Mario Landriscina
Mario Landriscina
Territorio

Occupazione del suolo pubblico: chiesto incontro con i sindaci

«Per gli ambulanti ci aspettiamo l’allungamento dell’esonero sino al 31 dicembre, o almeno al 30 giugno»

«Importanti novità normative e disposizioni urgenti sono state introdotte dal cosiddetto Decreto Milleproroghe con la conversione in Legge del Decteto legislativo in materia di Occupazione suolo pubblico» fa sapere Mario Landriscina, direttore di Confesercenti Bat.

«La nuova normativa stabilisce che dal 1° Aprile 2022 cessa l'applicazione dell'esonero dal pagamento del canone per l'occupazione del suolo pubblico relativo all'ampliamento concesso dai Comuni in periodo di pandemia da parte dei pubblici esercenti e degli ambulanti.

Legge che necessita di essere interpretata in maniera univoca con le istituzioni territoriali. Per questo la Confesercenti Provinciale BAT ha inviato due note di chiarimento alle amministrazioni comunali provinciali.

In sintesi si chiede come gli esercenti debbano comportarsi in relazione alla possibilità di tenere ampliate le occupazioni di suolo pubblico, concesse in deroga, in quanto la legge conferma il pagamento della occupazione di suolo pubblico, senza fare riferimento alcuno alla possibilità di mantenere ampliate o meno le superfici concesse in deroga.

In particolare se bisogna tornare alla occupazione di suolo pubblico originaria o è possibile mantenere quella ampliata, versando il relativo tributo comunale per quanto occupato.

Inoltre la legge stabilisce che fino al 30 giugno 2022 (e non più solo fino al 31 marzo) le domande di nuove concessioni per l'occupazione di suolo pubblico e/o di ampliamento delle superfici già concesse, sono sempre da presentarsi in via telematica all'ufficio competente (in genere S.U.A.P.) del Comune.

La, domanda in questo caso è la seguente: la norma approvata, proroga esclusivamente le disposizioni di semplificazione (al 30 giugno 2022), mentre l'esonero dal pagamento del canone unico resta limitato al 31 marzo 2022?"

Nelle note la Confesercenti Provinciale BAT ha chiesto ai sindaci un incontro monotematico per approfondire la problematica relativa all'occupazione del suolo pubblico e per venire incontro alle esigenze degli imprenditori che nonostante la fine dello Stato di emergenza Covid, gli imprenditori sono ancora oggetto di una profonda crisi economica , acuitasi, dopo il Covid, a seguito degli straordinari aumenti energetici a causa della guerra in Ucraina con conseguente inflazione ormai prossima alle due cifre».

«Per gli ambulanti ci aspettiamo l'allungamento dell'esonero sino al 31 dicembre , o almeno al 30 Giugno - conclude il direttore Mario Landriscina -, visto che il maltempo ha condizionato molto lo svolgimento dei mercati invernali sinora svolti, sempre meno frequentati causa la riduzione dei consumi dovuta all'aumento dei costi energetici e dell'inflazione crescente».
  • Confesercenti
Altri contenuti a tema
Turismo in Puglia, «l’importante è aver cominciato a correre» Turismo in Puglia, «l’importante è aver cominciato a correre» L'analisi di Landriscina (Confesercenti Bat): «Di recente la Puglia ha assunto un ruolo turistico importante»
No al pagamento delle occupazioni di suolo pubblico, la richiesta di Confesercenti BAT No al pagamento delle occupazioni di suolo pubblico, la richiesta di Confesercenti BAT Nota rivolta ai sindaci della provincia
Francesco Petruzzelli si reca a Roma per contestare le bollette: «Sto combattendo per tutti» Francesco Petruzzelli si reca a Roma per contestare le bollette: «Sto combattendo per tutti» Nel frattempo continuano le proteste anche ad Andria
Caro bollette, in diretta i rappresentanti di Confesercenti Bat e FIEPeT Caro bollette, in diretta i rappresentanti di Confesercenti Bat e FIEPeT Verrà illustrato il documento presentato al prefetto
"Stop al caro bollette", il documento di Confesercenti Bat: «Niente speculazioni sotto forma di aumenti» "Stop al caro bollette", il documento di Confesercenti Bat: «Niente speculazioni sotto forma di aumenti» «Vogliamo capire se a livello nazionale si sta capendo che a subirne le conseguenze maggiori sono le piccole imprese»
Saldi estivi: la data fissata non rispecchia la volontà della Confesercenti Puglia e B.A.T. Saldi estivi: la data fissata non rispecchia la volontà della Confesercenti Puglia e B.A.T. «Avevamo chiesto di posticipare i saldi a fine luglio  e invece non siamo stati ascoltati»
1 Confesercenti e Confcommercio inviano un documento ai quattro candidati sindaci di Barletta Confesercenti e Confcommercio inviano un documento ai quattro candidati sindaci di Barletta "La provincia B.A.T. ha il più basso livello di sviluppo della Puglia come anche le province del Mezzogiorno"
Confesercenti BAT: «Stato di crisi per le imprese balneari» Confesercenti BAT: «Stato di crisi per le imprese balneari» «È necessario che le forze politiche di maggioranza compiano lo sforzo per arrivare ad un accordo equilibrato»
© 2001-2022 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.