Cucina
Cucina
Scuola e Lavoro

Resto al Sud, nasce a Barletta un’altra iniziativa economica

Il progetto è finanziato grazie alla misura di Invitalia

Nasce a Barletta un'altra iniziativa economica grazie alla misura agevolativa Resto al Sud di Invitalia. Savio Giannini, premiato sommelier AIS e la sua compagna Celia Mamblona Castellanos, con la consulenza del commercialista Tito Tiani, dopo esperienze in Italia, Spagna, Austria, Germania ed Inghilterra in prestigiosi ristoranti hanno deciso di mettere a frutto la loro esperienza intraprendendo un'attività autonoma.

"Sehaifame" è un'attività di preparazione di piatti pronti da asporto con possibilità di fruire dei pasti direttamente a casa propria senza la necessità di recarsi in loco. Per la prenotazione dei pasti, oltre che l'utilizzo dei canali convenzionali, è possibile ordinare via WhatApp oppure direttamente dal sito wwww.sehaifame.it , che presenta un menu' sempre aggiornato, con possibilità di pagare direttamente con carta di credito o stabilire al momento dell'ordine il giorno e l'ora della consegna. Un'ulteriore peculiarità è data dalla circostanza che le pietanze vengono preparate direttamente all'ordine per garantire al consumatore fragranza e freschezza, assicurato anche da un packaging eco-compatibile che assicura l'aromaticità del prodotto.

Questa misura agevolativa sta contrastando la crisi economica del nostro territorio, in quanto permette a persone che per lavoro avevano deciso di trasferirsi al Nord o all'Estero di ritornare in Puglia e di valorizzare al massimo le proprie esperienze. La stessa misura agevolativa è stata utilizzata da Sabino Del Negro per l'apertura della sua pasticceria, come anche da Antonio Sarcina e da Olaru Narcisa Raluca per l'apertura della Steak House "Black Soul".

In effetti, la misura di Invitalia rappresenta un incentivo molto utile all'apertura di nuove attività, finanziando integralmente il progetto nella misura del 35% del capitale con un incentivo a fondo perduto e nella misura del 65% un mutuo a tasso zero, pari della durata di sei anni con due anni di preammortamento. Rispetto al passato questa misura agevolativa si contraddistingue per la velocità dei tempi di approvazione ed erogazione. Infatti, nel caso in questione il capitale dell'investimento è stato integralmente erogato prima dell'apertura dell'attività.
  • Fondi e finanziamenti
Altri contenuti a tema
Sicurezza ferroviaria, finanziamenti anche per la tratta Bari-Barletta Sicurezza ferroviaria, finanziamenti anche per la tratta Bari-Barletta Firmata la convenzione per 115 milioni di euro col ministro Delrio
7 Barletta a portata di turista, cresce l'info point in corso Garibaldi Barletta a portata di turista, cresce l'info point in corso Garibaldi Finanziato dalla Regione Puglia il progetto in collaborazione con ArcheoBarletta
4 Avviata campagna di crowdfunding per la Cittadella della Musica Concentrazionaria Avviata campagna di crowdfunding per la Cittadella della Musica Concentrazionaria Il maestro Lotoro: «Sosteneteci in questo meraviglioso progetto storico e artistico»
In arrivo quasi tre milioni di euro per le scuole di Barletta In arrivo quasi tre milioni di euro per le scuole di Barletta Ecco gli istituti che beneficeranno degli interventi di ammodernamento
1 Centrare le periferie, Cascella: «Visione unitaria della città» Centrare le periferie, Cascella: «Visione unitaria della città» Presentato il progetto condiviso, in arrivo 6 milioni di euro per ogni comune
Caracciolo: «Per il depuratore di Barletta sarà possibile il riuso delle acque» Caracciolo: «Per il depuratore di Barletta sarà possibile il riuso delle acque» Abbattuti i costi di gestione del sistema irriguo, grazie a un finanziamento regionale
La Regione approva investimenti produttivi per 103 milioni di euro La Regione approva investimenti produttivi per 103 milioni di euro Tra le sei aziende interessate anche una di Barletta
15 milioni per le coste della Bat, serve sinergia 15 milioni per le coste della Bat, serve sinergia Uil Puglia: «Bisogna creare un coordinamento dei comuni costieri»
© 2001-2019 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.