Giochi
Giochi
La città

Borracce in alluminio per gli alunni della scuola dell'infanzia a Barletta

La proposta arriva da Grazia Desario, coordinatrice provinciale Bat di Italia in comune

Elezioni Regionali 2020
«Egregio sig. Sindaco Cannito, conoscendo la sua sensibilità sulle tematiche ambientali, che non esula dalla sua professione di medico, credo sia arrivato il momento di iniziare un percorso a più ampio raggio, che sia sinergico e con azioni parallele con l'istituzione scuola» - è la richiesta inviata da Grazia Desario.

«È indispensabile iniziare un percorso che parta dalla scuola, in sintonia con la famiglia e con l'amministrazione, per sensibilizzare, educare e formare le future generazioni al rispetto dell'ambiente per affrontare con più consapevolezza il dramma del riscaldamento climatico. La scuola ha inserito tra i percorsi didattici quello dell'educazione ambientale fin dalla scuola dell'infanzia, continuando il ciclo durante la primaria e secondaria. I bambini sono il nostro futuro e oltre alla scuola è necessario intervenire con una politica di grande respiro perché questo patrimonio umano possa diventare protagonista di un mondo migliore. Fatta questa premessa, sarebbe un'ottimo inizio quello che l'amministrazione fornisse di borracce in alluminio o acciaio tutte le scuole dell'infanzia, per evitare il consumo, ormai esagerato e incontrollabile, di bottigliette di plastica. Questo è un segnale di amore verso i bambini che sono i soggetti più a rischio, e la politica con la scuola hanno il dovere di tutelarli. Il partito Italia in comune intende partecipare a questa iniziativa mettendo a disposizione 200.00 euro e si impegna ad una raccolta fondi per venire incontro l'amministrazione. Sono certa che il Sindaco non si tirerà indietro a questa proposta che vede coinvolti cittadini, scuola e amministrazione».

«Creiamo insieme una rete a tutela dell'ambiente e della salute dei bambini - dichiara Grazia Desario - possiamo farlo con questo piccolo gesto: borracce in alluminio per tutti i bambini della scuola dell'infanzia».
  • Scuola
Altri contenuti a tema
Ritorno a scuola, dubbi e incertezze: martedì protestano i dirigenti scolastici Ritorno a scuola, dubbi e incertezze: martedì protestano i dirigenti scolastici Uil scuola: «Dal ministero nessuna indicazione, scuole lasciate al loro destino»
Ritorno a scuola: Comuni e Province si confrontano con i dirigenti Ritorno a scuola: Comuni e Province si confrontano con i dirigenti In Puglia la scuola riaprirà il 24 settembre, dopo le elezioni regionali
Scuola, in Puglia riprende il 24 settembre: ecco il calendario Scuola, in Puglia riprende il 24 settembre: ecco il calendario Si comincia il 24 settembre e si finisce l'11 giugno, tutti i ponti e le festività. Le scuole possono modificarlo in base alle loro esigenze
Scuola, in Puglia al via il 24 settembre: «Ma servono certezze» Scuola, in Puglia al via il 24 settembre: «Ma servono certezze» «Servono certezze e risorse per evitare enormi disagi nel prossimo anno scolastico»
Rientro a scuola il 14 settembre, Azzolina: «Addio classi pollaio» Rientro a scuola il 14 settembre, Azzolina: «Addio classi pollaio» Il presidente Conte: «Obiettivo contrastare povertà educativa e dispersione scolastica». Azzolina: «Dall'1 luglio tour negli istituti di tutta Italia»
Didattica a distanza e voglia di tornare tra i banchi di scuola Didattica a distanza e voglia di tornare tra i banchi di scuola Il prof Danilo Marano: «La condivisione in presenza è irrinunciabile per la crescita dei ragazzi»
Didattica a distanza, cosa ne pensano gli studenti? Didattica a distanza, cosa ne pensano gli studenti? Presentata inchiesta della Flc Cgil. Ad oggi nessuna certezza sulla ripresa a settembre
Fine anno scolastico, i saluti del sindaco di Barletta ai ragazzi Fine anno scolastico, i saluti del sindaco di Barletta ai ragazzi «Ricominciare non sarà facile, ma ce la faremo perché la scuola è importante per tutti»
© 2001-2020 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.