Cgil
Cgil
Scuola e Lavoro

CGIL Bat: «Il prossimo governo deve parlare di lavoro»

Manifestazione provinciale ad Andria con oltre 500 partecipanti in corteo. A chiudere il corteo il Segretario regionale della Puglia, Gianni Forte

In piazza per il lavoro, per difendere il lavoro, per chiedere a gran voce lavoro. Oltre 500 persone provenienti da tutte le Camere Territoriali della Bat hanno sfilato per le vie del centro cittadino di Andria, con partenza dalla simbolica Piazza Di Vittorio, per la manifestazione provinciale della CGIL della BAT "Il lavoro prima di tutto". Slogan, urla, fischietti, tamburi e tromboni, l'immancabile palco in Viale Crispi ed interventi precisi e mirati verso questo grande problema che non accenna a migliorare la propria situazione: «Il prossimo governo dovrà parlare essenzialmente di lavoro - ha ribadito Gianni Forte, segretario generale di Puglia della CGIL - ci sono interi settori in crisi cronica ormai da tempo, ci sono tanti lavoratori fermi da mesi, ci sono dei dati sulla povertà che definire allarmanti è un eufemismo. Ora non si può più perder tempo o sbagliare».

Anziani, pensionati, disoccupati e giovani: tutti presenti per richiedere uno spazio necessario e fondamentale per ridare fiato all'economia reale. Le amministrazioni pubbliche, lo stato stesso, ha un debito enorme nei confronti delle piccole realtà locali: «E' il momento di agire anche e sopratutto lì - ha ribadito ai nostri microfoni Forte - noi siamo qui anche da soli a manifestare per questo diritto essenziale, secondo me è necessario non dividersi in questo momento, ma restare uniti al massimo. Se sarà necessario, tuttavia, torneremo nuovamente in piazza o a scioperare». L'appello è giunto da tutte le sigle sindacali che compongono la vasta azione della CGIL e non a caso la scelta di Andria, per riportare al centro della discussione alcuni dei settori drammaticamente in crisi nera già da diverso tempo.
  • Cgil
Altri contenuti a tema
1 Pes Bat: «Qual è lo stato del Contratto Istituzionale di Sviluppo?» Pes Bat: «Qual è lo stato del Contratto Istituzionale di Sviluppo?» Il Pes Bat scrive al Prefetto e al Presidente della Provincia
8 marzo, l'incontro in streaming della Cgil Bat con protagoniste del territorio 8 marzo, l'incontro in streaming della Cgil Bat con protagoniste del territorio La giornata internazionale della donna: «E donna sia…anche in pandemia»
Covid, anche nella Bat è stata avviata la campagna vaccinale per i Vigili del fuoco Covid, anche nella Bat è stata avviata la campagna vaccinale per i Vigili del fuoco Fp Cgil Bat: “Soccorritori che ogni giorno rischiano il contagio”. Il 2 marzo è cominciata la somministrazione
118 nella Bat: passi in avanti per l’internalizzazione del servizio 118 nella Bat: passi in avanti per l’internalizzazione del servizio Approvata la deliberazione della Asl di indirizzo per l’affidamento a Sanitaservice
Pesca, aumento giornate di fermo: preoccupazione della Flai Cgil Bat Pesca, aumento giornate di fermo: preoccupazione della Flai Cgil Bat Nel decreto pubblicato dal Mipaaf sono previste giornate aggiuntive al fermo pesca a strascico nel 2021
Vaccini anti-Covid: «Serve accelerare, altrimenti ci vorranno anni» Vaccini anti-Covid: «Serve accelerare, altrimenti ci vorranno anni» Da Cgil e Spi Bat Biagio D’Alberto e Felice Pelagio analizzano i dati delle prenotazioni nei comuni della Bat
1 Immigrato morto a Barletta, Flai Cgil Bat e Puglia: «Invisibili nell'ombra» Immigrato morto a Barletta, Flai Cgil Bat e Puglia: «Invisibili nell'ombra» L'intervento di Gaetano Riglietti e Antonio Gagliardi
Asp Regina Margherita di Barletta, la Cgil chiede l’intervento della Regione Asp Regina Margherita di Barletta, la Cgil chiede l’intervento della Regione La nota del coordinatore della Camera del lavoro comunale Franco Dambra
© 2001-2021 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.