Polizia Ferroviaria
Polizia Ferroviaria
Cronaca

Molestie sessuali in treno a Barletta, in carcere extracomunitario

Operazione della polizia di Stato

Nei giorni scorsi gli Agenti del Posto di Polizia Ferroviaria di Barletta hanno dato esecuzione ad un provvedimento di custodia cautelare in carcere a carico di un cittadino straniero responsabile del reato di violenza sessuale.

La vicenda trae origine dalla denuncia di una donna che, a bordo di un treno regionale, rientrando a casa dopo una giornata lavorativa, aveva subito molestie sessuali da parte di un uomo. Lo stesso, infatti, approfittando del fatto che a bordo del treno non c'erano molti viaggiatori, dopo aver toccato alcune parti del corpo della donna, si era masturbato ed aveva eiaculato sul giubbino della donna e sulla poltrona ove era seduta.

Fulminee le indagini avviate dalla Polizia Ferroviaria di Barletta che, nel giro di poco tempo, ha ricostruito la vicenda e raccolto diversi indizi a carico di uomo originario del Togo, irregolare sul territorio nazionale e già noto per analoghi reati.

Il Giudice per le Indagini Preliminari della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Trani, ha accolto le richieste del Pubblico Ministero titolare delle indagini, ed ha emesso, in tempi rapidissimi, una misura cautelare immediatamente eseguita dai poliziotti che hanno rintracciato l'uomo a Trinitapoli.

Dopo le formalità di rito, l'aggressore veniva tradotto presso il carcere di Lucera a disposizione dell'A.G. procedente.

Si evidenzia che la posizione dell'indagato è al vaglio dell'Autorità Giudiziaria, tenendo presente che lo stesso non potrà considerarsi colpevole sino ad una sentenza di condanna definitiva.
  • Polizia di Stato
Altri contenuti a tema
Presentati nel chiostro di Palazzo di Città ad Andria i 65 neo agenti di PS assegnati alla Questura Presentati nel chiostro di Palazzo di Città ad Andria i 65 neo agenti di PS assegnati alla Questura Il Questore Fabbrocini ha presentato il nuovo personale: "Un dono per questo territorio"
Arrivo nuovi poliziotti nella Bat, Sap: "Siamo a metà dell'opera, ma nascono altri problemi!" Arrivo nuovi poliziotti nella Bat, Sap: "Siamo a metà dell'opera, ma nascono altri problemi!" La nota del Segretario della Bat, Vito Giordano: "Nuovi spazi per gli uffici e mancanza di alloggi per i nuovi arrivati"
Auto rubate nella Bat e trasportate nel cerignolano: 26 arresti della Polizia di Stato Auto rubate nella Bat e trasportate nel cerignolano: 26 arresti della Polizia di Stato Nel mirino dell'operazione ben 45 furti di auto di grossa cilindrata per un valore complessivo di circa 1.500.000 euro
Oltre 30 i soggetti arrestati e denunciati per furto, ricettazione e riciclaggio di autovettura Oltre 30 i soggetti arrestati e denunciati per furto, ricettazione e riciclaggio di autovettura I dettagli saranno resi noti stamattina, in conferenza stampa, presso la Procura della Repubblica di Trani
1 Barletta, la polizia di Stato salva la vita ad un uomo ed arresta il suo aggressore Barletta, la polizia di Stato salva la vita ad un uomo ed arresta il suo aggressore I fatti risalgono allo scorso maggio
Minacciava i passanti con coltello da cucina a Barletta: arrestato 32enne algerino Minacciava i passanti con coltello da cucina a Barletta: arrestato 32enne algerino L'operazione è stata condotta dagli agenti delle volanti del commissariato
Palpeggia una undicenne all’uscita di scuola, arrestato settantaduenne Palpeggia una undicenne all’uscita di scuola, arrestato settantaduenne Intervento della Polizia di Stato
Furti e danneggiamenti ai treni, arrestati tre giovani di Barletta Furti e danneggiamenti ai treni, arrestati tre giovani di Barletta I tre, poco più che maggiorenni, sono indiziati per reati commessi in stazione e nel centro cittadino. Avrebbe rubato anche la bici a un disabile
© 2001-2024 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.