volgerà al termine questo lungo e intenso periodo di campagna elettorale. A pochissimi giorni di distanza dal fatidico appuntamento elettorale di domenica abbiamo ascoltato l'opinione del candidato sindaco Mino Cannito, a capo di quella che è stata definita "coalizione del Buon Governo". Dieci le liste coinvolte (Insieme per Barletta, Barletta attiva,​Cannito sindaco, La buona politica, Scelta popolare, Lealtà e progresso, Forza Barletta, Noi con Barletta, Progetto Barletta, Iniziativa democratica per Barletta) e numerosi i candidati attivi che hanno animato questi mesi al fianco del candidato sindaco Cannito.

Dott. Cannito, ora a consuntivo di questa campagna elettorale è soddisfatto dei riscontri ricevuti dalla cittadinanza, attraverso i numerosi incontri ai quali ha partecipato?
«È stata una campagna elettorale molto positiva, dai toni garbati e consoni allo spirito che ci contraddistingue. Non è stato facile rifuggire da qualche provocazione ma a conclusione dei tanti incontri con i barlettani posso dire che è stata un'esperienza importante non solo di natura politica, ma anche di natura umana».

Dunque cosa hanno chiesto i cittadini di Barletta al candidato sindaco Cannito?
«Nel corso di queste settimane ho incontrato tantissime persone, uomini, donne, giovani, che mi hanno raccontato le loro storie e il loro amore per la città. Quello di cui i barlettani hanno bisogno sono vere soluzioni per i loro problemi. Prima tra tutti la tematica della tutela dell'ambiente: strade sporche, deiezioni canine, strutture abbandonate e fatiscenti. I cittadini vogliono una Barletta pulita, vivibile, bella e accessibile per tutti. Poi c'è l'argomento vivo del lavoro: ho visto in prima persona la difficoltà di fare impresa a Barletta, le necessità degli imprenditori e le responsabilità nei confronti dei lavoratori e delle loro famiglie. L'obiettivo è stimolare la creazione di lavoro qui a Barletta e permettere ai nostri giovani di restare».

Uno degli slogan della sua campagna elettorale è #lacittàchevoglio. Con Cannito sindaco, come dovrebbe essere quella Barletta che nascerà il giorno dopo le elezioni?
«Innanzitutto una città più pulita e più accogliente. Voglio migliorare la prospettiva della nostra città in ottica lavorativa, e questo risultato passa attraverso la promozione del turismo, la qualità delle acque del nostro mare, la soppressione del canale H. I giovani devono poter rimanere a Barletta per lavorare e per divertirsi. Questo vale sia per il centro che per la periferia: occorre promuovere la vivibilità della nostre periferie attraverso le strutture che abbiamo a disposizione, come il GOS, che presto tornerà attivo, il Parco dell'Umanità, che può diventare un teatro a cielo aperto, il Future Center, il "Manzi-Chiapulin", e anche attraverso le scuole, che sono un presidio culturale oltre che formativo. Importante è anche la valorizzazione del verde pubblico e il ruolo dei mercati cittadini, come il mercato di Borgovilla, che deve essere un luogo sicuro di incontro quotidiano. Proprio la sicurezza è un tema a cui tengo particolarmente: migliorare la sicurezza per Barletta vuole dire incrementare la rete della videosorveglianza e rafforzare la presenza dei vigili tra le strade e delle associazioni di volontariato».

Un altro argomento a cui si è interessato è quello dello sport…
«Il mondo sportivo rappresenta un parametro importante per lo sviluppo della nostra città, e prima di tutto occorre lavorare sull'agibilità e la fruizione degli impianti sportivi, così come sulle palestre delle scuole, che sono il primo luogo in cui crescono gli atleti barlettani di domani».

Al termine delle elezioni, continuerà questo suo dialogo con la cittadinanza?
«Certo. Barletta può diventare una città migliore attraverso l'ascolto dei cittadini, camminando per le strade, e anche facendo tesoro delle critiche. Il contatto con le persone, con la città deve essere costante e saldo».

