Migranti
Migranti
Associazioni

Due furgoni carichi di scarpe partiranno da Barletta per la rotta balcanica

Raccolti i fondi per finanziare il viaggio grazie anche ad un importante contributo del Comune di Barletta

«Grazie, non possiamo che iniziare cosi questo post. Grazie a tutte le persone che hanno consentito la realizzazione di questa importante azione umanitaria. Grazie al titolare del calzaturificio di Barletta che ha donato oltre 2500 paia di scarpe da consegnare ai profughi. Grazie a tutte le persone che hanno donato abiti, materiale per l'igiene personale, garze, cerotti, disinfettanti e altri presidi medici. Grazie a MGA - Sindacato nazionale forense, a Legambiente Trani e a tutte le persone che con lo loro donazioni in denaro ci consentiranno di condurre a destinazione i beni raccolti, e grazie al Comune di Barletta e ai Servizi sociali che con un importante contributo hanno consentito di raggiungere la somma necessaria per finanziare l'operazione». Lo comunica Cosimo D. Matteucci, referente dell'Ambulatorio popolare di Barletta.

«Partiremo da Barletta con due furgoni nella mattina di sabato 29 gennaio per arrivare a Vicenza, dove consegneremo le merci ai volontari di un centro di raccolta, dal quale successivamente ripartiranno per la Slovenia, Bosnia, Serbia e Croazia. Questa seconda parte del trasporto sarà curata da una rete di associazioni internazionali, di cui facciamo parte, e che in modo specifico si occupa di assistere le persone migranti lungo la rotta balcanica.

Per tutto questo vi ringraziamo, grazie di cuore dalla comunità mutualistica dell'Ambulatorio popolare di Barletta. E ci piace immaginare, e farci portatori, anche di un altro ringraziamento: quello dei destinatari di questi aiuti, su quella rotta che miete vittime ogni giorno e sulla quale l'Europa sta perdendo l'anima.

Barletta è altro rispetto ai fatti disdicevoli per i quali da ultimo, purtroppo, sta balzando alle cronache, anche nazionali. La nostra città è anche altro, la nostra comunità è anche altro, e lo dimostrano le tante persone che si sono adoperate per il buon esito di questa straordinaria e tutta nostra operazione umanitaria. Nessuno resti indietro».
  • solidarietà
  • Ambulatorio popolare
Altri contenuti a tema
Bellezza e solidarietà: Tiziana ed Elisa, parrucchiera ed estetista "popolare" di Barletta Bellezza e solidarietà: Tiziana ed Elisa, parrucchiera ed estetista "popolare" di Barletta «Pensiamo di aver donato non solo trattamenti gratuiti ma anche un pizzico di autostima»
La Befana a Barletta per regalare sorrisi La Befana a Barletta per regalare sorrisi Grande partecipazione ieri mattina all'iniziativa nei giardini del castello
Solidarietà, si ripete la raccolta alimentare dell'UNIMRI Bat Solidarietà, si ripete la raccolta alimentare dell'UNIMRI Bat La consegna è stata effettuate ad un totale di 17 parrocchie in tutta la provincia
4 Benessere del territorio come priorità: la Tatò Paride Spa traccia un consuntivo del 2022 Benessere del territorio come priorità: la Tatò Paride Spa traccia un consuntivo del 2022 Da sempre impegnata responsabilmente a favore della comunità, l'azienda racconta le iniziative dell'anno che si conclude
Ambulatorio Popolare: «Facciamo rivivere il Paniere del Sabato» Ambulatorio Popolare: «Facciamo rivivere il Paniere del Sabato» La proposta a contadini e commercianti per far tornare il mercato del popolo
1 «Nuovi violenti atti vandalici in piazza Plebiscito» «Nuovi violenti atti vandalici in piazza Plebiscito» La denuncia dell'Ambulatorio Popolare
«Si apra un tavolo di confronto te sulle disabilità» «Si apra un tavolo di confronto te sulle disabilità» La proposta al comune dell’Ambulatorio Popolare di Barletta
"Dopo di noi, con noi": una proposta al Comune di Barletta "Dopo di noi, con noi": una proposta al Comune di Barletta Oggi il confronto promosso dall'Ambulatorio popolare di Barletta
© 2001-2023 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.