Marciapiedi dissestati, interviene Forza Italia Giovani Barletta
Marciapiedi dissestati, interviene Forza Italia Giovani Barletta
Politica

Marciapiedi dissestati, interviene Forza Italia Giovani Barletta

«Chiediamo al Sindaco Cannito di organizzare immediatamente dei sopralluoghi in tutti i quartieri cittadini»

«Abbiamo atteso ed avuto pazienza fino ad oggi. Abbiamo dato credito alle scusanti più disparate (persino all'installazione della fibra che poco o nulla c'entra con i marciapiedi). Abbiamo cercato, invano, più volte di accendere i riflettori su una problematica che si fa sempre più grande. Le foto che vedete non sono quelle relative ad un borgo dimenticato di qualche paese sperduto. Sono, invece, fotografie che danno l'idea di quanto Barletta stia cadendo e sia caduta sempre più in degrado. Sono l'immagine nitida di una città dissestata, a tratti dimenticata e, troppo spesso, trascurata».

Sono le parole di Tonio Di Cuonzo, referente di Forza Italia Giovani - Barletta. «Perché Barletta non può essere solo Corso Vittorio Emanuele o Corso Garibaldi e Piazza Caduti. Perché bisogna avere la stessa onestà intellettuale di quando si cerca di vantare una Barletta turistica nel focalizzare l'attenzione a tutto il resto della città, prendendo atto delle ormai innumerevoli criticità ed iniziando a risolverle piuttosto che invocare sempre "pazienza". Alcune zone (e questa in foto è una zona semi centrale) sono dimenticate, sporche e sempre più preda di uno stato di degrado galoppante. Non si può far finta di non capire che trattasi davvero di poco interesse verso altre zone cittadine che non siano quelle di élite. Da quando non vediamo qualcuno dei nostri politici girare per gli altri quartieri? Chi si occupa (o dovrebbe occuparsi) di manutenzione, chi ne detiene le relative deleghe, gira per la città? Se si, si può essere ciechi dal non notare lo stato dei luoghi? Marciapiedi sollevati, piste ciclabili indecenti, sporche e piene di resina, massi abbandonati dopo lavori stradali, piastrelle mancanti e taglienti. Con tanto di rischio per pedoni, bambini, anziani ed animali che hanno la sola colpa di transitare e passeggiare in alcune zone cittadine. E non parliamo di strade (per non sentire e leggere le solite scuse), sia chiaro! Per inciso, parliamo di marciapiedi! L'ente proprietario delle strade dovrebbe essere il Comune e, il sindaco ed i suoi preposti, dovrebbero essere responsabili della sicurezza dei cittadini e della loro salute e dovrebbero, altresì, preoccuparsi di tutelare la pubblica incolumità.

Invitiamo tutti, inoltre, a riflettere su quanto potranno costare i traumi causati dal degrado delle nostre vie nei prossimi anni alle casse del Comune (e quindi di noi cittadini) che con molta probabilità si potrà ritrovare a risarcire gli infortunati.

Non è possibile continuare oltre. Il Sindaco, la Giunta, l'Assessore di competenza, devono farci conoscere come e quando intendono risolvere questo problema. Chiediamo, quindi, al Sindaco Cannito ed a quanti di competenza di organizzare immediatamente dei sopralluoghi in tutti i quartieri cittadini al fine di individuare i maggiori pericoli da porre urgentemente in sicurezza prima e ripristino poi. Serve un piano di manutenzione da realizzarsi al più presto. Perché le strade di Barletta non possono essere solo poste in pristino con interventi spot in occasione, ogni tot anni, del passaggio del giro d'Italia.

Attendiamo, i cittadini attendono, una risposta concreta dal Sindaco Cannito e da chi di competenza, augurandoci che non facciano finta di non aver letto questo ulteriore sollecito e di non aver visto, già dalle foto, lo stato dei luoghi».
Marciapiedi dissestati, interviene Forza Italia Giovani BarlettaMarciapiedi dissestati, interviene Forza Italia Giovani BarlettaMarciapiedi dissestati, interviene Forza Italia Giovani BarlettaMarciapiedi dissestati, interviene Forza Italia Giovani BarlettaMarciapiedi dissestati, interviene Forza Italia Giovani Barletta
Elezioni Amministrative 2022
Candidati sindaco
Candidati al consiglio comunale
  • Degrado
  • Forza Italia
Altri contenuti a tema
Degrado in via San Sebastiano: «Topi e guano in questa terra dimenticata» Degrado in via San Sebastiano: «Topi e guano in questa terra dimenticata» La segnalazione di un lettore
“Un bus per i lavoratori”, prorogato il progetto proposto da Giovanni Ceto “Un bus per i lavoratori”, prorogato il progetto proposto da Giovanni Ceto «Serve un ulteriore incremento del servizio di trasporto pubblico dedicato ai lavoratori»
Zes Adriatica e PNRR, conferenza promossa dal senatore Dario Damiani Zes Adriatica e PNRR, conferenza promossa dal senatore Dario Damiani Oggi pomeriggio sarà presente anche il candidato sindaco Cannito e i rappresentanti di Forza Italia
1 Intesa politico-programmatica tra Forza Italia e Popolari Liberali Intesa politico-programmatica tra Forza Italia e Popolari Liberali La decisione in vista delle amministrative nelle città di Barletta, Canosa di Puglia e San Ferdinando di Puglia
Giardini Baden Powell, l'impegno dei volontari non basta Giardini Baden Powell, l'impegno dei volontari non basta La segnalazione: «Gravissimo degrado delle panchine e della recinzione metallica perimetrale»
12 Berlusconi al Quirinale? «Lui vero statista e uomo di Stato» Berlusconi al Quirinale? «Lui vero statista e uomo di Stato» Il senatore di Barletta Dario Damiani racconta l'emozione del voto per il futuro Presidente della Repubblica
Forza Italia: bilancio di un anno politico a Barletta Forza Italia: bilancio di un anno politico a Barletta Presenti alla conferenza il senatore Damiani, il coordinatore Bat Lanotte e l'ex consigliere comunale Losappio
Deiezioni canine lanciate per strada, degrado in pieno centro Deiezioni canine lanciate per strada, degrado in pieno centro «Cosa non va a Barletta? L'arroganza dei ragazzini», diversi gli episodi segnalati
© 2001-2022 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.