Cosimo Cannito
Cosimo Cannito
Politica

«Il sindaco metta da parte le sfuriate e salvaguardi le attività di Barletta allo stremo»

La nota a firma di Tonio Di Cuonzo, componente della sezione cittadina di Forza Italia

«I rappresentati delle Istituzioni sono chiamati ad offrire buoni esempi ed a condividere le regole di cui loro stessi invocano il rispetto. Diversamente i cittadini mal tollerano restrizioni o prediche, poiché in loro aumentano sentimenti come rabbia, paura e smarrimento». Interviene così da Forza Italia, Tonio Di Cuonzo.

«Questo sta accadendo, invece, a Barletta. È in questo territorio, infatti, che da tempo stiamo chiedendo a gran voce di valutare ed effettuare prima possibile la riapertura delle attività commerciali già gravate dalle ricorrenti decisioni del Governo centrale nel tempo e messe totalmente in ginocchio dalle ulteriori decisioni e restrizioni attuate ed ordinate dalla politica regionale del governatore Michele Emiliano e dalla amministrazione locale nelle decisioni del sindaco Cannito. Tutto ciò nonostante i numeri della nostra provincia e della nostra città continuino a non essere propriamente da zona rossa.

E quindi, mentre gli esercenti, commercianti, titolari di palestre, parrucchieri, estetisti, baristi, ristoratori, stanno soffrendo tali restrizioni e vengono continuamente vessati da ulteriori ordinanze sindacali, il nostro stesso sindaco, paradossalmente, organizza superflue manifestazioni come quella svoltasi al Teatro Curci il giorno 21 marzo, per conferire, udite udite delle Benemerenze ad alcuni cittadini. A tale manifestazione, come si nota chiaramente dalle foto pubblicate, non si sono contati i contatti ravvicinati soprattutto sul palco del nostro Teatro, e pare, stando a quanto si dice in città vi abbia preso parte anche una persona che, qualche giorno dopo, è stata ricoverata per COVID-19.

Ora, constatata la presenza del sindaco all'evento, siamo convinti che questa volta non potrà tirarsi fuori dicendo di non saperne nulla dell'evento e scaricandosi di responsabilità come spesso è accaduto. È legittimo chiedersi, quindi, se questa manifestazione fosse proprio necessario e opportuno che si svolgesse mentre, come detto, le attività commerciali sono chiuse, i cittadini subiscono restrizioni delle proprie libertà e, ironia della sorte, anche i teatri sono chiusi. A tale titolo chiediamo al sindaco di smentire, qualora fosse falsa, la notizia della positività, nei giorni successivi, di una delle persone che aveva preso parte alla manifestazione.

In virtù di questo chiediamo inoltre al sindaco di chiarire anche il motivo per il quale, appena qualche mese fa, manifestazioni di rilevanza nazionale come quella della presentazione del francobollo dedicato al Campione barlettano Pietro Mennea, siano state dallo stesso sindaco vietate, blindando letteralmente il Teatro Curci persino all'ingresso degli organi di stampa in un evento di tale portata anche mediatica.

Ma vi è di più! Per non far mancare nulla alla città di Barletta, il sindaco Cannito si è reso protagonista nei giorni scorsi di un secondo episodio, ossia, quello dell'infelice esternazione, durante una seduta del Consiglio comunale. Dapprima ha affermato, infatti, di aver contratto il COVID-19 e, successivamente, ha ritrattato dicendo che la sua fosse una battuta e che stesse scherzando. Bene, pur volendo sorvolare sulla totale assenza di umorismo (oltre che di tatto del primo cittadino), ci chiediamo se il sindaco Cannito, che fa il bello ed il cattivo tempo, abbia capito che mentre gli esercenti chiudono serranda e tanta gente stia ancora piangendo per i danni creatisi in un anno di pandemia, non vi sia davvero nulla da scherzare sull'argomento.

In conclusione, invitiamo il sindaco a conformarsi, in questo momento drammatico per la salute ed il lavoro, alla sobrietà ed al rigore che impone un ruolo così importante, cercando di instaurare un rapporto empatico e votato all'ascolto, mettendo da parte sfuriate degne di palcoscenici diversi da quello istituzionale, salvaguardando le nostre attività ormai allo stremo».
  • Forza Italia
Altri contenuti a tema
1 Ceto, Grimaldi e Lionetti: «Per Barletta amiamo agire e non blaterare» Ceto, Grimaldi e Lionetti: «Per Barletta amiamo agire e non blaterare» La nota dei referenti di Forza Italia, Scelta popolare e Lealtà e progresso
1 Sicurezza del territorio e sostegno economico, l'incontro con il Prefetto della Bat Sicurezza del territorio e sostegno economico, l'incontro con il Prefetto della Bat Dario Damiani: «Rappresenteremo in tutte le sedi le ragioni della nostra provincia»
Strada dissestata a Levante, "si sta aspettando la tragedia" Strada dissestata a Levante, "si sta aspettando la tragedia" Interviene di nuovo sulla questione Tonio Di Cuonzo di Forza Italia
2 Vicenda Lidl al Castello, «che si faccia chiarezza» Vicenda Lidl al Castello, «che si faccia chiarezza» L'intervento di Luigi de Martino Norante (Forza Italia) 
2 Forza Italia contro la zona rossa rafforzata: «Contagi stazionari nella Bat» Forza Italia contro la zona rossa rafforzata: «Contagi stazionari nella Bat» Marcello Lanotte: «Rischiamo di assistere ad una catastrofe senza precedenti»
Forza Italia: «In Puglia situazione Covid fuori controllo» Forza Italia: «In Puglia situazione Covid fuori controllo» L'on. D'Attis e il sen. Damiani chiedono nomina nuovo assessore alla Sanità
1 Covid-19, Forza Italia Bat chiede il ritorno in zona arancione Covid-19, Forza Italia Bat chiede il ritorno in zona arancione L'appello della segreteria provinciale: «La Regione torni sui suoi passi»
L'ex vicesindaco di Barletta Marcello Lanotte nominato commissario provinciale di Forza Italia L'ex vicesindaco di Barletta Marcello Lanotte nominato commissario provinciale di Forza Italia Il commento: «Occorre lavorare ad un rafforzamento del partito»
© 2001-2021 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.