Esondato il fiume Ofanto, acqua e fango nelle campagne
Esondato il fiume Ofanto, acqua e fango nelle campagne
Cronaca

Esondato il fiume Ofanto, acqua e fango nelle campagne

Non c'è pericolo per le città: sul posto anche i Vigili del Fuoco di Barletta

Nella mattinata di oggi, in seguito alle intense piogge delle scorse ore, le acque del fiume Ofanto hanno esondato riversandosi nelle campagne circostanti. Per il momento i disagi sono limitati: per le città non c'è alcun pericolo.

Sono al lavoro sui margini del fiume Ofanto i vigili del fuoco e la polizia di San Ferdinando di Puglia e di Barletta.

Nella zona appena fuori Barletta il fiume è ad un metro dal livello di guardia.

Le violente piogge cadute nei giorni scorsi in Irpinia, dove l'Ofanto ha origine, stanno portando anche in Puglia grossi quantitativi d'acqua.

Siamo andati sul posto per verificare la situazione: il fiume ha allargato parecchio il suo normale corso. La zona maggiormente colpita è quella al confine tra la BAT e Cerignola, zona che abbraccia il Ponte Romano.

La situazione più critica si registra nei pressi del Ponte Romano: qui il fiume in piena scorre ad una potenza eccezionale, portando con sé anche alberi. Si è reso necessario l'intervento della Polizia Provinciale della BAT, sebbene in territorio di Cerignola, per bloccare la strada interna resa impercorribile dall'acqua che ha invaso il manto stradale. Non si registrano danni alle persone ma dure lamentele da parte dei proprietari dei terreni invasi dall'acqua che denunciano mancanza di provvedimenti tesi ad arginare le esondazioni che si verificano a cadenza quasi annuale.

Nella periferia di San Ferdinando di Puglia vi sono alcuni campi allagati e una casa rurale circondata d'acqua. Anche qui non si registrano danni a persone.

Le polizie locali di San Ferdinando di Puglia, Trinitapoli e Barletta stanno monitorando la situazione delle rispettive rive, in costante collegamento con l'Autorità di Bacino.

Da segnalare l'impossibilità a raggiungere il versante dell'Ofanto da Cerignola a causa dell'impercorribilità della strada.
  • Fiume Ofanto
Altri contenuti a tema
Zone umide, aderisce anche il circolo Legambiente di Barletta Zone umide, aderisce anche il circolo Legambiente di Barletta Iniziative previste in tutta la Puglia: passeggiate, visite guidate e birdwatching
Fiume Ofanto, la Polizia municipale di Barletta prosegue il monitoraggio Fiume Ofanto, la Polizia municipale di Barletta prosegue il monitoraggio Questa mattina il fiume ha raggiunto il livello di metri 5,70
1 Parco del fiume Ofanto, il senatore Quarto chiede un immediato intervento Parco del fiume Ofanto, il senatore Quarto chiede un immediato intervento «È stato fatto poco o nulla per tutelare un territorio che racchiude bellezze paesaggistiche e patrimonio storico»
1 Ancora uno sfregio per il Parco Regionale del fiume Ofanto Ancora uno sfregio per il Parco Regionale del fiume Ofanto Il professor Ruggiero Maria Dellisanti commenta la denuncia del nucleo di vigilanza IFAE
Fiume Ofanto bene comune, un convegno tra Canosa e Canne della Battaglia Fiume Ofanto bene comune, un convegno tra Canosa e Canne della Battaglia I musei archeologici riconosciuti come “porte del Parco dell’Ofanto”
Finanziati gli interventi di recupero per il Fiume Ofanto Finanziati gli interventi di recupero per il Fiume Ofanto 700mila euro per la creazione e il ripristino dell'habitat costiero in prossimità della foce
8 Grido d'allarme per il fiume Ofanto, «grave degrado ambientale» Grido d'allarme per il fiume Ofanto, «grave degrado ambientale» La denuncia del Nucleo di Vigilanza I.F.A.E.
Fiume Ofanto, «grave degrado ambientale nel parco naturale» Fiume Ofanto, «grave degrado ambientale nel parco naturale» La denuncia del Nucleo di Vigilanza I.F.A.E.
© 2001-2019 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.