Gabbiani
Gabbiani
Territorio

Dopo Barletta, moria di gabbiani anche a Bari e Brindisi

Si delinea l’ipotesi del virus. Non si esclude la causa dell’avvelenamento

Gli operatori dell'Istituto zooprofilattico di Foggia non hanno dubbi. Tra i recenti ritrovamenti di corpi di gabbiani trovati lungo le coste di Bari, Brindisi, Giovinazzo e Torre Quetta e quelli rinvenuti a Barletta e Margherita di Savoia qualche settimana fa ci potrebbe essere un collegamento. Infatti proprio nelle ultime ore, proprio lungo la costa barese tra Brindisi e Bari, sono stati rinvenuti un centinaio di corpi di gabbiani senza vita. I sintomi sono sempre gli stessi, ovvero paralisi flaccida dei tessuti e difficoltà respiratorie.

Al momento sarebbero due le ipotesi su cui stanno lavorando gli operatori del WWF e dell'Istituto zooprofilattico di Foggia, all'opera in queste ore in laboratorio per effettuare le analisi circa i motivi del decesso. Avvelenamento da sostanza tossiche. Solo nelle ultime ore è emersa l'ipotesi virus. I controlli effettuati dall'Asl Bat nelle discariche di Barletta e Trani hanno dato esito negativo circa l'ipotesi dell'avvelenamento. L'azienda sanitaria chiederà quindi alle forze dell'ordine di effettuare un controllo dall'alto con gli elicotteri per scoprire se in zona ci sono discariche abbandonate con rifiuti eventualmente tossici.

E' possibile che a falcidiare i gabbiani sia stato un virus? Poiché questa specie di uccelli, come spiegato dall'Arpa (Agenzia Regionale per l'Ambiente ndr) possiede un sistema di anticorpi efficientissimo, pertanto è possibile che ad ucciderli sia stata una patologia virale molto forte. Tocca agli specialisti dell'Istituto di Foggia scoprire la cause di questa moria e se ci sono pericoli per l'uomo. Il Wwf, invece, nel caso venga avvalorata l'ipotesi della forma virale, teme che la specie dei gabbiani possa essere decimata.

  • Inquinamento
  • Salute pubblica
  • Fauna
  • Rifiuti illeciti o pericolosi
  • Situazione di pericolo
Altri contenuti a tema
10 Rifiuti bruciati in zona Fiumara, minacciato l'ambientalista barlettano Binetti Rifiuti bruciati in zona Fiumara, minacciato l'ambientalista barlettano Binetti Dopo diverse segnalazioni, stava svolgendo un sopralluogo sul posto
Esplosione in via Boggiano, paura per i residenti Esplosione in via Boggiano, paura per i residenti Sventrate le pareti di un vano tecnico a ridosso delle abitazioni
1 «Non potrò cancellare il terrore che ho provato», la lettera dopo il ferimento dell’operatrice Bar.S.A. «Non potrò cancellare il terrore che ho provato», la lettera dopo il ferimento dell’operatrice Bar.S.A. Nella busta c'erano garze usate e più di 30 siringhe senza cappuccio di protezione
7 Siringhe sporche di sangue tra i rifiuti, ferita operatrice Bar.S.A. Siringhe sporche di sangue tra i rifiuti, ferita operatrice Bar.S.A. Visibilmente scossa, la dipendente è sotto osservazione in ospedale: attivati protocolli sanitari di profilassi
Tragedia evitata nel mare di Barletta, salvato 65enne in difficoltà Tragedia evitata nel mare di Barletta, salvato 65enne in difficoltà È accaduto questa mattina, nelle acque antistanti il lido "ANMI"
"Cardio Check Up", l'iniziativa di Farmacia Basile Borgia per la salvaguardia del cuore "Cardio Check Up", l'iniziativa di Farmacia Basile Borgia per la salvaguardia del cuore Iniziativa attiva fino al 21 maggio presso la sede di via Canosa 142/d
Violenza e criminalità, cosa ne pensano i giovani barlettani? Violenza e criminalità, cosa ne pensano i giovani barlettani? «Viviamo una vita di timore, ansia e preoccupazione ed abbiamo paura anche ad uscire»
12 "I love Barletta", la manifestazione per l'ambiente: «Chiediamo l'attenzione delle istituzioni» "I love Barletta", la manifestazione per l'ambiente: «Chiediamo l'attenzione delle istituzioni» Questa mattina la manifestazione in città
© 2001-2022 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.