Sinergia
Sinergia
Scuola e Lavoro

Secondo Coldiretti Bat cresce l'occupazione e le imprese under 35

Presidente Muraglia: «Dobbiamo promuovere le produzioni agroalimentari che già riscuotono apprezzamento in Italia e all'estero»

Luci e ombre caratterizzano l'agricoltura delle province di Bari e BAT, secondo l'analisi approfondita emersa nel corso dell'incontro tra i vertici di Coldiretti, i componenti della Giunta camerale, il Segretario della CdC e il Presidente della Camera di Commercio di Bari, Sandro Ambrosi che ha garantito sostegno ad iniziative di sostegno e promozione dell'agroalimentare, settore trainante per l'economia delle due province, anche perché volano per l'enogastronomia ed il turismo. La vitalità delle province di Bari e della BAT è testimoniata dall'aumento del 5,3% in soli 6 mesi, dal dicembre 2016 a giugno 2017, afferma Coldiretti Bari e BAT, del numero degli imprenditori agricoli under 35 con un saldo attivo di 912 unità.

"Un dato è certo – dice il Presidente di Coldiretti Bari e BAT, Savino Muraglia – è in corso un processo di accentramento ed efficientamento del settore agricolo che sta portando alla riduzione del numero delle imprese agricole più piccole e meno performanti sui mercati, mentre aumenta la competitività ed il valore aggiunto. L'andamento non è omogeneo nelle due province, perché l'approccio ai mercati, la sfida agli investimenti a prescindere dai finanziamenti regionali e la grandezza media delle aziende fanno registrare delle performance differenti nelle due macro aree di Bari e della BAT. Dobbiamo saper sfruttare tutti gli strumenti a disposizione per promuovere le produzioni agroalimentari che già riscuotono apprezzamento in Italia e all'estero, ma ancora di più va fatto per accompagnare le imprese a presentarsi su nuovi mercati in maniera sempre più efficace".

Nel dettaglio dal 2014 al 2017 sono diminuiti i prestiti oltre il breve termine all'agricoltura in provincia di Bari con -17,9%, mentre aumentano nella BAT con +8,2%, rileva Coldiretti Bari e BAT, a dimostrazione di un differente ricorso al sistema creditizio, che nel 2017 ha concesso alle due province 271 milioni di euro di prestiti agricoli che sono stati investimenti principalmente nell'acquisto di macchine e attrezzature rurali (42,7%), in fabbricati non residenziali rurali (36,4%) e in immobili rurali (20,9%).

"In 5 anni dal 2012 al 2017 è diminuito il numero delle aziende agricole – segnala Angelo Corsetti, Direttore di Coldiretti Bari e BAT – in provincia di Bari del 4,4% e nella BAT del 3,8%, di contro il valore aggiunto cresce nella BAT fino al 2016 del 2,1%, mentre la provincia di Bari vede crescere di un ottimo 14,3% il numero degli occupati in agricoltura. In sintesi il processo di upgrading qualitativo ha consentito al settore di creare ricchezza".

Grande preoccupazione è emersa nel corso dell'incontro per la campagna olivicola – olearia in territori come le province di Bari e BAT dalla forte vocazione olivicola che rappresentano in media la prima 99.600 ettari e 1.719.500 quintali di olive e la seconda 33.350 ettari e 1.102.500 quintali di olive, una produzione che quest'anno risulterà drammaticamente ridotta anche fino al 70% per le gelate di febbraio e marzo, togliendo reddito alle aziende e ricchezza all'economia dei territori.
  • Lavoro
Altri contenuti a tema
Futuro più sereno per le lavoratrici e i lavoratori della Asl BT Futuro più sereno per le lavoratrici e i lavoratori della Asl BT «Una giornata storica» dichiara il presidente della regione Emiliano
Canne della Battaglia chiusa per protesta dei lavoratori, è agitazione Canne della Battaglia chiusa per protesta dei lavoratori, è agitazione «Come si può tollerare che la fruibilità del sito sia garantita solo per 4 giorni la settimana?»
1 Centro per l'impiego di Barletta, attese di un anno per ritiro documenti Centro per l'impiego di Barletta, attese di un anno per ritiro documenti «A Luglio 2019 mi rilasceranno il documento che consentirebbe ai cittadini disoccupati di formarsi presso le varie strutture»
1 DigithON 2018, Barletta arriva in finale con il progetto "Artctory" DigithON 2018, Barletta arriva in finale con il progetto "Artctory" L'obiettivo di Cinzia, Gioacchino e Luigi è valorizzare le piccole botteghe artigiane e i vecchi mestieri che stanno scomparendo
Fare impresa a Barletta costa troppo, le tasse sono pari al 64,8% Fare impresa a Barletta costa troppo, le tasse sono pari al 64,8% De Marinis: «Il fisco non deve essere più il socio pubblico di artigiani e piccoli imprenditori»
Primo congresso dei consulenti del lavoro, un quadro della provincia Bat Primo congresso dei consulenti del lavoro, un quadro della provincia Bat Un evento per determinare lo stato di salute del lavoro nell'ultima nata fra le province pugliesi
La Bat avvia un corso di alta specializzazione tecnica terziaria La Bat avvia un corso di alta specializzazione tecnica terziaria Iniziativa utile per dare slancio al turismo, potrebbe già realizzarsi nel biennio 2018-2020
Sviluppo sostenibile e lavoro, un patto per la provincia Bat Sviluppo sostenibile e lavoro, un patto per la provincia Bat Programma condiviso tra i rappresentanti dei sindacati confederali e Confindustria Bari BAT
© 2001-2018 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.