Indagini sul caso Michele Cilli
Indagini sul caso Michele Cilli
Cronaca

Omicidio Cilli, forse altre persone coinvolte nel caso

Al centro delle indagini ci sono molteplici indizi considerati "univoci e concordanti"

Una serie di indizi, considerati dagli inquirenti "chiaramente univoci e concordanti", ma soprattutto "convergenti nel focalizzarsi sugli indagati", hanno portato alla svolta nel caso di Michele Cilli, che tuttavia è ancora lontano dal potersi definire risolto.

Nel mistero del giovane 24enne barlettano, scomparso e ucciso a gennaio scorso, secondo la ricostruzione degli inquirenti, probabilmente sono coinvolte anche altre persone oltre ai due soggetti accusati di omicidio e soppressione di cadavere.

Il gip di Trani ha parlato di "un evidente clima omertoso permeante la vicenda in disamina", a cui si aggiungono i "diversi tentativi di depistaggio" definiti così dal procuratore Renato Nitti e da "un'attività di distruzione del materiale probatorio da parte dei soggetti coinvolti nella vicenda" secondo il sostituto procuratore Francesco Aiello.

Tutte tessere intricate di un mosaico composto da registrazioni di telecamere di sorveglianza raccolte in varie zone di Barletta (nei pressi del Castello, sul lungomare Mennea, in via Ofanto), da tabulati telefonici e tracciati GPS, che potrebbero portare all'individuazione di altri soggetti coinvolti nel caso. Le indagini infatti sono ancora in corso, e soprattutto si cerca ancora un movente.
Al momento sono stati interessati dalla misura della custodia cautelare in carcere Dario Sarcina, considerato il presunto autore dell'omicidio di Michele Cilli, e Cosimo Damiano Borraccino che è ritenuto coinvolto in concorso nella soppressione del cadavere di cui ad oggi non rimane alcuna traccia.

Il motivo che avrebbe portato all'omicidio di Cilli potrebbe essere legato a "precedenti dissapori tra i soggetti coinvolti", come riferito dal procuratore Nitti: si è parlato, sin dai primi momenti, di un possibile regolamento di conti negli ambienti dello spaccio.
  • Procura della Repubblica
Altri contenuti a tema
1 Caso Cilli, il legale difensore di Sarcina: «Clima sereno, vuole dimostrare la sua non colpevolezza» Caso Cilli, il legale difensore di Sarcina: «Clima sereno, vuole dimostrare la sua non colpevolezza» Al termine degli interrogatori l’avvocato Francesco Di Marzio dichiara: «Dobbiamo approfondire una lunga serie di atti»
2 Arresto Capristo, in manette anche tre imprenditori della provincia di Bari Arresto Capristo, in manette anche tre imprenditori della provincia di Bari L'accusa è di aver fatto pressioni su un magistrato
Arresti domiciliari per l'ex procuratore capo di Trani Capristo Arresti domiciliari per l'ex procuratore capo di Trani Capristo Le accuse sono di tentata corruzione, truffa e falso
Le immagini dell'assembramento di Barletta finiscono in Procura Le immagini dell'assembramento di Barletta finiscono in Procura I Carabinieri hanno acquisito dagli uffici comunali gli atti indispensabili per chiarire le responsabilità di quanto avvenuto il primo maggio scorso
Incendio Dalena Ecologia, la Procura di Trani dispone le operazioni peritali Incendio Dalena Ecologia, la Procura di Trani dispone le operazioni peritali Al momento il procedimento penale per incendio doloso resta contro ignoti
Fatture false, nel mirino della Procura anche persone di Barletta Fatture false, nel mirino della Procura anche persone di Barletta All'attenzione degli inquirenti sono finite numerose operazioni commerciali per diversi milioni di euro
Cattivi odori a Barletta, consegnato un esposto in Procura Cattivi odori a Barletta, consegnato un esposto in Procura Rinviato il consiglio comunale monotematico: fissata una nuova conferenza stampa
Inchiesta procura, Savasta passa ai domiciliari nella sua casa a Barletta Inchiesta procura, Savasta passa ai domiciliari nella sua casa a Barletta Il Gip accoglie la richiesta avanzata dai suoi legali
© 2001-2022 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.