Infermiere
Infermiere
Territorio

In Puglia picchi di tumori a causa dell'inquinamento

Preoccupante la situazione nella Bat, dove l’incidenza di tumore al fegato supera le medie nazionali

Sono circa 20000 le persone affette ogni anno da tumori in Puglia, di questi 11000 uomini e 9000 donne. Più grave la situazione nella sesta provincia pugliese, dove il tasso di mortalità è al di sopra delle medie regionali e nazionali. Da tempo preoccupante la situazione regionale, in cui si registrano alti picchi di tumori alla mammella – il più diffuso tra le donne – e tumori ai polmoni per gli uomini (contrariamente all'opinione diffusa che a mietere più vittime sia negli uomini il tumore alla prostata).

Così sono stati sintetizzati alla Fiera del Levante i contenuti del registro tumori 2015, che mostra picchi per nulla rassicuranti di incidenza nel nostro territorio nel periodo compreso tra il 2006 e il 2008 e tassi di mortalità tra il 2006 e il 2013, specie nelle aree in cui sorgono veri e propri complessi industriali finiti, ad onor di cronaca, al vaglio delle magistrature. Il suddetto registro è stato istituito nel 2008 con delibera regionale e già 4 province hanno ottenuto l'accreditamento presso l'Airtum, Associazione italiana registro tumori mentre Bari e Foggia sono in dirittura d'arrivo. I dati sono consultabili direttamente dal portale della salute della Regione Puglia e accessibili a tutti.

Crescono del 30% i tumori infantili nel tarantino mentre nella Bat l'incidenza di tumori al fegato raggiunge il 33% contrariamente alle medie nazionali del 23%. A Lecce è il tumore ai polmoni a destare preoccupazioni mentre a Brindisi quello alla vescica. Esponenziale poi l'aumento di tumori alla tiroide e del melanoma cutaneo. Più incoraggiante invece è la possibilità di guarigione entro i cinque anni dalla scoperta della malattia, specie per il tumore alla mammella e i tumori ematologici.

Insomma, se nel tarantino per molti è chiara la relazione tra l'aumento dei casi di tumore e le causa, nella Bat c'è ancora chi si chiede che cosa contribuisca all'incremento indiscriminato di malattie di così grave entità.
  • Malattia
  • Tumori
Altri contenuti a tema
La Asl Bt pubblica la quarta edizione del Rapporto Tumori La Asl Bt pubblica la quarta edizione del Rapporto Tumori I dati si riferiscono a casi di tumore maligno diagnosticato nella popolazione della Bat dal 2006 al 2014
Una modella e la malattia, la storia di Renato Brucoli vince il premio "Campione" Una modella e la malattia, la storia di Renato Brucoli vince il premio "Campione" Il giornalista di Terlizzi vince per la terza il premio giornalistico indetto dall'Ordine
Emergenza tumori nella Bat, CasaPound: «Voi inquinate, noi ci ammaliamo!» Emergenza tumori nella Bat, CasaPound: «Voi inquinate, noi ci ammaliamo!» «Ci appelliamo alla cittadinanza tutta affinché diventi la battaglia di un popolo»
Giornata Mondiale del Malato, le parole dell'arcivescovo D'Ascenzo Giornata Mondiale del Malato, le parole dell'arcivescovo D'Ascenzo «In tutti gli ospedali, le case di cura e nelle parrocchie sia questa giornata occasione di riflessione e preghiera»
Registro tumori 2016, presentato il rapporto a Barletta Registro tumori 2016, presentato il rapporto a Barletta Il tumore maligno del fegato e il mieloma multiplo sono i più diffusi
Registro Tumori 2016, a Barletta la presentazione del monitoraggio Registro Tumori 2016, a Barletta la presentazione del monitoraggio Ben sette anni di dati aggiornati relativi alla popolazione della Bat
Bimba di Barletta senza vita, sarebbe "encefalite virale" Bimba di Barletta senza vita, sarebbe "encefalite virale" La conferma dal sindaco Cascella: «Niente meningite, nessun rischio per i compagni di scuola»
Meningite, nuovo caso sospetto ad Andria: «Nessuna epidemia» Meningite, nuovo caso sospetto ad Andria: «Nessuna epidemia» La nota ufficiale diffusa dalla Asl BT dopo il caso di Barletta
© 2001-2020 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.