Migranti
Migranti
Associazioni

Due furgoni carichi di scarpe partiranno da Barletta per la rotta balcanica

Raccolti i fondi per finanziare il viaggio grazie anche ad un importante contributo del Comune di Barletta

«Grazie, non possiamo che iniziare cosi questo post. Grazie a tutte le persone che hanno consentito la realizzazione di questa importante azione umanitaria. Grazie al titolare del calzaturificio di Barletta che ha donato oltre 2500 paia di scarpe da consegnare ai profughi. Grazie a tutte le persone che hanno donato abiti, materiale per l'igiene personale, garze, cerotti, disinfettanti e altri presidi medici. Grazie a MGA - Sindacato nazionale forense, a Legambiente Trani e a tutte le persone che con lo loro donazioni in denaro ci consentiranno di condurre a destinazione i beni raccolti, e grazie al Comune di Barletta e ai Servizi sociali che con un importante contributo hanno consentito di raggiungere la somma necessaria per finanziare l'operazione». Lo comunica Cosimo D. Matteucci, referente dell'Ambulatorio popolare di Barletta.

«Partiremo da Barletta con due furgoni nella mattina di sabato 29 gennaio per arrivare a Vicenza, dove consegneremo le merci ai volontari di un centro di raccolta, dal quale successivamente ripartiranno per la Slovenia, Bosnia, Serbia e Croazia. Questa seconda parte del trasporto sarà curata da una rete di associazioni internazionali, di cui facciamo parte, e che in modo specifico si occupa di assistere le persone migranti lungo la rotta balcanica.

Per tutto questo vi ringraziamo, grazie di cuore dalla comunità mutualistica dell'Ambulatorio popolare di Barletta. E ci piace immaginare, e farci portatori, anche di un altro ringraziamento: quello dei destinatari di questi aiuti, su quella rotta che miete vittime ogni giorno e sulla quale l'Europa sta perdendo l'anima.

Barletta è altro rispetto ai fatti disdicevoli per i quali da ultimo, purtroppo, sta balzando alle cronache, anche nazionali. La nostra città è anche altro, la nostra comunità è anche altro, e lo dimostrano le tante persone che si sono adoperate per il buon esito di questa straordinaria e tutta nostra operazione umanitaria. Nessuno resti indietro».
  • solidarietà
  • Ambulatorio popolare
Altri contenuti a tema
Fondazione Tatò Paride, donato all’AIAS Barletta un pullmino per il trasporto di persone con disabilità Fondazione Tatò Paride, donato all’AIAS Barletta un pullmino per il trasporto di persone con disabilità Prima iniziativa della fondazione nata dall’azienda Tatò Paride spa
Solidarietà, la "Fondazione Tatò Paride" dona un pulmino all'AIAS Barletta Solidarietà, la "Fondazione Tatò Paride" dona un pulmino all'AIAS Barletta Giovedì 22 settembre la cerimonia di consegna del mezzo
Ambulatorio popolare di Barletta denuncia: «I lunedì mattina sono bollettini di guerra per l’inciviltà» Ambulatorio popolare di Barletta denuncia: «I lunedì mattina sono bollettini di guerra per l’inciviltà» Piante estirpate, immondizia varia nello stagno e datario devastato
Amore e solidarietà, così gli sposi di Barletta condividono le nozze con la Caritas Amore e solidarietà, così gli sposi di Barletta condividono le nozze con la Caritas Ben 150 coperti donati ai bisognosi nel giorno del loro matrimonio
Furto di piante in Piazza Plebiscito, «non ci fermeremo mai di coltivare la bellezza» Furto di piante in Piazza Plebiscito, «non ci fermeremo mai di coltivare la bellezza» Rubati anche 150 pesci in provincia di Avellino, destinati a raggiungere lo stagno biologico a cura dell'Ambulatorio popolare
Il Gruppo Donatori Sangue FRATRES di Barletta festeggia 30 anni Il Gruppo Donatori Sangue FRATRES di Barletta festeggia 30 anni Sabato un convegno dal titolo “Donazione del sangue, alimentazione e attività sportiva: benessere in tre azioni”
«Cerchiamo maestri e professori, anche in pensione», l'appello dell'Ambulatorio Popolare di Barletta «Cerchiamo maestri e professori, anche in pensione», l'appello dell'Ambulatorio Popolare di Barletta Aperte le iscrizioni all'Università Popolare. Matteucci: «La cultura è lo strumento migliore per favorire l'integrazione sociale»
L'appello dell'Ambulatorio popolare di Barletta: «Aiutateci ad aiutare le persone delle fasce più deboli» L'appello dell'Ambulatorio popolare di Barletta: «Aiutateci ad aiutare le persone delle fasce più deboli» «Il numero delle persone che ci chiedono aiuto è progressivamente in aumento»
© 2001-2022 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.