Giornalismo
Giornalismo
Eventi

Giornalisti, due eventi formativi a Barletta

In calendario per i prossimi 1 e 8 marzo nella Sala della Comunità Sant’Antonio

Dopo un periodo di stop a causa della situazione sanitaria in corso, l'Ufficio cultura e comunicazioni sociali dell'Arcidiocesi di Trani-Barletta-Bisceglie, in collaborazione con l'Ordine dei Giornalisti, Sala della Comunità Sant'Antonio e il mensile "In Comunione", organizzano due eventi formativi per i giornalisti e gli operatori della comunicazione a Barletta nella Chiesa di Sant'Antonio in Via Sant'Antonio i prossimi 1 e 8 marzo.

Rispettando le regole del distanziamento e in possesso del Green Pass, gli operatori della comunicazione potranno partecipare il 1 marzo dalle ore 18 all'evento: "Diffamazione a mezzo stampa e hate speech: il linguaggio del giornalista e il rispetto della persona". L'evento deontologico - 4 punti di credito - avrà come relatori Giuseppe Faretra, giornalista di In Comunione e Pasquale Zucaro, avvocato.

All'ombra del Covid, un altro virus si propaga a macchia d'olio. È l'epidemia dell'odio online che si insinua tra le pieghe dell'insicurezza collettiva e purtroppo rafforza il rancore sociale: violenza verbale, teorie del complotto e ricerca costante di capri espiatori, così talvolta i media si stanno trasformando in pozzi avvelenati.

Ma quali sono i players che soffiano sul fuoco dell'odio? La pandemia ci ha davvero reso più impazienti, estremisti o intolleranti? E soprattutto, cosa accade quando l'hate speech fomenta l'estremismo?

Partendo dalla Costituzione italiana e alle principali leggi in materia civile e penale sono presentati novità ed adeguamenti giuridici. Proprio gli hate speeches durante la pandemia da coronavirus del 2020 hanno avuto un ulteriore amplificazione facendo riferimento ai diversi documenti deontologici dell'Ordine dei Giornalisti e riflettendo sul comportamento degli operatori della comunicazione. A questo punto è necessario rivedere in parte verso un comportamento etico e corretto alla luce dei valori del rispetto della persona.

L'8 marzo 2022, dalle ore 18 alle 21, sempre presso la Chiesa Sant'Antonio Barletta si terrà l'incontro sul tema: "L'opinione pubblica sulla Chiesa Italiana. Una ricerca sul campo". Relazioneranno: Riccardo Losappio giornalista e direttore dell'Ufficio cultura e comunicazioni sociali, Carla Anna Penza, redattrice In Comunione, Padre Ruggiero Doronzo, giornalista, docente di comunicazione e autore di saggi sul tema.

La Comunicazione religiosa, la comunicazione e Chiesa, l'opinione pubblica e la Chiesa sono rapida evoluzione pur mantenendo la natura spirituale e morale, peculiari dell'istituzione ecclesiale.

Per indagare le dinamiche di formazione dell'opinione pubblica sulla Chiesa cattolica italiana occorre applicare le teorie classiche tenendo presente il nuovo scenario informativo e comunicativo costituito dall'infosfera e caratterizzato dall'esistenza onlife.

In tal modo si può comprendere come le informazioni sulla Chiesa diventano un argomento di discussione pubblica e qual è il ruolo giocato dagli opinion leader, oppure si può osservare che esse rimangono confinate nella sfera privata a causa dei pregiudizi e del clima d'opinione presente nella società.

Confrontandosi con le sfide del mondo digitale e con l'invito di papa Francesco a far sì che le strutture della Chiesa rispecchino la sua natura missionaria, si sono individuate, passando in rassegna alcuni siti istituzionali di diocesi e conferenze episcopali, quelle potenzialità della rete internet che possono realizzare una comunicazione a servizio della valorizzazione e formazione di un comune sentire dei fedeli.

Per iscriversi è necessario registrarsi https://www.formazionegiornalisti.it

Gli eventi sono tutti in presenza e per arrivare si consiglia di parcheggiare all'interno dell'Ipercoop e poi spostarsi a piedi fino alla Chiesa di Sant'Antonio, la quale è alle spalle della locale Caserma dei Carabinieri.
  • Giornalismo
  • Ordine dei giornalisti
Altri contenuti a tema
Pirateria di giornali su Telegram, nuovo intervento della Guardia di Finanza Pirateria di giornali su Telegram, nuovo intervento della Guardia di Finanza Le Fiamme Gialle hanno sequestrato 10 siti web pirata e 329 canali Telegram
Quell’ultimo pino in via Vittorio Veneto: la storia giornalistica dal 1992 Quell’ultimo pino in via Vittorio Veneto: la storia giornalistica dal 1992 Un racconto d'archivio a cura del giornalista Nino Vinella
La Disfida di Barletta è sempre viva La Disfida di Barletta è sempre viva Un articolo a firma di Marino Pagano sul mensile Cultura Identità
Emergenza, solidarietà, politica: quanto vale la buona e libera informazione Emergenza, solidarietà, politica: quanto vale la buona e libera informazione BarlettaViva risponde alla missiva della Confraternita Misercordia per chiarire alcuni aspetti importanti
San Francesco di Sales, patrono dei giornalisti: domani le celebrazioni a Trani San Francesco di Sales, patrono dei giornalisti: domani le celebrazioni a Trani La messa per i giornalisti e gli operatori della comunicazione avrà luogo presso la Parrocchia Santi Angeli Custodi di Trani
Gli allievi del master in giornalismo di Bari in visita alle Istituzioni europee Gli allievi del master in giornalismo di Bari in visita alle Istituzioni europee Un viaggio per conoscere la forza della comunità europea
«Cala il Pil ma aumentano i gay», la risposta dell'Arcigay «Cala il Pil ma aumentano i gay», la risposta dell'Arcigay Lopopolo: «Legare l'identità sessuale al senso di panico per la crisi economica alimenta l'omofobia»
1 “Canne della Battaglia fa sempre notizia” edizione 2018, oggi la consegna dei riconoscimenti “Canne della Battaglia fa sempre notizia” edizione 2018, oggi la consegna dei riconoscimenti Tra le testate giornalistiche premiate anche BarlettaViva
© 2001-2022 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.