Crollo di via Roma
Crollo di via Roma
Cronaca

Crollo di Barletta, conclusa la requisitoria del processo di secondo grado

Per alcuni reati è maturata la prescrizione: ecco le richieste di condanna

La Procura Generale presso la Corte d'Appello di Bari ha concluso la requisitoria del processo di secondo grado sul tragico crollo della palazzina di via Roma del 3 ottobre 2011 chiedendo la condanna di tutti gli imputati a pene che tengano conto, da un lato, dell'intervenuta prescrizione di alcuni reati e, dall'altro, dell'appello promosso dalla Procura della Repubblica di Trani avverso 3 imputati: i vigili urbani Giovanni Andriolo ed Alessandro Mancini (assolti in primo grado dalle più grave accuse di crollo di costruzioni, omicidio colposo plurimo e lesioni personali) nonché l'architetto Giovanni Paparella.

Queste, nel dettaglio, le richieste di condanna: 4 anni di reclusione per Andriolo; 5 anni per l'ingegner Pietro Fortunato Ceci; 4 anni per Salvatore Chiarulli, legale rappresentante dell'impresa esecutrice dei lavori per la demolizione dell'edificio e la bonifica dell'area attigua a quella crollata, nonché per i fratelli-dipendenti Andrea e Giovanni Chiarulli; 3 anni e 6 mesi per il dirigente a scavalco dell'Ufficio Tecnico Comunale di Barletta Francesco Gianferrini; 4 anni per Cosimo Giannini, legale rappresentante dell'omonima Srl proprietaria del suolo adiacente la palazzina di Via Roma dove si stavano eseguendo lavori edili ritenuti causa del crollo; 3 anni per il maresciallo di polizia municipale Mancini; 5 anni e 9 mesi per l'architetto Paparella, ritenuto direttore dei lavori dell'area Giannini; 1 anno e 6 mesi per Antonio Sica, incaricato della sorveglianza del cantiere Giannini Srl; 2 anni e 6 mesi per il funzionario del Comune di Barletta Valeria Valendino; 4 anni per il geometra Vincenzo Zagaria. Il procuratore generale ha chiesto la conferma delle pene comminate dal Tribunale agli altri 3 imputati: l'ingegnere comunale Rosario Palmitessa (4 anni di reclusione); il geometra comunale Roberto Mariano (2 anni di reclusione col beneficio della sospensione della pena) e la Srl Giannini condannaata in primo grado alla sanzione amministrativa pecuniaria di 480mila euro.

Poi è stata la volta delle conclusioni delle parti civili e delle arringhe dei difensori di 2 imputati. Gli avvocati Giuseppe Bufo e Mario Malcangi, difensori rispettivamente del geometra Mariano e dell'ingegner Ceci, hanno concluso con la richiesta di assoluzione "perché il fatto non sussiste" o "perché il fatto non costituisce reato". Si torna in aula il 2 marzo con le arringhe dei difensori degli altri 13 imputati.
  • Tribunale
  • Procura della Repubblica
  • Crollo
Altri contenuti a tema
Omicidio Lattanzio, chiesto l'ergastolo per il presunto killer Omicidio Lattanzio, chiesto l'ergastolo per il presunto killer La vittima fu trucidata a Barletta il 15 gennaio del 2019
I legali della ditta Edil Sa.Mi. tranquillizzano: «È un'azienda sana» I legali della ditta Edil Sa.Mi. tranquillizzano: «È un'azienda sana» Le precisazioni dello studio legale della ditta, dopo la misura adottata dal Tribunale di Bari
Incendio Dalena Ecologia, la Procura di Trani dispone le operazioni peritali Incendio Dalena Ecologia, la Procura di Trani dispone le operazioni peritali Al momento il procedimento penale per incendio doloso resta contro ignoti
Mercato della droga a Barletta, richiesti fino a 20 anni di reclusione Mercato della droga a Barletta, richiesti fino a 20 anni di reclusione Queste le pene richieste dal pm antimafia Maralfa per i 24 imputati dell'inchiesta "Nabucodonosor"
Fatture false, nel mirino della Procura anche persone di Barletta Fatture false, nel mirino della Procura anche persone di Barletta All'attenzione degli inquirenti sono finite numerose operazioni commerciali per diversi milioni di euro
Furto sul luogo del crollo di Barletta, «gesto indegno e oltraggioso» Furto sul luogo del crollo di Barletta, «gesto indegno e oltraggioso» Le parole del sindaco Cannito dopo la scomparsa della maglia con i nomi delle vittime
Crollo in via Roma, scompare la felpa nera con i nomi delle vittime Crollo in via Roma, scompare la felpa nera con i nomi delle vittime La sorella di una delle vittime scrive su Facebook: «È vergognoso! Rimettetela al posto!»
Crollo di Barletta, «questa triste ricorrenza deve essere un momento di riflessione» Crollo di Barletta, «questa triste ricorrenza deve essere un momento di riflessione» Interviene anche il senatore Ruggiero Quarto
© 2001-2020 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.