Pizza
Pizza
Cronaca

Consegna pizza a domicilio, ma viene rapinato dai "clienti"

E' avvenuto a Barletta durante la notte bianca dei lidi. I Carabinieri arrestano i due colpevoli

Uno stratagemma per procurasi del denaro tanto subdolo quanto inefficace, quello adottato da due barlettani, il 30enne Ruggero Distaso e un 21enne, che, lo scorso 5 settembre, durante la "notte bianca dei lidi", dopo aver ordinato una pizza a domicilio, rapinavano il ragazzo addetto alle consegne minacciandolo e aggredendolo. I due, infatti, al termine di una serata trascorsa in una stessa pizzeria, dopo aver pagato il conto, ordinavano la consegna di una pizza ad un loro amico, raccomandandosi di far portare il resto per una banconota da € 50.

Ma all'indirizzo fornito non corrispondeva nessuna abitazione e, prima di poter accorgersi della trappola, il giovane garzone veniva assalito dai due che riuscivano, a suon di botte, a portargli via lo scooter, rinvenuto all'indomani da una pattuglia del Nucleo Radiomobile di Barletta. Sulla scorta delle informazioni comunicate dal garzone, tornato in pizzeria prima di ricorrere alle cure del Pronto Soccorso, i Carabinieri avviavano immediatamente le ricerche dei due, che avevano una svolta dall'accurato esame delle immagini riprese dalle telecamere di videosorveglianza della pizzeria, in quanto il giovane aveva avuto l'impressione di aver visto gli aggressori poco prima all'interno del medesimo esercizio. Circostanza, quest'ultima, confermata proprio dai filmati e che consentiva ai militari di giungere all'identificazione dei rapinatori.

Dall'attività di indagine scaturivano due ordinanze di custodia in regime di arresti domiciliari da parte del G.I.P. di Trani, dr. Francesco Zecchillo, per rapina e per lesioni personali, eseguite ieri mattina dai Carabinieri della locale Compagnia.

Ad ulteriore conferma del quadro indiziario a carico dei due è stato il rinvenimento, a seguito delle perquisizioni domiciliari, delle magliette indossate la sera dell'aggressione.






  • Carabinieri
  • Arresto
  • Rapina
  • Notte bianca
  • Aggressione
Altri contenuti a tema
Ordinavano panini e caffè ma era droga, maxi operazione nel nord barese Ordinavano panini e caffè ma era droga, maxi operazione nel nord barese Gli stupefacenti provenivano dalla Spagna e venivano smerciate sul territorio della Bat
Operazione "Oltremare", 47 arresti nel nord barese Operazione "Oltremare", 47 arresti nel nord barese Detenzione e spaccio di sostanza stupefacente in concorso a Trani, Bisceglie, Ruvo, Corato e Barletta
Colpito da taser, muore a Bolzano il 42enne di Barletta Carlo Lattanzio Colpito da taser, muore a Bolzano il 42enne di Barletta Carlo Lattanzio Disposta l'autopsia per chiarire le cause dell'accaduto
I Carabinieri rafforzano i pattugliamenti nelle zone costiere della Bat I Carabinieri rafforzano i pattugliamenti nelle zone costiere della Bat Controlli anche sulla circolazione stradale per uso del cellulare alla guida e mancanza di cinture
Sul treno Barletta-Fasano senza biglietto, aggredisce la capotreno Sul treno Barletta-Fasano senza biglietto, aggredisce la capotreno La denuncia dei sindacati di settore: «Inasprire le pene legate a questi comportamenti»
«Se chiami qualcuno vi ammazzo», aggressione a due medici al “Tatarella” «Se chiami qualcuno vi ammazzo», aggressione a due medici al “Tatarella” Minacce e vie di fatto fisiche anche a un medico barlettano
I Carabinieri incontrano le referenti dei centri anti violenza del territorio I Carabinieri incontrano le referenti dei centri anti violenza del territorio Ieri mattina incontro tra le referenti dei CAV e il Comandante Provinciale dei Carabinieri BAT e il Maresciallo Vernice
Segue un'anziana nel sottopassaggio di via Milano, poi la rapina Segue un'anziana nel sottopassaggio di via Milano, poi la rapina Arrestato un barlettano di 27 anni: la donna è stata spinta per terra per rubarle la borsa
© 2001-2024 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.