Traliccio elettrodotto
Traliccio elettrodotto
La città

Prosegue l'iter per l'interramento degli elettrodi

Approvata dalla Giunta Regionale l'intesa per l' interramento del primo dei tre elettrodi. Grande soddisfazione espressa dal sindaco Maffei e del vicepresidente Capone

Approvato dalla Giunta Regionale, su proposta della Vicepresidente ed Assessore allo Sviluppo Economico Loredana Capone, l'Atto di intesa regionale per l'autorizzazione alla costruzione ed esercizio di variante in cavo alla linea elettrica 150 kV Barletta - Barletta FS dal palo 6 bis alla Stazione elettrica "RFI Barletta". Si tratta di fatto dell'ultimo atto utile al rilascio dell'Autorizzazione Unica da parte del Ministero dello Sviluppo Economico (retto ad interim dal Presidente del Consiglio Berlusconi) di concerto con il Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, per l'interramento del primo dei tre elettrodotti che interessano il centro abitato di Barletta. Tale intervento attua quanto concordato a seguito della sottoscrizione del protocollo di intenti siglato nel luglio 2006 tra ENEL Distribuzione il Comune di Barletta (nella persona del Sindaco Maffei) e RFI, e quanto deliberato dal Consiglio comunale nell'aprile 2009, per l'interramento delle linee elettriche a 150 kV che costituiscono vincolo allo sviluppo ed alla valorizzazione urbanistica della città e risultano essere incompatibili con la vocazione edilizia dell'area attraversata da detti elettrodotti.

La nuova linea, oggi di proprietà Telat srl controllata da Terna spa, avrà una lunghezza complessiva di km 3,465 e sostituirà il tronco aereo lungo km 1,491 e quello in cavo O.T. che si sviluppa per circa 1 km, migliorandone le caratteristiche e le prestazioni.

Grande soddisfazione é stata espressa dal Sindaco Maffei, a nome dell'Amministrazione Comunale: "Tale ultimo adempimento, che ha visto la Regione Puglia condividerne le finalità, permette un nuovo significativo passo avanti nel processo di attenzione al risanamento ambientale della Città di Barletta. Attendiamo con fiducia gli esiti del Decreto ed a seguire l'inizio dei lavori."
Analoghe sono state le valutazione della Vicepresidente Capone che ha così commentato: "Il provvedimento, tanto atteso dalla Città di Barletta, consegue precise finalità estetiche, ambientali e di efficienza energetica. La maggior lunghezza nello sviluppo dei cavi, a seguito dell'interramento, viene ampiamente compensata da una più razionale gestione dell'energia con minori perdite, naturale conseguenza dell'utilizzo di nuovi materiali isolanti".
  • Energia
  • Elettrodotto
Altri contenuti a tema
Stanotte lancette indietro di un'ora, ecco l'ora solare Stanotte lancette indietro di un'ora, ecco l'ora solare Restano gli interrogativi sulla sua abolizione
Caro energia, anche le pescherie di Barletta subiscono la crisi Caro energia, anche le pescherie di Barletta subiscono la crisi Per le famiglie barlettane diventa sempre più costoso acquistare pesce fresco
Cinque palestre di Barletta passano all'illuminazione led Cinque palestre di Barletta passano all'illuminazione led L'intervento consentirà un risparmio di energia elettrica di circa l’80%
Caro energia: tutta la verità sugli oneri in bolletta Caro energia: tutta la verità sugli oneri in bolletta Una proposta concreta a favore dei cittadini e dell'economia
Caro bollette: «Io non aspetterei il 25 settembre, c'è bisogno di soluzioni nell'immediato» Caro bollette: «Io non aspetterei il 25 settembre, c'è bisogno di soluzioni nell'immediato» «Chiediamo al governo che vengano bloccate le bollette e un decreto legge che ci tuteli»
Le bollette alle stelle esposte in vetrina, proposta di FIPE Confcommercio Bari BAT Le bollette alle stelle esposte in vetrina, proposta di FIPE Confcommercio Bari BAT Gli aumenti sono arrivati al +300%, tante le attività in sofferenza
La certificazione energetica, tutto quello che c’è da sapere La certificazione energetica, tutto quello che c’è da sapere Un approfondimento sul tema
Caro energia, in Puglia 11% dei consumi solo per la produzione del cibo Caro energia, in Puglia 11% dei consumi solo per la produzione del cibo Stretta su aziende a chilometro zero per ridurre i costi
© 2001-2023 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.