Domani alle 19:30 chiuderà la sua campagna elettorale alla piazzetta del Monte di Pietà e sarà certamente l'occasione per ringraziare coloro che hanno sostenuto la sua candidatura. Come si svolgerà l'appuntamento?
«Sarà una grande festa, che vivremo tra i barlettani e nel segno della barlettanità. Al mio fianco sarà presente un referente per ognuna delle dieci liste che mi sostengono come candidato sindaco. Domani sera stringeremo un patto di lealtà, un impegno di fiducia tra noi e i cittadini perché crediamo nel valore della politica, e soprattutto della politica fatta nelle piazze, tra la gente. In questo modo rinsalderemo il legame tra i candidati e i cittadini nel segno del rispetto e della fiducia».
12 fotoSpeciale elezioni amministrative 2018, Mino Cannito: passione e impegno per Barletta
Speciale elezioni amministrative 2018, Mino Cannito: passione e impegno per BarlettaSpeciale elezioni amministrative 2018, Mino Cannito: passione e impegno per BarlettaSpeciale elezioni amministrative 2018, Mino Cannito: passione e impegno per BarlettaSpeciale elezioni amministrative 2018, Mino Cannito: passione e impegno per BarlettaSpeciale elezioni amministrative 2018, Mino Cannito: passione e impegno per BarlettaSpeciale elezioni amministrative 2018, Mino Cannito: passione e impegno per BarlettaSpeciale elezioni amministrative 2018, Mino Cannito: passione e impegno per BarlettaSpeciale elezioni amministrative 2018, Mino Cannito: passione e impegno per BarlettaSpeciale elezioni amministrative 2018, Mino Cannito: passione e impegno per BarlettaSpeciale elezioni amministrative 2018, Mino Cannito: passione e impegno per BarlettaSpeciale elezioni amministrative 2018, Mino Cannito: passione e impegno per BarlettaSpeciale elezioni amministrative 2018, Mino Cannito: passione e impegno per Barletta
  • Elezioni amministrative
  • Cosimo Cannito
Altri contenuti a tema
1 Uomini accampati sul litorale di Barletta, sindaco: «Non sono nullatenenti né abbandonati» Uomini accampati sul litorale di Barletta, sindaco: «Non sono nullatenenti né abbandonati» «Tutti e tre sono percettori della misura del Reddito di cittadinanza e uno di loro anche dell’assegno di invalidità»
TEDx Barletta, un assaggio delle “Sfide” per la nuova edizione TEDx Barletta, un assaggio delle “Sfide” per la nuova edizione «I giovani organizzatori porteranno il nome di Barletta in giro per il mondo e io sento il dovere di ringraziarli»
Barletta ritira la candidatura a "Capitale italiana della cultura 2021" Barletta ritira la candidatura a "Capitale italiana della cultura 2021" Lo annuncia il sindaco: se ne parlerà oggi in consiglio comunale
Scomparsa del dottor Ruggiero Dimiccoli, il cordoglio del sindaco Cannito Scomparsa del dottor Ruggiero Dimiccoli, il cordoglio del sindaco Cannito Domani, 18 gennaio, alle ore 11:00 si svolgeranno i funerali presso la Basilica del Santo sepolcro
1 Capitale italiana della cultura 2021, l'incontro tra Cannito e Bottaro Capitale italiana della cultura 2021, l'incontro tra Cannito e Bottaro Cannito ha riferito di volersi confrontare con la maggioranza e con l’opposizione
1 Barletta e Trani rivali per la capitale italiana della cultura Barletta e Trani rivali per la capitale italiana della cultura Il sindaco Cannito dichiara che non deve chiedere il permesso a nessuno, né a Lodispoto né a Bottaro
Azienda in fiamme, sindaco di Barletta: «Tenete le finestre chiuse» Azienda in fiamme, sindaco di Barletta: «Tenete le finestre chiuse» In via prudenziale è il consiglio rivolto ai residenti della zona, quella industriale, ma anche ai margini della stessa
Un appello al sindaco Cannito firmato da giovani cittadine di Barletta Un appello al sindaco Cannito firmato da giovani cittadine di Barletta «Il nostro ruolo sociale non può essere trattato con la leggerezza e il sarcasmo che ha caratterizzato la vicenda»
© 2001-2020 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.