Disabilit
Disabilit
Servizi sociali

Quante sono le persone con disabilità nei nostri territori?

Un progetto pilota supportato dal network Viva

Giornata mondiale contro la disabilità al tempo dell'emergenza Covid-19. L'interrogativo cruciale, per noi giornalisti ed operatori della comunicazione, ha riguardato la possibilità tecnica di quantificazione del fenomeno statistico attraverso un censimento - il più possibile globale, unitario, unificante, unificato - fra tutte quelle varie strutture che, in ordine di tempo e nel corso dei vari avvicendamenti, se ne sono occupate e preoccupate.

L'Italia, con legge n°18 del 3 marzo 2009 (pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 61 del 14 marzo 2009) ha ratificato e resa esecutiva la Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti delle persone con disabilità adottata dall'Assemblea Generale dell'ONU il 13 dicembre 2006 ed entrata in vigore il 3 maggio 2008. Con il medesimo provvedimento (art.3) istituisce l'Osservatorio nazionale sulla condizione delle persone con disabilità.

"Le persone con disabilità includono quanti hanno minorazioni fisiche, mentali, intellettuali o sensoriali a lungo termine che in interazione con varie barriere possono impedire la loro piena ed effettiva partecipazione nella società su una base di eguaglianza con gli altri".

Ed é su tale definizione che pochi giorni fa, il 3 dicembre come ogni anno, tutti hanno celebrato la "Giornata mondiale contro la disabilità" con accenti, atteggiamenti, toni e modalità ciascuno su misura delle proprie competenze: ma cogliendo tutti quanti il significato di sentirsi pienamente coinvolti in quanto richiesto dalle Nazioni Unite nella loro Convenzione.

Dal messaggio del Capo dello Stato alla circolare del Ministero della Pubblica Istruzione e giù giù fino al nostro livello territoriale: chi lo ha proclamato in comunicati stampa, dichiarazioni, interviste, i social, il web, il sistema dei mass media, i giornali…E così il network Viva ha deciso e voluto porre ai responsabili delle varie agenzie pubbliche la domanda-chiave con richiesta di risposta-regina: quante sono le persone che popolano il mondo della disabilità nei nostri Territori?

Con la reale possibilità di avviare un generale (benché ovviamente graduale nel medio-lungo termine) processo di ricerca, conoscenza, digitalizzazione ed infine di accorpamento dei profili personali – nel più assoluto rispetto della Privacy - oggi esistenti ma disaggregati ed estremamente frazionati. Tanto frazionati che nessuno ha saputo fornire le notizie richieste sull'effettiva dimensione numerica della disabilità a Barletta ed in provincia…

Esistono infatti varie banche-dati, almeno tante quante sono le strutture preposte a seguire le vicende, anche burocratiche oltre che di terapia, dei soggetti interessati, delle loro differenti patologie, dei propri nuclei familiari e di quant'altro vi ruota intorno. Nella considerazione finale di accertare anche il cosiddetto "costo sociale" della (o delle) disabilità sotto l'aspetto prettamente monetario, economico, finanziario.

Al momento, nessuna risposta formale messa nero su bianco è pervenuta al network che, tramite chi scrive, ha posto il quesito, in ordine, al Comune di Barletta, Settore Servizi Sociali (dirigente dott.ssa Caterina Navach) nonché alla Direzione generale dell'Asl BT dott. Alessandro Delle Donne tramite la responsabile comunicazione.

Interpellato anche il livello politico cittadino, contattando inizialmente l'amministrazione comunale nella persona dell'attuale assessora di riferimento (Politiche sociali) Maria Anna Salvemini la quale ha definito "ottima" l'iniziativa così come abbozzata, e ribadendo la piena disponibilità alla collaborazione indicando anche l'INPS quale ipotetica fonte per la ricerca.

In fondo a questa filiera cognitiva, con un'immagine invernale assimilabile più ad uno slalom che alla discesa libera, compaiono poi anche le varie realtà che tradizionalmente se ne occupano, come ad esempio l'AIAS e quante altre documentate da esperienza e competenza.
  • Disabilità
Altri contenuti a tema
1 Barriere architettoniche, a Barletta il piano per eliminarle Barriere architettoniche, a Barletta il piano per eliminarle Sarà presto reso pubblico per sottoporlo alle osservazioni dei cittadini
Accesso al mare per le persone disabili, soddisfazione del sindaco Cannito Accesso al mare per le persone disabili, soddisfazione del sindaco Cannito Il progetto prevede un finanziamento di 20.000 euro per l'inclusione e l'accesso libero al mare
Perché il mare possa rendere liberi, deve esser libero d’accogliere chiunque Perché il mare possa rendere liberi, deve esser libero d’accogliere chiunque Il libero accesso per i diversamente abili in un mare che sia inclusivo oltre che accessibile
Buoni servizio per disabili, anziani e minori, in Puglia sbloccati 14 milioni Buoni servizio per disabili, anziani e minori, in Puglia sbloccati 14 milioni A dichiararlo l’assessora al Welfare Rosa Barone
In abito bianco per uno shooting di moda, c'è anche la barlettana Vincenza Dinoia In abito bianco per uno shooting di moda, c'è anche la barlettana Vincenza Dinoia La testimonianza di due modelle in carrozzina. «C'è tanto da fare per l'inclusione sociale della donna con qualsiasi diversità o meglio particolarità»
Il disability manager per un'accessibilità universale, la proposta del M5S Il disability manager per un'accessibilità universale, la proposta del M5S A presentare la mozione politica anche la barlettana Stefania Doronzo
Una favola sulla disabilità, il cortometraggio dei ragazzi del Teatro senza barriere Una favola sulla disabilità, il cortometraggio dei ragazzi del Teatro senza barriere «La disabilità diventa abilità per tutti i nostri ragazzi che vivono la magia del teatro nel colore della vita»
2 Disabilità: tante storie, un unico messaggio di speranza e normalità Disabilità: tante storie, un unico messaggio di speranza e normalità Il Viva Network partecipa alla Giornata internazionale delle persone con disabilità con vari approfondimenti
© 2001-2021 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.