Articolo su De Nittis
Articolo su De Nittis
Eventi

La cultura artistica europea di De Nittis incanta ancora

Il grande barlettano sulle pagine di Cultura Identità

Si parla di Barletta, grazie al nostro grande Giuseppe De Nittis, sul mensile culturale nazionale Cultura Identità, diretto da Alessandro Sansoni (direttore responsabile) e da Edoardo Sylos Labini (direttore editoriale). Un pezzo a firma di Marino Pagano, infatti, in sintesi efficace, anche tramite l'ascolto di esperte storiche dell'arte, tratteggia l'arte del celebre artista. Il tutto in un numero speciale della rivista, interamente dedicato all'arte e ai grandi italiani interpreti della creatività.

Marino Pagano, corrispondente dalla Puglia per il periodico, ha pensato di parlare di De Nittis, evidentemente inteso come uno dei più illustri (se non il più illustre) artista pugliese della storia. Giornalista, classe 1980, Pagano scrive su testate di viaggi, ricerca storica e cultura. Collabora anche con Borghi Magazine (rivista dei Borghi più Belli d'Italia), e-Borghi Travel e Puglia Amazing. Segue la cronaca culturale pugliese sulle pagine del settimanale Epolis Bari In Week e su altre testate locali.

Saggista a tema storiografico (sulla storia della spiritualità medievale o sulle dinamiche del Risorgimento e del Brigantaggio postunitario al Sud), è direttore responsabile del semestrale Studi Bitontini.

"Quanta Europa nella pittura di De Nittis", così il titolo dell'articolo. Un artista definito "uomo che la sua terra di Puglia dipinse e in cui poi riconobbe gli spunti per una continua crescita internazionale (noto il suo ruolo in Francia, accanto agli Impressionisti)". Due le esperte a parlare di De Nittis: Ester De Rosa, storica dell'arte e curatrice di mostre in Puglia; Lucia Anelli, docente d'arte, giornalista e studiosa. "De Nittis sfugge ad ogni definizione, essendo la sua opera un compendio di esperienze visive, di approcci inusitati, di ricerca dell'essenza vitale in ogni ambiente e in ogni occasione. Così come ha rappresentato la luce assolata o l'impalpabile atmosfera dei cieli europei, allo stesso modo ha narrato il fascino della luce artificiale di interni, compiendo interessanti ricerche cromatiche". Queste le parole della De Rosa.

Per Lucia Anelli, collaboratrice della rivista Juliet, "l'artista conferisce alle sue qualità di paesaggista un'interpretazione moderata e narrativa, documentata da studi sulla mutevolezza cromatica, associata a notevole intuizione dello spazio prospettico. Guidato da sopraffina sensibilità atmosferica, il barlettano traduce con tocchi lievi la spontaneità e l'immediatezza di luci e trasparenze".

"Ma quale la sua reale originalità?", chiede il giornalista. "De Nittis –conclude la Anelli- è tra i primi ad imprimere all'arte quel carattere di naturalismo e modernità, traslato anche nel suo interesse per l'universo femminile, tra riti e segreti accennati. Nei ritratti, poi, non solo ci ha lasciato testamento di una società e di un'epoca, ma ha saputo anche fissare momenti, attimi di intimità, tra paraventi domestici e scenari sospesi, nei quali la donna, semplice e comune, abbandona l'artificiosità della posa e suggerisce effetti di vivacità emotiva e d'incanto".
  • Giuseppe De Nittis
Altri contenuti a tema
De Nittis, 174° anniversario: ecco il suo atto di nascita De Nittis, 174° anniversario: ecco il suo atto di nascita Lo studio del responsabile dell'Archivio di Stato di Barletta, Michele Grimaldi
Barletta ricorda De Nittis, visite guidate per il 174° anniversario della nascita Barletta ricorda De Nittis, visite guidate per il 174° anniversario della nascita Le visite si terranno nella mattinata del 25 febbraio in 3 turni a partire dalle 9,30 e avranno la durata di un’ora
De Nittis, 174 anni dalla nascita del pittore: le iniziative a Barletta De Nittis, 174 anni dalla nascita del pittore: le iniziative a Barletta In occasione delle celebrazioni per l'anniversario, il prossimo 25 febbraio
De Nittis e Palazzo della Marra, un capitale per chi vuole diventare Capitale De Nittis e Palazzo della Marra, un capitale per chi vuole diventare Capitale L'analisi del giornalista Nino Vinella
Checco Zalone a Barletta, non per "Tolo Tolo" ma per De Nittis Checco Zalone a Barletta, non per "Tolo Tolo" ma per De Nittis L'acclamato pugliese ora in sala col suo ultimo successo ha visitato le mostre a Palazzo della Marra
“Mia cara piccola moglie": a Barletta la mostra documentaria su De Nittis “Mia cara piccola moglie": a Barletta la mostra documentaria su De Nittis La nuova esposizione delle opere restanti a seguito dello scambio tra il Museo “Giovanni Boldini” di Ferrara e la Pinacoteca
1 Tra aerei e attese, a Bari c'è anche la bellezza di De Nittis Tra aerei e attese, a Bari c'è anche la bellezza di De Nittis Inaugurata oggi in aeroporto una piccola esposizione dedicata al pittore barlettano
“In viaggio con De Nittis”, il pittore di Barletta in mostra a Bari “In viaggio con De Nittis”, il pittore di Barletta in mostra a Bari Inedita esposizione artistica all'aeroporto “Karol Wojtyla”
© 2001-2020 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.