Posa prima pietra
Posa prima pietra
Scuola e Lavoro

Posa della prima pietra del nuovo Istituto professionale, «obiettivo primario la sicurezza»

A Barletta spesso una realtà strutturale scolastica precaria e pericolosissima. «Questo è solo l’inizio di una grande opera di risanamento»

Si è tenuta lunedì 10 dicembre, la cerimonia di "posa della prima pietra", del nuovo istituto Professionale di Barletta; a suggellare quest'atto, inteso come grande promessa per i giovani barlettani, sono intervenuti il Presidente della Provincia di Bari, Francesco Schittulli, il Presidente della Provincia di Barletta-Andria-Trani, Francesco Ventola ed i rispettivi Assessori all'Edilizia Scolastica, Stefano Di Perna e Domenico Campana.

Si occuperà dell'edificazione dell'Istituto nei pressi di Via Palmitessa, l'impresa di Salvatore Matarrese il quale intervenendo personalmente ha garantito, anche alla luce dei recenti avvenimenti, che «nostro obbiettivo primario sarà la sicurezza della struttura e quindi dei nostri stessi giovani concittadini che ne usufruiranno». Infatti le strutture scolastiche barlettane non raggiungono l'eccellenza né per sicurezza, né tantomeno per stabilità, anzi come emerge da recenti indagini territoriali si candidano tra le più carenti, quando dovrebbero essere tra le prime strutture più sicure dopo gli edifici ospedalieri. Stando a quanto asserito durante le recenti giornate nazionali della sicurezza nelle scuole, le province della Bat cercheranno di concorrere per il conseguimento delle risorse di circa 42 milioni di euro, stanziate per il "recupero e qualificazione delle infrastrutture scolastiche". Per il momento agli studenti barlettani non resta che aver fiducia, visto che persistono momentaneamente nelle varie scuole cavi scoperti della corrente elettrica, porte staccate dagli infissi, buchi nei muri, soffitti cedevoli e permeabili e quant'altro come denunciato dai recenti articoli di Barlettalife. Intento comune, come emerso dall'intervento istituzionale del Presidente della Provincia Francesco Ventola, sarà quello di «sopperire o addirittura sostituire strutture che attualmente risultano carenti e talvolta anche pericolose». Il termine di scadenza preposto alla realizzazione del progetto è di dodici mesi, ed in questo le autorità e gli stessi costruttori sembrano essere parecchio fiduciosi.

Durante la cerimonia è intervenuto Don Mauro [parroco della Santissima Trinità ndr] che con le sue preghiere ha benedetto il sito in particolare, ma soprattutto coloro i quali in precedenza hanno progettato questa grandissima impresa, e in ultimo ma non per importanza, tutti i lavoratori che più materialmente si impegneranno nella vera e propria costruzione dell'edificio. Infine dopo aver sottoscritto e firmato il documento a testimonianza delle varie autorità istituzionali e religiose presenti a questo cerimoniale dalle origini antichissime, si è proceduto a renderlo parte indissolubile della struttura, murandolo nella prima pietra gettandovi sopra del cemento vivo, sancendo l'inizio di una nuova grande opera edilizia di grande portata idealistica per il comune di Barletta.
8 fotoNuovo Liceo Classico di BarlettaTommaso Francavilla
Cantiere edileCantiere edileCantiere edileCantiere edileCantiere edileCantiere edileCantiere edileCantiere edile
  • Edilizia
  • Provincia Barletta-Andria-Trani
  • Scuola
  • Assessorato all'edilizia
  • Provincia di Bari
Altri contenuti a tema
Nuovo parametro per le scuole, ecco perché a Barletta resteranno aperte Nuovo parametro per le scuole, ecco perché a Barletta resteranno aperte L'analisi dei dati sui contagi in base alle nuove linee guida proposte dal Comitato tecnico scientifico al Governo
Emiliano al Governo: «Se vogliamo la scuola in presenza dobbiamo vaccinarla» Emiliano al Governo: «Se vogliamo la scuola in presenza dobbiamo vaccinarla» «Nel giro di 20 giorni al massimo, se ci impegniamo, potremmo vaccinare tutto il personale della scuola»
Scuola, gli psicologi pugliesi: «Famiglie nel caos» Scuola, gli psicologi pugliesi: «Famiglie nel caos» Vincenzo Gesualdo commenta la nuova ordinanza del governatore Emiliano dopo il ricorso al Tar del Codacons
1 Scuola in Puglia, ecco cosa prevede la nuova ordinanza firmata ieri notte Scuola in Puglia, ecco cosa prevede la nuova ordinanza firmata ieri notte Resta la DDI al 100% ma sparisce la percentuale del 50% di alunni in presenza per ragioni non diversamente affrontabili
4 Scuola, in arrivo nuova ordinanza: Emiliano reagisce alla decisione del Tar Scuola, in arrivo nuova ordinanza: Emiliano reagisce alla decisione del Tar «Dobbiamo tutelare la salute degli insegnanti e del personale scolastico»
In Puglia si torna a scuola, il Tar sospende l'ordinanza di Emiliano In Puglia si torna a scuola, il Tar sospende l'ordinanza di Emiliano Si dovrebbe tornare in classe domani seguendo quanto stabilito dal Dpcm
Studenti a casa fino al 5 marzo, arriva l'ordinanza di Emiliano Studenti a casa fino al 5 marzo, arriva l'ordinanza di Emiliano Da lunedì didattica digitale integrata per tutte le scuole in Puglia
Scuola in Puglia, ritorno alla didattica a distanza per tutti Scuola in Puglia, ritorno alla didattica a distanza per tutti Si attende a momenti la nuova ordinanza regionale: alla base un "peggioramento del livello generale del rischio di contagio"
© 2001-2021 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.