Festa di San Cataldo
Festa di San Cataldo
Religioni

Festa di San Cataldo di Barletta, «ricordo del passato e generazione presente»

Le sofferenze del quartiere più antico di Barletta, tra delinquenza e problematiche sociali

«Sono passati due decenni dall'ultima Festa di San Cataldo nella nostra città, protettore dei lavoratori del mare. Il pensiero è sempre forte per Don Gino Spadaro, ultimo sacerdote a portare in Processione la Statua del Santo, vicino alle tradizioni del quartiere "Marinarello" e non solo.

Dall'ultima volta, difatti, tante cose sono cambiate. Molti protagonisti del passato non ci sono più, lasciando spazio ad altri protagonisti del presente come Francesco Lattanzio e Ruggiero Borraccino, proprietari del motopesca "San Cataldo" che avrà a bordo le effigi di San Cataldo e della Stella Maris, affiancati da altre due imbarcazioni.

Un ricordo, quello del passato, affidato a Don Francesco Fruscio, nuovo Parroco di Sant'Andrea e Arciprete della Cattedrale e rettore della Chiesa di San Cataldo. A lui e a tutti i suoi collaboratori si deve questa "trasmissione della tradizione" dal passato al presente.

San Cataldo ha rappresentato, con la Stella Maris, il fulcro delle vite dei marinai, i quali si sono rivolti a loro in ogni periodo delle loro vite. L'entusiasmo nel Quartiere "Marinarello" è alle stelle. Per quei pochi abitanti che ci sono ancora, sembra essere tornati indietro di decenni, dove, socialmente, si viveva momenti di progresso e di sana devozione. Sembrano essere passati secoli visto il cambiamento della nostra città.

Anche se, il quartiere più antico di Barletta, soffre ancora una volta le piaghe della delinquenza come se fosse un male incurabile per la nostra città, soffre (come tutto il resto della città) l'assenza di lavoro, soffre di tante problematiche sociali. Dobbiamo tornare a guardarci alle spalle, al nostro passato per apprendere la saggezza dei tempi andati e magari comprendere che i nostri genitori e nonni, ci hanno lasciato in mano un patrimonio inestimabile, fatto di tradizioni, che vanno a tessere l'infinita tela della nostra cultura. Ma non solo. Ci hanno lasciato i princìpi di condivisione, solidarietà e amore fraterno. Princìpi che sembrano averci abbandonato.

Princìpi, riassumibili in quello unico della 'Mutua Caritas' che sono riposti in San Cataldo e nella Vergine Maria Stella del Mare, come i nostri nonni ci hanno insegnato».

Giuseppe Schiavone
  • Processione
Altri contenuti a tema
Nelle Sette Rue di Barletta torna l’antica festa della Madonna del Pozzo Nelle Sette Rue di Barletta torna l’antica festa della Madonna del Pozzo Dal corteo storico alla processione, cartellone ricco di eventi per la festa della Patrona di Capurso
San Cataldo e Stella Maris, la processione a mare incanta i barlettani San Cataldo e Stella Maris, la processione a mare incanta i barlettani Le festa ritorna dopo 20 anni di assenza
Processione del Venerdì Santo, tutte le immagini su BarlettaViva Processione del Venerdì Santo, tutte le immagini su BarlettaViva Il video completo del rito più caratteristico della Settimana Santa
Venerdì Santo, il programma dei riti religiosi a Barletta Venerdì Santo, il programma dei riti religiosi a Barletta Alle ore 13,30 si svolgerà la Processione cittadina "Eucaristico-Penitenziale"
Festa di Santa Rita, il programma degli appuntamenti a Barletta Festa di Santa Rita, il programma degli appuntamenti a Barletta Don Francesco Fruscio: «La festa di Santa Rita vuole essere una festa di quartiere»
Venerdì Santo, a Barletta la processione eucaristico-penitenziale: tutte le foto Venerdì Santo, a Barletta la processione eucaristico-penitenziale: tutte le foto Momento di preghiera collettiva in una tradizione antica e molto amata
Venerdì Santo a Barletta, una tradizione dal 1656 Venerdì Santo a Barletta, una tradizione dal 1656 Oggi il rito popolare dei "sepolcri" e domani alle 13:30 la processione "eucaristico-penitenziale"
7 "Inchino" della Madonna a Barletta: botta, risposta e chiarimenti "Inchino" della Madonna a Barletta: botta, risposta e chiarimenti Dopo la denuncia dell'avvocato Cianci, fioccano repliche e appelli
© 2001-2019 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.