Il porto di Barletta visto dalla Lega Navale. <span>Foto Ida Vinella</span>
Il porto di Barletta visto dalla Lega Navale. Foto Ida Vinella
La città

Risultato storico per il porto di Barletta, +316% al general cargo

I dati comunicati dall'Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Meridionale

I dati relativi al primo trimestre del 2022, nei porti dell'Adriatico Meridionale (Bari, Brindisi, Barletta, Monopoli e Manfredonia), confermano e consolidano il trend di crescita intrapreso e mai fermatosi, nemmeno nel periodo più buio della pandemia, e annunciano nuove potenzialità di sviluppo esponenziali, a beneficio dell'economia dei territori interessati e dell'intero Paese.

Sia pur con la limitata portata statistica che può essere attribuita solo ai dati di un semestre, si rileva che nei primi tre mesi del nuovo anno, i cinque scali hanno movimentato più di 4,6 milioni di tonnellate di merce, un dato che si traduce in un +17% rispetto allo stesso periodo del 2021 e, addirittura, +25% rispetto al 2019.

L'ottimizzazione dei noli, ossia l'utilizzo di un numero inferiore di navi con più carico, e l'immissione in linea delle nuove RO-RO e RO-PAX, capaci di ospitare a bordo un maggior numero di mezzi e di mezzi pesanti, hanno già prodotto gli effetti auspicati, ossia la diminuzione del numero degli accosti complessivi che, finora, sono stati 894.

I dati del primo trimestre 2022 sono trainati dalle rinfuse solide con il +30%, seguite dal general cargo (+13%) e dalle rinfuse liquide (+7%). Continua la sua crescita, rapportata agli ultimi tre anni, il traffico dei rotabili che raggiunge le 73.800 unità.

In ascesa significativa, anche, il dato relativo al flusso passeggeri. I traghetti hanno portato negli scali del Sistema oltre 167mila persone, un dato che si traduce in +31% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

Nonostante nel trimestre in esame non fosse ancora iniziata la stagione crocieristica il database rileva già i primi accosti di navi da crociera che negli altri due anni, a causa della pandemia, erano azzerati.

Dalla lettura complessiva dei dati del Sistema del primo trimestre 2022, che non costituisce un'analisi statistica per via della brevità dell'arco temporale in esame, privo delle componenti tendenziali e stagionali necessarie, ma un trend parametrico, si passa, quindi, ad una lettura per ciascun singolo porto.

Nel porto di Barletta, il sistema di rilevazione dati annuncia un aumento esponenziale e storico nella movimentazione del general cargo che si attesta sul +316% mentre per il porto di Manfredonia, si registra l'aumento sia della movimentazione delle rinfuse liquide (+7%), sia del general cargo (+141%) con circa 14mila tonnellate di merci in colli.

"Stiamo lavorando su più fronti, dall'infrastrutturazione funzionale, dinamica e innovativa dei nostri cinque scali, alla promozione in tutte le vetrine nazionali e internazionali con l'obiettivo di rendere il Sistema dell'Adriatico Meridionale un unico snodo caratterizzato da cinque pilastri autonomi e al contempo complementari- commenta il presidente di AdSPMAM Ugo Patroni Griffi. Bisogna adottare una strategia "offertista", in cui, invece di adeguare in un secondo momento le infrastrutture alle esigenze dei traffici e del sistema economico si crei un "sovrappiù produttivo" di capacità infrastrutturali e di servizi, in grado di attrarre traffici e attività economiche".

I dati statistici relativi ai traffici nei porti dell'AdSPMAM sono raccolti ed elaborati dal sistema tecnologico GAIA, il Port Community System multi-porto realizzato come strumento di supporto per le attività portuali dei porti di Bari, Brindisi, Manfredonia, Barletta e Monopoli, in grado di controllare in real time i passeggeri e i mezzi in entrata e in uscita dai porti, immagazzinare i dati di traffico passeggeri e merci forniti dalle Agenzie Marittime e, quindi, elaborarli per fini statistici e di fatturazione, secondo i modelli ESPO.
  • Porto
Altri contenuti a tema
Porto di Barletta, nel 2023 al via i lavori di prolungamento dei moli foranei Porto di Barletta, nel 2023 al via i lavori di prolungamento dei moli foranei L’importo previsto dell’opera è di circa 25 milioni di euro
Autorevoli attenzioni dei candidati sindaci sul porto della ex città marinara Autorevoli attenzioni dei candidati sindaci sul porto della ex città marinara L'intervento di Nicola Palmitessa
Il porto di Barletta, l'intervento di Nicola Palmitessa Il porto di Barletta, l'intervento di Nicola Palmitessa Delocalizzare il porto commerciale? Per un unico porto turistico?
1 Porto di Barletta: tra i cinque protagonisti a Expo 2020 Dubai Porto di Barletta: tra i cinque protagonisti a Expo 2020 Dubai Un miliardo di euro per cambiare il volto di cinque porti, tra cui quello di Barletta
1 Porto di Barletta, Damiani: «Passi importanti verso la riqualificazione» Porto di Barletta, Damiani: «Passi importanti verso la riqualificazione» Il senatore barlettano comunica i progressi del progetto infrastrutturale
Faro napoleonico, Damiani: «Arrivano i primi risultati concreti» Faro napoleonico, Damiani: «Arrivano i primi risultati concreti» Il senatore di Forza Italia fa il punto della situazione
Frese giganti nel porto di Barletta, serviranno per l'alta velocità Bari-Napoli Frese giganti nel porto di Barletta, serviranno per l'alta velocità Bari-Napoli Le operazioni avvenute nei giorni scorsi si spostano a Bari
19 Verso la valorizzazione dell'antico Faro Napoleonico di Barletta Verso la valorizzazione dell'antico Faro Napoleonico di Barletta Ieri un incontro istituzionale per tracciare la rotte del futuro Piano Regolatore Portuale
© 2001-2022 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.