Donne sulla litoranea di Ponente
Donne sulla litoranea di Ponente
Servizi sociali

La forza delle donne di Barletta, più potente di ogni violenza

Questa mattina un flash mob per scoraggiare gli episodi di molestie avvenuti nei giorni scorsi

Le donne di Barletta sono forti, e la loro forza è più potente di ogni altra forma di violenza. Lo vogliono dimostrare le atlete e le sportive barlettane che ogni giorno affollano la litoranea di Ponente: questa mattina si sono date appuntamento per stare insieme, perché l'unione fa la forza e solo con la solidarietà reciproca è possibile fare barriera comune contro gli episodi di violenza, spesso silenziosi, spesso sottovalutati, ma presenti nelle nostre realtà.
Come accaduto proprio in questi giorni, quando un molestatore ha importunato numerose donne sulla litoranea di Ponente a Barletta, durante una banale passeggiata o una corsetta salutare, palpandole, anche con violenza. L'hanno testimoniato diverse donne che quotidianamente frequentano la litoranea in cerca di benessere e relax, e invece si sono sentite molestate e importunate. Hanno contattato la Polizia municipale di Barletta che è intervenuta e ha raccolto alcune informazioni, con l'obiettivo di ripristinare la serenità di chi frequenta quei luoghi.

In occasione dell'imminente Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne, che si celebra ogni anno il 25 novembre, le donne barlettane hanno dato vita a un piccolo ma significativo flash mob proprio sulla litoranea, esibendo le scarpe rosse simbolo della lotta alla violenza. Vicine a loro anche la senatrice Assuntela Messina, che ha espresso solidarietà e sostegno per queste iniziative che servono a sensibilizzare la cittadinanza.

Anche un piccolo gesto basta, esserci vicine, sostenerci l'un l'altra: le donne di Barletta non demordono.


Contro la violenza un flash mob sulla litoranea Mennea di BarlettaContro la violenza un flash mob sulla litoranea Mennea di BarlettaContro la violenza un flash mob sulla litoranea Mennea di Barletta
  • Donne
  • Violenza
Altri contenuti a tema
YouPol, l'app della Polizia di Stato per segnalare episodi di violenza domestica YouPol, l'app della Polizia di Stato per segnalare episodi di violenza domestica «In un periodo così delicato è possibile anche sentirsi minacciati tra le proprie mura domestiche»
Violenze domestiche, l'app Youpol della Polizia si aggiorna per denunciarle Violenze domestiche, l'app Youpol della Polizia si aggiorna per denunciarle In questo periodo in cui si è costretti alla forzata permanenza in casa, potrebbe registrarsi un incremento
1 Ancora violenza e vandalismo giovanile a Barletta Ancora violenza e vandalismo giovanile a Barletta Viviamo in una città violenta? Nessun allarmismo, ma serve una presa di coscienza
1 Baby gang che picchiano, bullismo in strada a Barletta Baby gang che picchiano, bullismo in strada a Barletta La storia di due giovanissime ragazzine malmenate da coetanei
No alla violenza contro le donne, ecco le iniziative di sensibilizzazione No alla violenza contro le donne, ecco le iniziative di sensibilizzazione In prossimità del sottovia Alvisi sarà realizzato un “Murales contro la violenza”
Violenza contro le Donne, anche i volontari CRI di Barletta in prima linea Violenza contro le Donne, anche i volontari CRI di Barletta in prima linea L'evento “Non è normale che sia normale” è rivolto a tutta la comunità locale
2 Violenza a Barletta, aggressione in via San Samuele Violenza a Barletta, aggressione in via San Samuele Interviene la Polizia di Stato in seguito ad un accoltellamento
2 Aggredita una vigilessa durante il mercato settimanale a Barletta Aggredita una vigilessa durante il mercato settimanale a Barletta Un pregiudicato senegalese ha malmenato prima la vigilessa e poi altri agenti della Polizia locale giunti in soccorso
© 2001-2020 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.