La bellezza della cometa Neowise fotografata da Barletta. <span>Foto Luciano Ostuni</span>
La bellezza della cometa Neowise fotografata da Barletta. Foto Luciano Ostuni
La città

La bellezza della cometa Neowise fotografata da Barletta

Gli scatti, realizzati da Luciano Ostuni, immortalano il fenomeno sulla litoranea barlettana

Elezioni Regionali 2020
Tutti pazzi per la cometa a due code. Sono gli ultimi giorni per poter osservare la cometa Neowise, visibile ad occhio nudo se lontani da intense fonti luminose. Sono tanti gli appassionati barlettani che hanno inseguito con la macchina fotografica la bellissima cometa, come Luciano Ostuni, che ha condiviso con noi i suoi scatti.

Insieme alle sue fotografie, Luciano ci racconta la storia di questa affascinante cometa e ci offre alcuni consigli per immortalare il fenomeno.

«La cometa si chiama C/2020 F3 (NEOWISE) è una cometa scoperta il 27 marzo 2020 dal telescopio spaziale NEOWISE. Ha raggiunto il perielio (punto più vicino al sole) il 3 luglio e raggiungerà il suo punto più vicino alla terra il 23 luglio. Le comete provengono da una regione esterna al sistema solare chiamata Nube di Oort ed a differenza dei pianeti hanno unorbita ellittica molto allungata. Nello specifico, la Neowise ha un'orbita che la farà ritornare verso il sole tra oltre 6000 anni

Le comete sono composte principalmente da minerali e ghiacci. Quando sono lontane dal sole sono simili agli asteroidi ma quando si avvicinano, l'irraggiamento solare permette l'emissione di gas che genera la coda. La Neowise sorge a Nordovest. Nei prossimi giorni la sua orbita la porterà sempre più alta sull'orizzonte verso nordovest fino ad avvicinarsi alla famosa costellazione dell'Orsa Maggiore.

Per fotografarla serve un cavalletto ed un tempo di esposizione di almeno 5 secondi. Più luminoso è l'obiettivo migliore sarà il risultato. Poi ci sono accorgimenti come l'utilizzo di astroinseguitori motorizzati o l'unione di più scatti via software per raccogliere quanta più luce possibile e vedere addirittura una seconda coda azzurra generata da un fascio di ioni.

In città è invisibile a causa dell'inquinamento luminoso. Bisognerebbe allontanarsi verso spazi più oscuri, ad esempio alla fine della litoranea di Ponente. Il posto più buio nei dintorni di Barletta, per vederla meglio ad occhio nudo è l'area di Canne della Battaglia».



  • Fotografia
Altri contenuti a tema
Fotografia, nasce la nuova associazione AF Pro Barletta Fotografia, nasce la nuova associazione AF Pro Barletta Tra gli obiettivi la promozione della cultura e della comunicazione
Fotografi in protesta, ecco gli «invisibili» Fotografi in protesta, ecco gli «invisibili» Il settore è tra i più colpiti dalla nuova crisi economica dovuta all'emergenza sanitaria
Settore fotografico di Barletta in ginocchio, il 16 giugno scenderanno in piazza Settore fotografico di Barletta in ginocchio, il 16 giugno scenderanno in piazza Il settore più danneggiato è quello dei matrimoni e degli eventi: 50mila celebrazioni sono state rinviate
Crisi da COVID-19 per il mondo della fotografia, l'appello dalla Bat Crisi da COVID-19 per il mondo della fotografia, l'appello dalla Bat Il presidente della provincia Lodispoto scrive al governato Emilianmo
Donare #èsemprebello, un contest fotografico per promuovere la donazione di sangue Donare #èsemprebello, un contest fotografico per promuovere la donazione di sangue Primo premio: due biglietti per il concerto di Coez del 22 dicembre a Bari
Il viaggio delle eccellenze pugliesi da Barletta a Washington Il viaggio delle eccellenze pugliesi da Barletta a Washington Sabato due riconoscimenti per lo chef Franco Ricatti e il fotografo Francesco Cito
Barletta negli scatti del Fiof in esposizione a Washington Barletta negli scatti del Fiof in esposizione a Washington Per la III Settimana della cucina italiana nel mondo la città della Disfida sbarca negli Stati Uniti
Il FIOF vola a Washington nel segno della cucina mediterranea Il FIOF vola a Washington nel segno della cucina mediterranea “Barche, pescatori e pesci”, la fotografia per raccontare l'eccellenza gastronomica pugliese
© 2001-2020 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.