Palazzo di Città
Palazzo di Città
La città

Rivendica casa popolare e accusa il Comune di Barletta, Cannito: «Mente!»

Il sindaco: «Queste sono accuse gravi e chi le fa deve assumersene la responsabilità, probabilmente anche giudiziaria»

Elezioni Regionali 2020
"Il signor Dibenedetto mente sapendo di mentire!". Così il sindaco di Barletta, Cosimo Cannito, chiamato in causa dallo stesso cittadino in una intervista rilasciata a una emittente televisiva, commenta le dichiarazioni rilasciate dal medesimo, in merito al suo presunto diritto a una casa popolare. L'uomo, nell'intervista, riferisce di essere avente diritto e assegnatario di una abitazione che però sarebbe stata assegnata a un altro cittadino.

"Queste sono accuse gravi – ha aggiunto il primo cittadino – e chi le fa deve assumersene la responsabilità, probabilmente anche giudiziaria, qualora gli uffici ritengano che ci siano gli estremi per procedere a una denuncia per calunnia e diffamazione".

"Quello che non si capisce – conclude Cannito - è come mai il signor Dibenedetto, certo del torto subito, non abbia prodotto alcuna denuncia alle autorità competenti a tutela del suo presunto diritto negato."

Di seguito la relazione dell'ufficio preposto in merito alla situazione del signor Dibenedetto
Premesso che, ai sensi dell'art.8 della legge regionale n.10/2014, il Comune e gli enti gestori possono in qualsiasi momento espletare accertamenti volti a verificare la permanenza e l'esistenza dei requisiti dei concorrenti inseriti nella graduatoria definitiva per l'assegnazione di un alloggio ERP . Il sig. Dibenedetto, generalizzato in oggetto, risultava inserito nella precedente graduatoria definitiva con punti 11 al N. d'ordine 95 .

A seguito della disponibilità dell'alloggio ERP alla Via M. Buonarroti, 19 int.5 della superficie convenzionale di mq.83,05 comunicata dall'Arca P.C., l'Ufficio ha provveduto tempestivamente, considerata la necessità del precedente assegnatario di riconsegnare l'alloggio in quanto emigrato nel Comune di Forlì, a individuare gli aspiranti assegnatari in posto utile, aventi un nucleo familiare di 5 persone e nel contempo a inviare, agli stessi, comunicazione dell'alloggio resosi disponibile per l'eventuale accettazione.

Dalla graduatoria sono stati individuati il sig. P. E. al N.d'ordine 81 con punti 11 e il sig. DIBENEDETTO DOMENICO al N.d'ordine 95 con punti 11 .

In sede d'istruttoria, per dubbi sulla composizione del nucleo familiare del sig. P., risolti successivamente con un colloquio con l'Ente gestore, l'Ufficio ha inviato in data 12/06/2015 la comunicazione di disponibilità al sig. Dibenedetto e in data 18/06/2015 quella al sig. P.

In data 16/06/2015 si è presentato nell'Ufficio il sig. Dibenedetto, iscritto in graduatoria al N.95, al quale è stata richiesta una accettazione dell'alloggio con riserva, in quanto si attendeva al volontà del sig. P. iscritto al N.81.

Il sig. P. ha espresso la sua volontà di accettare l'alloggio in questione in data 24/06/2015 . Pertanto, il sig. Dibenedetto, presentatosi successivamente in Ufficio, è stato informato dell'accettazione sottoscritta dal sig. P. e che quindi l'assegnazione dell'alloggio sarebbe stata disposta in suo favore .

Il sig. P. è diventato assegnatario con determinazione dirigenziale n.1009 del 14/07/2015, pubblicata il 15/07/2015, e la consegna dell'alloggio è stata eseguita da dipendenti dell'ARCA P.C. in data 20/07/2015 .

In data 16/05/2016 il Comune ha pubblicato un nuovo bando per l'assegnazione di alloggi E.R.P. che si renderanno disponibili e di n.24 alloggi in costruzione nel nuovo Piano di Zona 167/62 (Via Velasquez) .

Le due graduatorie definitive sono state approvate con determinazione dirigenziale n.521 del 10/04/2018 . Il sig. Dibenedetto è inserito nella graduatoria per l'assegnazione di n.24 alloggi costruiti dal Comune nella 167 al N. d'ordine 165 con punti 6 .

Con determinazione dirigenziale n.1453 del 26/09/2019 è stata disposta l'assegnazione dei 24 alloggi ai richiedenti inseriti in graduatoria con nuclei di due e tre persone il cui standard è adeguato alle dimensioni degli alloggi.
  • Comune di Barletta
Altri contenuti a tema
Morirono in servizio: ripristinata l'aiuola per i due poliziotti barlettani Morirono in servizio: ripristinata l'aiuola per i due poliziotti barlettani Era il gennaio del 2018 quando il Comune intitolò agli agenti due strade, unite idealmente da due querce piantate per rafforzare il legame tra Barletta e i suoi figli
Ripristinate le aiuole dedicate a due poliziotti barlettani deceduti in servizio Ripristinate le aiuole dedicate a due poliziotti barlettani deceduti in servizio Martedì, una cerimonia con la partecipazione delle autorità
Attività ludico-ricreative a Barletta, l'avviso per gli operatori del terzo settore Attività ludico-ricreative a Barletta, l'avviso per gli operatori del terzo settore Si raccomanda a tutti i soggetti interessati di approfondire le disposizioni e i protocolli di prevenzione
Primo maggio, arriva per Barletta l'ordinanza aperture esercizi commerciali Primo maggio, arriva per Barletta l'ordinanza aperture esercizi commerciali Potranno altresì effettuare asporto e domicilio anche i bar, i ristoranti, le pizzerie e le gelaterie
A Barletta il contributo straordinario di Ager, in totale 664.930 euro A Barletta il contributo straordinario di Ager, in totale 664.930 euro L'assessore Passero: «Il comune potrà investire per potenziare e rendere sempre più virtuose le politiche ambientali in città»
Contributo fitto casa, necessario comunicare codice IBAN al Comune di Barletta Contributo fitto casa, necessario comunicare codice IBAN al Comune di Barletta Sono state evase 1.628 domande, ne mancano all’appello 172 per le quali non può essere portato a termine il mandato di pagamento
Coronavirus, avviso per l'accesso all'utenza negli uffici comunali di Barletta Coronavirus, avviso per l'accesso all'utenza negli uffici comunali di Barletta L’ingresso del pubblico avverrà solo previo appuntamento
Pulizia e sicurezza strade extraurbane, un accordo tra Anas e Comune di Barletta Pulizia e sicurezza strade extraurbane, un accordo tra Anas e Comune di Barletta Anas provvederà a raccogliere i rifiuti mentre Bar.s.a. si farà carico di ritirarli e smaltirli
© 2001-2020 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.