Presentato a Barletta
Presentato a Barletta "E la chiamano estate" di Valentino Losito
Eventi

Mare e nostalgia, presentato a Barletta "E la chiamano estate" di Valentino Losito

Una raccolta di racconti che parla di vacanze e giochi da bambini negli anni '60

Alle prime luci del tramonto, ieri, 26 luglio 2018, si è svolta la presentazione del libro "E la chiamano estate" di Valentino Losito, pubblicato dalla SECOP edizioni, presso il bar Colibrì. Le sedie destinate al pubblico - poste in maniera circolare - facevano pensare ai giochi che si fanno da bambini, come in parte è il tema di questa raccolta di racconti. Un "librino", come lo stesso autore lo definisce affettuosamente, che parla d'estate, di vacanze, di quando si era bambini e ragazzini negli anni '60.

Abbiamo incontrato l'autore, nativo di Bitonto e giornalista di professione, per la prima volta in una veste diversa.

Il giornalista e il romanziere raccontano storie. Come si fa ad essere giornalista e romanziere insieme e qual è il denominatore comune tra la scrittura di un articolo e quella di un racconto?
«Innanzitutto grazie e intanto mi sento esclusivamente giornalista. Dopo un'attività professionale lunga quasi ventisei anni alla Gazzetta del Mezzogiorno mi sono trovato a vivere quest'esperienza che nasce dal giornale, infatti tredici dei racconti contenuti in questo libro sono già apparsi nell'estate del 2016 sulle pagine culturali della Gazzetta. Anche la brevità dei racconti risente di quest'impostazione professionale. Le parole scrittore e romanziere le sento lontane da me, un tratto comune è sicuramente la parola, noi giornalisti siamo padroni della parola e c'è sempre il rischio di banalizzarla. Da parte di un giornalista, le parole vanno maneggiate con cura poiché attraverso di esse c'è la vita delle persone. Quindi, la parola è il nostro tratto comune, che questa volta ho declinato in maniera diversa, ma sono orgogliosamente un giornalista».

La memoria e la nostalgia sono i motori che l'hanno portata a scrivere questa raccolta. Come educare i giovani all'amore per la propria terra, in un tempo in cui ogni cosa lontana è a portata di click?
«Proprio questa è la piccola grande sfida che sta dietro questo libro, che ho scritto per piacere e per dedicarlo alla memoria di mio padre Lorenzo, voce narrante dei racconti. È la sfida di questo tempo, di questa scuola: di mettere nelle mani di questi nativi digitali il sentore della memoria. Questo "librino" potrebbe star bene nelle biblioteche scolastiche perché racconta come i loro padri e nonni vivevano le loro vacanze, che ai tempi chiamavamo villeggiatura».

Che cosa consiglia a un giovane che vorrebbe intraprendere la sua stessa carriera?
«Ti risponderò come mi rispose un grande opinionista degli anni '70 e '80, Egidio Sterne, quando anch'io ero un ragazzo e volevo fare questo mestiere: tre cose consiglio di fare, bisogna leggere, leggere e leggere. Siccome a me ha portato bene e fortuna… certo, non l'elenco telefonico, ma è necessaria questa sete di conoscenza. Leggendo conosci il mondo e impari a scrivere. Scrivere con lo stile giornalistico e scrivere romanzi richiede un linguaggio diverso da quello parlato, e non si può che impararlo leggendo».

In un'atmosfera suggestiva, con musica d'altri tempi e passi del libro letti da Floriana Tolve, è stato ricordato com'era andare in villeggiatura tanti anni fa. Con un confronto tra ieri e oggi Michele Ciniero, presidente LILT Sezione provinciale di Barletta Andria Trani, e Ruggero Filannino, dermatologo, hanno colto l'occasione per parlare anche di prevenzione di malattie e cura del corpo in una stagione desiderata come l'estate, durante la quale sono sempre necessari degli accorgimenti.

La nostalgia ha portato alla scrittura di questa raccolta di racconti, nati dalla memoria del passato e dal "cuore fanciullo" di Lorenzo, padre di Valentino Losito, ma ai giovani si ricordi che la nostalgia può nascere anche dal futuro. Questa deve essere una spinta a preservare la nostra memoria, a onorare il presente alzando gli occhi da un cellulare per guardare il mare.
  • Presentazione libro
Altri contenuti a tema
"Storie, libri e cucina in Piazza Marina", partenza tra gli applausi con Carlos Solito "Storie, libri e cucina in Piazza Marina", partenza tra gli applausi con Carlos Solito La prossima tappa in calendario è il 4 luglio con "Dei miei vini estremi" di Camillo Langone
La tragedia delle foibe chiude il "Maggio dei libri" a Barletta La tragedia delle foibe chiude il "Maggio dei libri" a Barletta L’opera vuole tutelare dall’oblio le testimonianze dell’esodo e della spietata persecuzione
“Il limbo dell’amore”, presentazione del libro al Circolo Unione “Il limbo dell’amore”, presentazione del libro al Circolo Unione La scrittrice Dibenedetto parla nel suo libro dell'amore come dialogo con se stessi prima che con l'altro
"Ciclovia dell'Acquedotto Pugliese": sabato la presentazione del libro di Roberto Guido "Ciclovia dell'Acquedotto Pugliese": sabato la presentazione del libro di Roberto Guido Sarà possibile raggiungere Spiaggia Verde partecipando alla pedalata organizzata dall’associazione Barletta sui Pedali
“Il maggio dei libri”: per Barletta due nuovi appuntamenti in calendario “Il maggio dei libri”: per Barletta due nuovi appuntamenti in calendario Oggi pomeriggio la presentazione del libro per ragazzi “Nikola Tesla. L’inventore del futuro”
"L'Anarchico Elegante": a Barletta la presentazione del libro "L'Anarchico Elegante": a Barletta la presentazione del libro L'iniziativa è inserita nel calendario della manifestazione "Il Maggio dei Libri"
Tommy Dibari e Francesco Giorgino, due autori alla biblioteca "Il Granaio" Tommy Dibari e Francesco Giorgino, due autori alla biblioteca "Il Granaio" Due appuntamenti per presentare i libri dei due scrittori
"Chi non rischia non cammina": il libro di mons. Leonardo D’Ascenzo "Chi non rischia non cammina": il libro di mons. Leonardo D’Ascenzo «La vita è un dono straordinario che abbiamo ricevuto gratuitamente e ci domanda di essere ridonata»
© 2001-2019 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.